Djokovic immenso, battuto Del Potro. In semifinale affronterà Schwartzman

Il serbo ha superato l'argentino in un  match destinato a rimanere nella storia degli Internazionali d'Italia. Il numero 9 della classifica ATP, dopo aver martellato per oltre tre ore, si è dovuto arrendere allo strapotere di Nole

© Getty Images

ROMA - Quello tra Djokovic e Del Potro è un match destinato a rimanere nella storia degli Internazionali BNL d'Italia. Oltre tre ore di grande tennis, dove sia il serbo che l'argentino non si sono risparmiati, regalando al pubblico del Centrale un match straordinario. L'argentino, reduce da un infortunio, ha messo in campo tutto quello che aveva, ritrovando alcuni colpi che dopo il problema al polso non aveva più mostrato, come il rovescio lungolinea. Dopo aver vinto il primo set 6-4, Del Potro ha avuto due match point e, forse per la "paura" di vincere, non è riuscito ad avere la freddezza per chiudere i giochi, sciupando il servizio con un dritto che si è infranto sulla rete.

Correa e la sua Desiré...al bacio: festa anche agli Internazionali di Roma
Guarda la gallery
Correa e la sua Desiré...al bacio: festa anche agli Internazionali di Roma

Djokovic ha avuto il merito di crederci fino alla fine e resistere alle bordate dell'argentino, giocando spesso il drop per costringere l'avversario a entrare dentro il campo. Recuperato il risultato e chiuso il secondo set al tiebreak, il numero uno della classifica ATP, ha vinto anche il terzo 6-4, liberando tutta la propria gioia al termine di un match memorabile durato oltre tre ore. Djokovic ora partirà da favorito nella semifinale contro Schwartzman, nel match serale che non inizierà prima delle 20. L'altra semifinale vedrà di fronte il greco Tsitsipas, che dopo aver battuto Sinner e Fognini, si è qualificato in semifinale in virtù del ritiro di Roger Federer, contro il "re" della terra rossa Rafa Nadal. 

Colpo di scena: Federer si ritira dagli Internazionali
Guarda il video
Colpo di scena: Federer si ritira dagli Internazionali

Da non perdere





Commenti