Corriere dello Sport

Universiadi, Gattuso chiama a raccolta i tifosi:
© LAPRESSE
Universiadi
0

Universiadi, Gattuso chiama a raccolta i tifosi: "Domani tutti all'Arechi"

Gli Azzurrini di Arrigoni si giocano una medaglia contro il Giappone detentore del titolo. L'ex allenatore del Milan non fa mancare il proprio appoggio all'ItalCalcio

NAPOLI - L'appuntamento con l'Italia del calcio allenata da Daniele Arrigoni per le Universiadi si gioca la semifinale con il Giappone detentore del titolo domani allo stadio Arechi alle ore 21. Dopo aver battuto la Francia ai quarti e Messico e Ucraina prima, gli Azzurrini si giocano una medaglia importante ed è lo stesso Arrigoni ad esserne consapevole: "Ora ci sono i nipponici, che da due anni si preparano per questo obiettivo. Ma noi giochiamo in casa, a casa nostra, con un pubblico che mi auguro numeroso e che finora ci ha trascinato. E quindi nulla è scontato, ci crediamo". Proprio a proposito del pubblico, è importante l'appello che un ex Salernitana fa ai tifosi di Salerno: Gennaro Gattuso, infatti, ex allenatore del Milan non fa mancare il proprio appoggio all'ItalCalcio per non permettere a nessuno di sottovalutare questa competizione e il lavoro di questi ragazzi. Con queste parole, Rino Gattuso si espone a favore degli Azzurrini: "Domani tutti all'Arechi a sostenere gli azzurrini che incontreranno il Giappone". Questo è l'invito di 'Ringhio' ai tifosi salernitani. Gattuso - che ha giocato una stagione nella Salernitana (1998/99) - lancia un appello per la giovane Nazionale Universitaria che si sta conquistando simpatia e consensi a suon di vittorie: 3 su 3. "Giocheremo contro la squadra favorita per la vittoria finale delle Universiadi - le parole di Gattuso -. Aiutiamoli con il tifo, facciamo sentire ai ragazzi della Nazionale il calore. Io lo so quanto i tifosi siano importanti per chi gioca. Che gioia potremmo provare insieme. Subito dopo potremo puntare all'oro. L'Arechi diventi il luogo sacro del successo per i veri italiani. Sono studenti universitari e grandi giocatori, io sono con loro e in bocca al lupo, consumate tutte le energie che avete! Ne vale la pena: lo fate per il tricolore". Nel tredicesimo anniversario della vittoria della Coppa del Mondo 2006, l'ex granata Gattuso è uno che sa bene cosa significa giocare per il tricolore e vuole trasmetterlo a tutti con il suo solito stile.

Universiadi giorno 7: la medaglia di Chiara di Marziantonio

Tutte le notizie di Universiadi

Per approfondire

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...

In edicola

Prima pagina