Serie A, Carnevali: «Berardi? Non si muove dal Sassuolo»

L'amministratore delegato: «Dobbiamo costruire un progetto positivo che duri nel tempo. Sicuramente a gennaio non venderemo nè lui nè i pezzi migliori»
Serie A, Carnevali: «Berardi? Non si muove dal Sassuolo»© LaPresse

SASSUOLO - Giovanni Carnevali, amministratore delegato del Sassuolo, ha voluto mettere in chiaro che nel mercato di gennaio Berardi non si muoverà e con lui nemmeno i pezzi più pregiati. Lo ha fatto a margine della presentazione della Quarta Categoria, campionato di calcio per atleti disabili. "Il Sassuolo deve costruire un progetto positivo che duri nel tempo. Sicuramente a gennaio non venderemo Berardi nè i pezzi migliori. Non abbiamo necessità. L'unico obiettivo è tenere i bilanci in ordine. Il Sassuolo è la squadra con più italiani, ma non ha giocatori in Nazionale. Questa volta Berardi era infortunato ma è uno dei migliori talenti italiani". L'ad neroverde ha espresso anche il suo parere sulle voci che vedrebbero Eder alla corte di Di Francesco: "Ha il profilo di un giocatore molto importante, non so se si adatta al Sassuolo visto che noi puntiamo sui giovani e sugli italiani".

TUTTO SUL SASSUOLO

SUL RICORSO PERSO - "Ancora siamo abbastanza arrabbiati per quanto successo coi 3 punti che ci sono stati tolti. Non è giusto, la norma va rivista. Non si può perdere 3 punti per una Pec non inviata. Sarebbe stata giusta un'ammenda, anche perchè chi non paga gli stipendi viene penalizzato solo di un punto. Spero che non influisca sul nostro campionato e su altri club che possono essere coinvolti".

IN MERITO ALLA GARA COL MILAN - "A volte i calciatori non sono in condizione, capita anche agli arbitri. Spero arrivi al più presto la moviola in campo".

CLASSIFICA SERIE A

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti