Toronto, Musetti squalificato per violazione protocollo anti Covid

Il 19enne di Carrara ha ricevuto del cibo a poche decine di metri dall'albergo. La security lo ha notato denunciandolo ai responsabili del torneo
Toronto, Musetti squalificato per violazione protocollo anti Covid© EPA

TORONTO (CANADA) - Le speranze di Lorenzo Musetti di strappare un posto a Toronto nel tabellone principale del "National Bank Open", quinto ATP Masters 1000 stagionale, sono state vanificate da un episodio che ha dell'incredibile. Il 19enne di Carrara è stato infatti escluso dal torneo con la motivazione ufficiale "di aver violato il protocollo anti-Covid 19" uscendo dalla bolla predisposta dagli organizzatori. In realtà è accaduto che a Toronto è stata messa a disposizione un'auto per ogni giocatore e senza autista proprio per evitare contatti con altre persone, però Lorenzo aveva bisogno di mangiare, in hotel non era più possibile, e gli è stato consigliato un "delivery" a poche decine di metri dall'albergo, dove per pagare serviva la sua carta di credito. Purtroppo il servizio online con recapito dell'ordinazione direttamente in hotel non funzionava e a Musetti è stato detto che doveva recarsi personalmente. La security lo ha notato mentre si procurava il cibo e ha considerato questa una violazione del protocollo, denunciandolo ai responsabili del torneo, che hanno così preso il provvedimento di escluderlo dalla competizione, sostituendo dunque il giovane azzurro nel tabellone di qualificazione con l'australiano Max Purcell. Peccato che i giocatori nel percorso dall'impianto che ospita il torneo all'albergo possono tranquillamente fermarsi in qualunque ristorante o supermercato per acquistare del cibo.

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti