L'Australian Open slitta ancora, si giocherà l'8 febbraio

Il torneo di tennis più famoso del continetne dell'emisfero australe sarà posticipato nuovamente dopo il rinvio per la pandemia
L'Australian Open slitta ancora, si giocherà l'8 febbraio© Getty Images

MELBOURNE - L'Australian Open slitta ancora. Come riportano i quotidiani The Age e Sydney Morning Herald, che hanno visionato una lettera mandata ai giocatori dal direttore del torneo Craig Tiley, il torneo di tennis non comincerà non il 18 gennaio. La manifestazione è stata rinviata ulteriormente all'8 febbraio, secondo un rigido provvedimento anti-Covid. Inoltre, i tennisti dovranno osservare una quarantena di 14 giorni dopo il loro arrivo, durante il quale, però, potranno allenarsi a patto che risultino negativi al tampone. "C'è voluto un po' ma la grande notizia è che sembra che riusciremo a organizzare l'Australian Open dall'8 febbraio". Sono queste le parole di Tiley ai giocatori che dovrebbero sbarcare a Melbourne dal 15 gennaio al 17 e la quarantena scatterà solo quando tutti saranno arrivati in Australia. Infine, i giocatori potranno lasciare l'hotel solamente per 5 ore, due per gli allenamenti, due per il potenziamento in palestra e una per mangiare, con la possibilità di lasciare l'hotel solo per il Melbourne Park e per l'Albert Reserve Tennis Centre.

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti