Sassuolo, Dionisi: "Su Handanovic il Var doveva intervenire"

Il tecnico: "Nel secondo tempo l'Inter doveva essere in dieci: episodio che ha condizionato la gara"
Sassuolo, Dionisi: "Su Handanovic il Var doveva intervenire"© ANSA

REGGIO EMILIA - "Il secondo tempo doveva essere giocato in modo diverso: l'episodio di Handanovic lo abbiamo visto tutti": Alessio Dionisi è visibilmente contrariato per il rosso non estratto nei confronti del portiere nerazzurro, episodio che avrebbe fatto svoltare il match che vedeva, fino a quel momento, il Sassuolo in vantaggio sull'Inter. Le cose sono andate diversamente e questo, ovviamente, lascia tanto amaro nella bocca del tecnico neroverde: "C'è rammarico per il risultato - spiega ancora il tecnico ai microfoni di Dazn - e rabbia per gli episodi. Però anche questi fanno parte della partita e dobbiamo accettarli. La decisione va accettata, anche se il Var c'è e doveva intervenire. Ma va bene così, sbagliano i giocatori, sbagliano gli allenatori, sbagliano anche gli arbitri: lo dobbiamo accettare, è un episodio che ha condizionato tanto la gara ma è andata così". Anche se a Dionisi non possono bastare gli ennesimi complimenti per una gran partita giocata dal suo Sassuolo, il tecnico mostra di apprezzare le lodi al suo lavoro: "Sono molto orgoglioso di ciò che abbiamo fatto - sottolinea - ma non sono felice del risultato. Abbiamo preso due gol per nostro demerito, ma anche per merito dell’Inter. Credo sia stata una bella partita, abbiamo messo in campo una prestazione importante: avrei firmato solo per la vittoria se mi avessero detto che tipo di partita avremmo fatto. Peccato sia finita così perché abbiamo osato, però i valori tecnici, fisici e i sostituti che ha potuto sfruttare l'Inter hanno cambiato la partita. Faccio i complimenti ai miei giocatori ma le prestazioni non ci possono più bastare".

Dzeko show trascina l'Inter alla rimonta: Sassuolo battuto 2-1
Guarda la gallery
Dzeko show trascina l'Inter alla rimonta: Sassuolo battuto 2-1

"Scamacca e Raspadori? Serve pazienza"

Il giovane Sassuolo targato Dionisi continua a raccogliere consensi, ma non i risultati. Per arrivare a quelli c'è bisogno che tutti i giocatori riescano ad esprimersi al pieno delle loro responsabilita: "Raspadori? Gli va dato tempo - afferma Dionisi - ma sta gestendo bene pressioni e visibilità. Deve ancora crescere, non va caricato di troppe responsabilità. Segliere di puntare su di lui invece che su Caputo probabilmente gli pesa, è una responsabilità importante per un giovane. Nonostante questo ha già fatto bene e continuerà a fare, l'importante è che capisca che non si può avere tutto e subito. Come ragazzo è molto equilibrato ed ho fiducia in lui. Lo stesso discorso vale anche per Scamacca: lui deve essere un po’ più paziente, ha ancora bisogno di tempo, ma solo giocando possono crescere questi giovani".

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti