Corriere dello Sport

Volley

Vedi Tutte
Volley

Nazionale, Zaytsev opposto è una scelta obbligata

Nazionale, Zaytsev opposto è una scelta obbligata

Nella seconda parte della stagione Ivan torna al suo ruolo prediletto, altrimenti con l'arrivo di Juantorena, sarebbe stato sacrificato Lanza. L'importanza della duttilità dell'azzurro di origini russe

 Leandro De Sanctis

mercoledì 5 agosto 2015 21:57

ROMA - Non è possibile conoscere il percorso che avrebbe compiuto Mauro Berruto se fosse rimasto ct. Ma nel momento in cui il successore Blengini annuncia, anzi conferma, che Ivan Zaytsev nella sua Italia giocherà nel ruolo di opposto, non è azzardato affermare che probabilmente, molto probabilmente, Zaytsev sarebbe tornato al suo ruolo prediletto anche con Berruto. Una scelta che diventa quasi obbligata, perchè utilizzare Ivan in banda, adesso che nella batteria di schiacciatori c’è a disposizione anche un campione come Juantorena, comporterebbe il sacrificio di Filippo Lanza nel sestetto base. Ivan è parso trovarsi molto bene con Giannelli a servirlo e indubbiamente ciò è un buon punto di partenza. Obiezione: perchè allora Ivan è stato schierato schiacciatore nella World League? Beh, la duttilità dei giocatori è fondamentale anche nel volley, e in caso di necessità, avendo Vettori e/o Sabbi come opposto di riserva, la carta Zaytsev schiacciatore è una risorsa in più a disposizione della Nazionale.

Per Approfondire

Commenti