Australian Open, Sinner lotta ma si arrende a Tsitsipas: fuori agli ottavi

Una vera e propria battaglia sul cemento del Melbourne Park: a passare il turno è il greco in cinque set con il punteggio di 6-4, 6-4, 3-6, 4-6, 6-3 in quattro ore di gioco
3 min
TagsAustralian Open

MELBOURNE (AUSTRALIA) - Una vera e propria battaglia quella che è andata in scena negli ottavi di finale sul campo in cemento di Melbourne Park agli Australian OpenJannik Sinner ha lottato fino alla fine dando il massimo, ma alla fine si è dovuto arrendere a Stefanos Tsitsipas dopo ben cinque set di partita in quattro ore di gioco. Il greco ha passato il turno con il punteggio finale di 6-4, 6-4, 3-6, 4-6, 6-3, avanzando ai quarti di finale nonostante la clamorosa rimonta dell'azzurro dopo i primi due set. Per Sinner termina qui l'avventura in Australia, ottenendo lo stesso risultato dello scorso anno.

Tsitsipas-Sinner, non basta una clamorosa rimonta

Inizio da incubo per Sinner, che tra errori di dritto e sul servizio si ritrova sotto di due set contro il numero 4 al mondo, impeccabile e che sfrutta bene gli errori del rivale. Cambia tutto nel terzo set, con l'altonesino che torna in campo con un atteggiamento totalmente diverso, conscio di non poter concedere più nulla al greco. Sinner comincia a mancinare punti e approfittando anche di un calo fisico di Tsitsipas vince due set di fila portando la sfida al quinto e decisivo set. Una clamorosa vittoria dal 2-0 iniziale sembra possibile, ma il greco si ricompone nel finale e riporta la partita in suo favore allungando fino al 5-2. Sinner non molla e prova ancora a reagire ma è troppo tardi: Tsitsipas si prende l'ultimo set per 6-3 e stacca il pass per i quarti di finale. Tanti rimpianti per Sinner, che non è riuscito a sfruttare a pieno il momento positivo dopo la rimonta a sorpresa. Una prestazione comunque da applausi quella dell'altonesino, che chiude questo Australian Open agli ottavi di finale, lo stesso risultato dello scorso anno.

Sinner: "Questa sconfitta fa male"

Così l'altonesino in conferenza stampa: "Ho sbagliato al quinto set, ero vicino alla vittoria. Ho servito peggio e lui meglio. Peccato, la partita era buona, stavo giocando in modo giusto, anche i primi due set erano di ottimo livello. Al quinto ho provato a spingere ma non è andata bene. Mi alleno per questo, mi sento più forte fisicamente, potevo stare ancora in campo. Fa male uscire così ma andiamo avanti".


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti