Henrique si presenta: "Il Sassuolo mi voleva già nel 2019"

Il neo acquisto: "Ciò che mi ha spinto a venire qui è stato il forte interesse della società, che ha scommesso su di me"
Henrique si presenta: "Il Sassuolo mi voleva già nel 2019"© EPA

SASSUOLO "Il mio trampolino è stato il Gremio: ho vinto campionati e premi individuali, ho raggiunto Nazionale e Olimpiadi. A Tokyo è stato come vivere un sogno, ho potuto giocare giocare al fianco di giocatori del calibro di Dani Alves,Neymar, Casemiro". Si presenta così il nuovo volto del Sassuolo, Matehus Henrique: "L'oro olimpico? Altra grande emozione. Chi partecipa alle Olimpiadi ha come obiettivo l'oro. I 40 giorni trascorsi a Tokyo li ricorderò per sempre: nella storia delle Olimpiadi il Brasile ha vinto solo due volte e in una di queste ho avuto il piacere di essere presente". In seguito il neo neroverde ha affermato di essere "un centrocampista a cui piace impostare, mi piace il possesso palla ma anche far correre la squadra e inserirmi di sorpresa in area per segnare". E, rivela Henrique, già in passato il Sassuolo lo aveva cercato: "A fine 2019 c'è stato il primo contatto, ma per problemi contrattuali non mi sono trasferito. Ho seguito la crescita del Sassuolo che negli ultimi anni ha ottenuto grandi risultati in A, scoprendo grandi calciatori e regalandone altri alle Nazionali, italiana e non solo. Ciò che mi ha spinto a venire qui è stato il forte interesse della società, che ha scommesso su di me: spero di non deludere le aspettative. Obiettivo personale? Adattarmi più in fretta possibile, imparare la lingua e lo stile di gioco. Non sarà facile, Rogerio mi ha detto che anche i suoi primi 3 mesi non sono stati facili, ma sarà positivo apprendere abitudini nuove e una cultura nuova".

Audero vola e salva, 0-0 Sassuolo-Sampdoria
Guarda la gallery
Audero vola e salva, 0-0 Sassuolo-Sampdoria

Corriere dello Sport in abbonamento

Riparte la Serie A

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Approfitta dell'offerta a soli 0.22 euro al giorno!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti