Federer, il ritiro e il retroscena: "Ho pianto, il tennis mi ha dato tutto"

Il campione svizzero ha parlato per la prima volta dopo l'annuncio del suo addio: "Sono felice della carriera che ho fatto"
Federer, il ritiro e il retroscena: "Ho pianto, il tennis mi ha dato tutto"© Getty Images for Laver Cup
2 min
TagsFederer

LONDRA (Inghilterra) - "Non è stata una giornata facile, ero molto commosso. Al momento dell'annuncio, erano più colpiti i miei genitori e Mirka, io ero un pò più rilassato. Poi ho pianto, una lacrima, forse due, ma sono felice e felice di aver fatto questo passo , sono molto sollevato e felice di aver fatto la carriera che ho fatto”. Arrivato a Londra per la Laver Cup, Roger Federer si è confidato per la prima volta dopo l'annuncio del suo ritiro sui social: "All'inizio dell'estate sentivo che i miei progressi non erano soddisfacenti - ha sipegato Re Roger - che il mio ginocchio non andava. A Wimbledon ci credevo ancora, poi ho fatto degli esami e non è stato il massimo, non c'erano progressi. Nel giro di pochi giorni ho pensato che fosse finita".

Federer: "Felice della carriera che ho fatto"

Una carriera ricca di successi e di grandi ricordi per Roger Federer che racconta i momenti più emozionanti: "Ce ne sono stati tanti. Il ritorno in Australia nel 2017 (vittoria in 5 set in finale contro Rafael Nadal), il Roland-Garros 2009 (vittoria in finale contro Robin Soderling), il 1° Wimbledon, la vittoria contro Pete Sampras nel 2001 (in 5 set) che era irreale”. Ora Federer guarda al futuro: "Vorrei organizzare un'esibizione con gli altri giocatori e spero di farlo nei prossimi 6 mesi. Io stesso non so esattamente come sarà il mio futuro, ma non vorrei averlo lontano da questo sport che mi ha dato tutto”.


Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti