Djokovic e la frase su Sinner in conferenza che infiamma la finale

Il fuoriclasse serbo antepone la propria esperienza all’exploit del tennista italiano, e per questo pensa di prevalere alle NItto Atp Finals
2 min

TORINO - Un tennista della new generation punta al titolo, un altro della vecchia guardia cercherà di confermarsi ai vertici del tennis mondiale. Sinner-Djokovic non è soltanto la finale delle Nitto ATP Finals 2023, ma anche un confronto generazionale che potrebbe segnare un passaggio di consegne tra chi ha dominato il mondo del tennis negli ultimi quindici anni e chi potrebbe dominarlo per i prossimi tre lustri.

Le parole di Djokovic

Il tennista serbo è stato battuto dall’italiano durante la partita del girone, ma come ogni grande campione cercherà di trarre al massimo da quel passo falso. “La sconfitta nel girone contro Sinner è un valore aggiunto - sottolinea il campione di Belgrado - è un ottimo strumento di preparazione per capire cosa dovrò fare di meglio per vincere. Lui punta al suo primo trofeo. Io mi sto giocando il mio settimo titolo alle World Tour Finals di fine anno”.

Djokovic, un’autostima immutata

“Aver già giocato contro Sinner in questo tipo di atmosfera mi aiuterà a prepararmi meglio - conclude il tennista serbo - la prestazione contro Alcaraz mi dà buone sensazioni in vista della finale, perché contro lo spagnolo ho avuto modo di giocare il mio miglior match del torneo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti