Musetti re di Amburgo, Pietrangeli assicura: "E' il mio erede"

Dopo il successo nell'Atp 500 in Germania, il 20enne toscano si prende gli elogi del più grande tennista italiano di tutti i tempi: "L'ho chiamato per fargli i complimenti"
Musetti re di Amburgo, Pietrangeli assicura: "E' il mio erede"© Getty Images
1 min
Tagsmusettipietrangeli

ROMA - Un successo in finale coontro Alcaraz ha incoronato Lorenzo Musetti re di Amburgo. Un successo straordinario per il 20enne toscano, alla sua prima vittoria in un torneo Atp 500, che dopo la gioia si gode gli elogi di tutto il pubblico italiano. A rendere tutto ancora più magico sono le parole di Nicola Pietrangeli: "Ho chiamato Musetti per fargli i complimenti, dirgli che mi ricorda noi vecchi giocatori e può arrivare ovunque. Gli ho detto bravo dieci volte". Dal più grande giocatore italiano di tutti i tempi arriva una vera e propria investitura per Musetti: "E' stato fantastico, ha giocato da campione ieri ho cercato il suo numero, mi ha risposto dandomi del lei, ma io gli ho detto che non si deve azzardare e mi deve dare del tu. Per me è l'italiano che gioca meglio".

Musetti vince il primo Atp della carriera: l'azzurro premiato ad Amburgo
Guarda la gallery
Musetti vince il primo Atp della carriera: l'azzurro premiato ad Amburgo

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti