Roma scintillante contro Ottaviano

La squadra di Budani si impone per la prima volta per 3-0 dando un calcio alla crisi
Roma scintillante contro Ottaviano© Smi Roma
Tagsa3Smi RomaFalù

ROMA- E' arrivato finalmente il primo successo per 3-0. La Smi Roma Volley ha vinto e convinto contro la Falù Ottaviano in una gara a senso unico dall'inizio alla fine, una vittoria meritata, mai messa in discussione, una prova cristallina e un gioco che si è visto in maniera emblematica. Una Roma capace di conquistare i tre punti (salendo così in classifica a 9) in 1 ora e 20 minuti, i ragazzi di Budani hanno impresso il proprio ritmo fin dalle prime battute, primo e secondo set filati via lisci come l'olio, così, dopo aver preso un vantaggio di qualche lunghezza, a metà parziale l'allungo e poi la chiusura. Inizio di terzo set più equilibrato con Ottaviano che ha riprovato a rimettersi in carreggiata, ma dal 13-9 solo Roma in campo che ha battuto molto bene, offerto un'ottima fase break con un contrattacco importante (49%) e un cambiopalla regolare (57%), anche a muro le cose sono andate egregiamente con 11 palloni a terra, Antonucci e Coggiola hanno mantenuto un livello alto in attacco (oltre 62%) e muro (7 in due). É arrivato il mese di dicembre e si sta vedendo anche il gioco con un'intesa che cresce.

I PROTAGONISTI-

Matteo Coggiola (SMI Roma)- « Era la partita che ci serviva per superare questo momento, in cui stiamo giocando bene, ma senza portare a casa punti, stavolta oltre la prestazione è arrivata la vittoria. Contro Ottaviano ha girato per il meglio, abbiamo messo in pratica quello che avevamo studiato, abbiamo murato dove serviva e battuto sull'obiettivo. Se tutti danno il proprio contributo e un 5 % siamo competitivi. Prossimo passo è mantenere il livello di oggi e allenarci bene, replicando questa gara perchè il campionato è lungo e nessuna partita è scontata ».

 

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti