Nadal: "Con Sinner uno degli esordi più difficili"

Il campione spagnolo ha elogiato così il tennista azzurro, ma ha anche sottolineato come non sia affatto pronto a farsi da parte con i più giovani
Nadal: "Con Sinner uno degli esordi più difficili"

Rafael Nadal, nonostante la deludente uscita di scena ai quarti di finale di Madrid, si sente pronto a continuare la sua rincorsa al 14° Roland Garros e non ci sta a lasciare spazio ai giovani emergenti, a cominciare da un Jannik Sinner che domani proverà a fermarlo senza paura sulla terra rossa degli Internazionali di Roma.

Lady Schwartzman, relax tra le vie di Roma
Guarda la gallery
Lady Schwartzman, relax tra le vie di Roma

"Sinner uno degli esordi più difficili"

"Vinciamo meno che in passato, io, Djokovic e Federer? È una cosa logica, dopo 15-20 anni in cui abbiamo vinto tanti grandi tornei, e per giunta quando abbiamo 34 e 39 anni. Ci sono tanti emergenti che stanno giocando molto bene in questo periodo, ed è naturale che i giovani facciano meglio di noi in alcune occasioni. Nulla è per sempre. Spero che non sia ancora arrivato il loro momento negli Slam, ma in ogni caso io continuerò a lottare fino a che ne avrò la possibilità. Giocare contro Sinner è uno degli esordi più difficili che mi potessero capitare. Sta migliorando ogni giorno, è in fiducia, ha giocato molto bene a Miami. Colpisce molto forte la palla, è completo e si muove bene".

Novak Djokovic e Fiorello: la sfida sul campo da tennis
Guarda il video
Novak Djokovic e Fiorello: la sfida sul campo da tennis

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti