Iachini: "Fiorentina, non pensavo di dover tornare"

Il tecnico: "Ho massimo rispetto per Prandelli cui mi lega un rapporto di stima e amicizia, credevo che le cose potessero andare meglio"
Iachini: "Fiorentina, non pensavo di dover tornare"© Getty Images
TagsIachini

FIRENZE - ''Non immaginavo di dover tornare, ho massimo rispetto per Prandelli cui mi lega un rapporto di stima e amicizia, credevo che le cose potessero andare meglio, poi è arrivata questa chiamata in un momento di difficoltà come lo scorso anno. Ora c'è da portare in salvo la squadra, mi auguro di poter comprendere in fretta cosa non ha funzionato''. Così Beppe Iachini alla vigilia della trasferta con il Genoa che lo rivedrà nuovamente alla guida della Fiorentina dopo le dimissioni di Cesare Prandelli. ''Per risalire la classifica chiederò di ripartire dalla certezze e toglierci quelle scorie e quei timori dovuti a questa situazione - ha aggiunto il tecnico ascolano - il calcio richiede testa libera e serenità, servirà il contributo di tutti, squadra, società e ambiente, ora non conta più l'io ma solo il gruppo, indossiamo una maglia importante e dobbiamo onorarla ogni minuto in tutte le partite''.

Fiorentina-Milan show: Ibra gol, magia di Pulgar, decide Calhanoglu
Guarda la gallery
Fiorentina-Milan show: Ibra gol, magia di Pulgar, decide Calhanoglu

Iachini: "Prandelli? Lasciamolo tranquillo"
Guarda il video
Iachini: "Prandelli? Lasciamolo tranquillo"

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti