"Felici per i video di Peng Shuai, ma non sono sufficienti"

Secondo la Wta i video non chiarirebbero le reali condizioni di salute e di libertà della tennista cinese
"Felici per i video di Peng Shuai, ma non sono sufficienti"© EPA
TagsPeng ShuaiWta

 "Sono felice di vedere i video rilasciati dai media statali cinesi che sembrano mostrare Peng Shuai in un ristorante a Pechino. Sebbene sia positivo vederla, non è chiaro se sia libera e in grado di prendere decisioni e intraprendere azioni da sola, senza coercizione o interferenze esterne. Questo video da solo è insufficiente. Come ho affermato dall'inizio, rimango preoccupato per la salute e la sicurezza di Peng Shuai e per il fatto che l'accusa di violenza sessuale sia stata censurata e nascosta sotto il tappeto. Sono stato chiaro su ciò che deve accadere e il nostro rapporto con la Cina è a un bivio".

Il presidente del Ceo e Wta

Così Steve Simon, presidente e CEO di WTA sul recente video pubblicato dai media statali cinesi su Peng Shuai, la tennista cinese che dopo aver denunciato un leader politico di averla aggredita sessualmente era letteralmente scomparsa.

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti