La Cocciaretto si arrende alla Kucova in finale agli Open di Praga

La 19enne marchigiana, che sale al numero 129 della classifica Wta, è stata sconfitta dalla slovacca col punteggio di 6-4, 6-3, 18esima forza del seeding
© Getty Images

PRAGA (Repubblica Ceca) - Niente da fare per Elisabetta Cocciaretto nella finale del "Prague Open", WTA 125k (l'equivalente dei challenger maschili più prestigiosi) ma stavolta con un montepremi da favola - 3.125.000 dollari grazie al contributo dell'Usta, la Federazione americana, che ha "compensato" la cancellazione delle qualificazioni degli Us Open (il tabellone è infatti a 128 posti) - svoltosi sulla terra rossa del Tennis Club Sparta Praga, nella capitale della Repubblica Ceca. La 19enne tennista marchigiana, n.144 Wta e seconda favorita del torneo, si è arresa con il punteggio di 6-4, 6-3 alla slovacca Kristina Kucova, 18esima forza del seeding.

La Cocciaretto sarà numero 129 Wta

L'azzurra si può parzialmente consolare con il suo nuovo best ranking: lunedì salirà al numero 129 della classifica. Un'ascesa che conferma la buonissima stagione che sta disputando Elisabetta: a inizio agosto a Palermo, il torneo della ripartenza dopo il lock-down, ha centrato i suoi primi quarti in un appuntamento del circuito maggiore e nel ricco Wta 125k praghese ha vinto sei match perdendo solo un set prima della finale. C'è un po' di Italia anche nella finale del doppio grazie a Giulia Gatto-Monticone: la 32enne torinese e l'argentina Nadia Podoroska si giocano il titolo con la bielorussa Lidziya Marozava e la rumena Andreea Mitu, settime favorite del seeding.

Tennis, Suarez Navarro: "Ho il linfoma di Hodgkin"
Guarda il video
Tennis, Suarez Navarro: "Ho il linfoma di Hodgkin"

Commenti