Roland Garros, super Errani ai quarti. Affronterà Serena Williams

La 28enne batte la Goerges e avanza. Affronterà la numero uno
Roland Garros, super Errani ai quarti. Affronterà Serena Williams© AP
TagsRoland Garros

ROMA - Sara Errani si è qualificata per i quarti di finale del Roland Garros battendo con un doppio 6-2 la tedesca Julia Goerges, numero 72.  Unica italiana, delle sei al via, approdata ai quarti, la Errani si è imposta sulla 26enne Goerges, più alta di 16 cm (1,80 contro 1,64), in un'ora e 10', dominando nettamente il match grazie a lucidità e intelligenza tattica. Con il suo gioco variato e a tutto campo, ha costretto l'avversaria, assai forte fisicamente ma un pò statica, a spostarsi molto e a rispondere in affanno, inducendola così a sbagliare (45 errori gratuiti). Nel primo set, Sara dal 2-2 ha infilato quattro game consecutivi; nel secondo si è portata sul 3-1, poi, dal 3-2, è volata verso la vittoria - la terza in cinque sfide con la tedesca -, che la proietta ai quarti, suo traguardo minimo nelle ultime quattro edizioni del Roland Garros (finale nel 2012, persa contro la Sharapova, semifinali nel 2013 e quarti l'anno scorso). Nei turni precedenti aveva superato la statunitense Alison Riske, poi le tedesche Carina Witthoeft e Andrea Petkovic (n. 10).

SERENA WILLIAMS OK - Sarà Serena Williams l'avversaria di Sara Errani, nei quarti di finale del Roland Garros di tennis. Come da pronostico, la 33enne statunitense - numero 1 del tennis mondiale, vincitrice del torneo nel 2002 e nel 2013 - ha infatti battuto, per 1-6, 7-5, 6-3, la connazionale Sloane Stephens, più giovane di 11 anni e 39 gradini più in basso nel ranking mondiale. In precedenza, la 28enne romagnola si era imposta con un doppio 6-2 sulla tedesca Julia Goerges.

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti