Tennis: Cecchinato di lusso, campione a Buenos Aires
© EPA
Tennis
0

Tennis: Cecchinato di lusso, campione a Buenos Aires

Terzo titolo in carriera per l'azzurro che domina Diego Schwartzman e festeggia il nuovo best ranking al numero 17

BUENOS AIRES - Tre titoli in tre finali. Tre indizi che provano una mentalità vincente quando la partita conta. Marco Cecchinato domina Diego Schwartzman 6-1 6-2 e conquista il primo trofeo stagionale a Buenos Aires, che si aggiunge ai successi di Umag e Budapest dell'anno scorso, tutti sulla terra battuta. Con questo successo, Cecchinato sale al numero 17 del mondo e ritocca il suo best ranking.

CECCHINATO DELUXE NEL PRIMO SET - E' aggressivo da subito il siciliano che manca due palle break nel primo game di risposta. Cecchinato, impeccabile al servizio, spinge sulla diagonale del rovescio e fa salire la tensione dell'argentino che consegna il primo break con il secondo doppio fallo (3-1). In totale controllo, Cecchinato risponde a braccio sciolto e sfodera un rovescio da applausi con cui sale 5-1. Pennella un tennis elegante quanto potente, l'azzurro, che vanta il primato nel torneo per punti vinti con e contro la seconda. L'argentino Schwartzman, alla quinta finale in carriera, la prima in un torneo di casa, fatica a contrastare la spinta costante di Cecchinato col rovescio carico in diagonale. E' troppo falloso da fondo il Peque, reduce dalla maratona in semifinale con Thiem (i due giocano insieme il doppio e sono arrivati in finale). Cecchinato, invece, in versione deluxe veleggia verso il 6-1.

TRIONFO AZZURRO - E continua una serie di sette giochi di fila prima che Schwartzman si sblocchi. L'azzurro rimane impeccabile, continuo da fondo, raffinato nelle esecuzioni di volo. Il dritto lo aiuta a tenere il servizio nel cruciale sesto gioco e allungare 4-2. La partita si mette definitivamente in discesa per Cecchinato che firma il secondo break del set, al termine del game più lungo del match, poi si invola verso la vittoria.

Vedi tutte le news di Tennis

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti