Italiano: "Fiorentina: dobbiamo reagire, ma la Roma è forte"

Il tecnico: "Mourinho? Un vincente, è grandioso quanto ha fatto in carriera. In una piazza non facile continua a dimostrare il proprio valore"
Italiano: "Fiorentina: dobbiamo reagire, ma la Roma è forte"© Getty Images

FIRENZE - "Bisogna cercare di reagire e ripartire: veniamo da un periodo negativo. A Milano, dal punto di vista della prestazione, siamo cresciuti, ma dobbiamo fare qualcosa di diverso e raccogliere punti nelle ultime gare". Lo ha dichiarato l'allenatore della Fiorentina, Vincenzo Italiano, in vista della gara con la Roma: "La Roma è una squadra forte, siamo orgogliosi di avere solo tre punti di distacco da una squadra così. Cercheremo di dargli fino da torcere, in casa quasi sempre siamo riusciti a far bene. Odriozola? Non è al 100%, si sta allenando, vediamo se riusciamo a recuperarlo. Con la Roma serve grandissima qualità nelle due fasi. Abraham è un attaccante fortissimo, Pellegrini un fenomeno, Zaniolo uno dei giovani più interessanti. La Roma ha grande entusiasmo, ma noi giochiamo in casa. Il Franchi è in grado di spingere la squadra, in questa stagione lo ha fatto tantissime volte. Uno stadio così anche in Europa? E' il nostro sogno, dipende da noi. Mancano tre partite e cerchiamo di arrivarci"

Milan da scudetto con Leao: Fiorentina ko a San Siro
Guarda la gallery
Milan da scudetto con Leao: Fiorentina ko a San Siro

Verso la Roma

"Callejon? Davanti dobbiamo cercare di fare di più e sfruttare quanto costruiamo, perché nelle sconfitte abbiamo costruito qualcosa. Callejon è uno degli esterni, il più intelligente, può essere utilizzato in altri ruoli. Non è il titolare ad essere coccolato, ma chi subentra, chi può detereminare coi 5 cambi. La considerazione per lui c'è sempre, è importante anche negli ultimi 5 minuti. Veniamo da 4 sconfitte - commenta Italiano - voglio ritrovare la Fiorentina solida capace di fare 6 risultati utili di fila, che prendeva in mano le partite e comandava il gioco, spietata e letale. Serve concretezza in questo finale, la Fiorentina vista a Napoli nelle ultime partite può fare tanti punti. Il gol di Acerbi allo Spezia? Non vorrei parlarne, può succedere di tutto nell'arco di un campionato. Spero sempre nella buona fede di tutti. Mourinho? Un vincente, è grandioso quanto ha fatto in carriera. In una piazza non facile continua a dimostrare il proprio valore. Ha portato in finale la Roma, è un grande, un vincente. L'ho ringraziato per le belle parole sulla Fiorentina e gli faccio un grosso in bocca al lupo per la finale"

Vlahovic

"Le lacrime di Vlahovic? Sarà dispiaciuto per non essere più il capocannoniere. E' un'attaccante che vive per il gol, è normale quando non segni, ma resta un grande campione. Le offese social a Venuti? Dispiace, noi diamo sempre l'anima, quando le vittorie non arrivano siamo i primi ad essere dispiaciuti. Essere offesi ci dispiace tantissimo, i social sono uno schifo. Siamo tutti vicini a Lorenzo, siamo un gruppo unito. Nico Gonzalez? Fatico a parlare dei singoli, è stato un appannamento generale che ha colpito tutti", ha concluso Italiano.

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti