Fiorentina e Iachini al bivio Parma

Non solo l’allenatore: tutti sotto esame. Occorre un atteggiamento diverso rispetto a quello di Roma
Fiorentina e Iachini al bivio Parma

FIRENZE - Tutto, o quasi, in 90 minuti. Sì, perché contro il Parma, sabato sera, Beppe Iachini, finito pesantemente nel mirino, e la squadra dovranno rispondere sul campo. Il filo su cui si cammina si è fatto sottilissimo, per tutti, non solo per Iachini. Mentre i tifosi hanno preso d’assalto i profili social del club invocando il terzo cambio in panchina di questa nuova proprietà, la dirigenza continua a lavorare sull’allenatore del domani (comunque il contratto di Iachini scade nel 2021, dunque tra pochi mesi), anche se ma non si esclude che i tempi possano contrarsi da un momento all’altro.  Ecco perché quella che sarà la gara numero 50 della gestione Commisso, contro gli emiliani guidati dall’ex viola Liverani che un anno fa esatto fu corsaro al Franchi col Lecce, è destinata ad essere comunque un bivio. Malumori e tensioni devono essere archiviati e serviranno gesti tecnici, dal rettangolo verde, a sancire quello che dovrà essere in ogni modo un nuovo inizio. Del resto, erano stati proprio i numeri a convincere il patron viola a confermare l’allenatore marchigiano sulla panchina viola (media di un punto e mezzo a gara in campionato): adesso c’è solo da riavvolgere il nastro il prima possibile.

Spinazzola e Pedro infiammano l'Olimpico: 2-0 show della Roma
Guarda la gallery
Spinazzola e Pedro infiammano l'Olimpico: 2-0 show della Roma

Iachini: "La pressione è normale"
Guarda il video
Iachini: "La pressione è normale"

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti