Wimbledon, Federer a caccia del 9° trionfo londinese

I possibili incroci, le mine vagante e gli azzurri presenti nel torneo più spettacolare e atteso dell'anno
Wimbledon, Federer a caccia del 9° trionfo londinese
TagsTennis

ROMA - Col record di nove italiani nel singolare maschile e con la sola Giorgi in quello femminile prenderà il via lunedì, sui campi in erba dell'All England Lawn Tennis and Croquet Club di Londra, il torneo di Wimbledon. Ad aprire il più antico e prestigioso appuntamento annuale del circo della racchetta sarà, come di consuetudine, il campione in carica, ovvero lo svizzero Federer. King Roger, il più titolato nella storia dei "The Championship", è alla ricerca del suo nono titolo sui prati della capitale inglese e, ovviamente, è la testa di serie numero uno della competizione maschile e anche il grande favorito per il successo finale.

INSIDIE PER FEDERER - Primo avversario del fuoriclasse di Basilea, che l'8 agosto festeggerà il suo 37° compleanno, sarà il serbo Dusan Lajovic, numero 57 del mondo. Poi, il percorso dell'elvetico, inserito nella parte alta del tabellone, si presenta ricco di insidie. Se dovesse vincere le prime tre sfide, infatti, Federer potrebbe ritrovare in ottavi il croato Borna Coric, numero 16 del seeding dopo il forfait in extremis dello spagnolo Roberto Bautista-Agut, che lo ha sconfitto nella finale di Halle la scorsa settimana. In caso di approdo in semifinale, poi, King Roger potrebbe trovarsi di fronte la terza testa di serie del seeding, ovvero Marin Cilic, anche lui croato, che lo scorso anno si è fermato a un passo dal titolo, perdendo in finale proprio contro Federer. Nella parte bassa del draw, invece, lo spagnolo Rafa Nadal, l'argentino Juan Martin Del Potro (che potrebbero incrociarsi nei quarti), il tedesco Alexander Zverev e il serbo Novak Djokovic (anche questi ultimi due possibili rivali nei quarti).

MINE VAGANTI -  Vera e propria sorpresa del torneo, per chiudere, potrebbe essere il beniamino di casa Andy Murray. Lo scozzese, ex numero uno del mondo, trionfatore due volte a Wimbledon (nel 2013 e nel 2016), da poco rientrato nel circuito dopo circa un anno di stop forzato, a causa di problemi all'anca destra, sarà subito chiamato a un test probante contro il francese Benoit Paire, dodici mesi fa giunto in ottavi sul verde di Londra. In caso di approdo al terzo turno Murray dovrebbe incrociare la racchetta con Del Potro

GLI ITALIANI - Nel lotto delle teste di serie anche due italiani, ovvero Fabio Fognini e Marco Cecchinato, eroico sul rosso del Roland Garros ma chiara "incognita" sul verde. Il ligure, numero 16 della classifica mondiale e 19° favorito, esordirà contro il giapponese Taro Daniel, numero 87 Atp. Il siciliano, 31 del mondo e 29 del seeding, sfiderà al debutto l'australiano Alex De Minaur, 77 della classifica internazionale. Con loro altri tre italiani ammessi di diritto. Si tratta di Matteo Berrettini (80 del mondo), opposto allo statunitense Jack Sock (numero 15 Atp), di Andreas Seppi (43 del mondo), che debutta contro John Patrick Smith (numero 211 Atp), proveniente dalle qualificazioni, e di Paolo Lorenzi (86 del ranking internazionale), sorteggiato contro il serbo Laslo Djere (101 del mondo). Seguono i due azzurri "qualificati", ovvero Thomas Fabbiano (121 della classifica Atp), che sfiderà l'indiano Yuki Bhambri (85 del mondo), e Stefano Travaglia (138 del ranking internazionale), opposto all'australiano John Millman (numero 62 Atp). Infine, i due italiani "ripescati": Lorenzo Sonego (122 del mondo) troverà dall'altra parte della rete lo statunitense Taylor Fritz (68 del ranking internazionale), mentre Simone Bolelli (158 Atp) sfiderà l'uruguaiano Pablo Cuevas (73 del mondo).

TORNEO FEMMINILE - Tanta incertezza, a ruota, nel singolare femminile. Le favorite sono la spagnola Garbine Muguruza, vincitrice della passata edizione, la ceca Petra Kvitova, che cerca il tris dopo i successi a Londra del 2011 e del 2014, e la rumena Simona Halep, mai oltre le semifinali a Wimbledon ma reduce dal trionfo al Roland Garros.Seguono nei pronostici le due grandi "incognite", ovvero la statunitense Serena Williams e la russa Maria Sharapova. A chiudere la carrellata l'unica azzurra al via nel draw rosa, la marchigiana Camila Giorgi, numero 56 del mondo, opposta all'esordio alla lettone Anastasija Sevastova, numero 21 del ranking Wta.

 

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti