Corriere dello Sport

A2 maschile

Vedi Tutte
A2 maschile

Volley: A2 Maschile, Civita Castellana riporta in Italia Damiano Valsecchi

Volley: A2 Maschile, Civita Castellana riporta in Italia Damiano Valsecchi
© Legavolley

Il forte centrale, scuola Trento, torna a giocare nel nostro campionato dopo l'esperienza a Lugano nei "Dragoni". Sarà a disposizione di Spanakis dal 25 agosto

Sullo stesso argomento

 

lunedì 22 agosto 2016 10:03

CIVITA CASTELLANA (VITERBO)- Dopo l’esperienza nella squadra dei “Dragoni” di Lugano torna a giocare in Italia il centrale Damiano Valsecchi, ultimo arrivo in casa della Ceramica Globo Civita Castellana dove ritrova Alessandro Preti, suo compagno a Milano in Superlega nella stagione 2014/2015 e a Roma con il Club Italia nel 2010/2011, e Manuele Marchiani con cui ha condiviso l’esperienza in A2 del Club Italia del 2011/2012. Si aggregherà ai nuovi compagni il prossimo 25 agosto.

LA CARRIERA-

Prodotto  Scuola prestigiosa quella trentina, dove ha mosso i primi passi prima di approdare al Club Italia, tornare a Trento in A1 nella stagione 2012-2013 e poi partire alla volta di Milano dove ha giocato tra A2 e Superlega. Nell’ultima stagione è stato a Lugano nel campionato svizzero, partecipando anche alla CEV Champions League. Nelle squadre in cui ha militato è maturato pallavolisticamente accanto a tanti mostri sacri del volley nostrano, rubando con gli occhi, crescendo rapidamente sotto il profilo tecnico e umano e scegliendo la Ceramica Globo Civita Castellana per il suo ritorno nel Campionato Italiano, dove vestirà la maglia rossoblù numero 17 mettendo i suoi 200 cm al centro del taraflex viterbese. Nella sua personale bacheca figurano già uno Scudetto e una Coppa Italia di A1 vinte con Trento e un bottino di 373 punti nelle 7 stagioni di serie A disputate fino ad oggi (3 in A1 e 4 in A2).

LE PAROLE DI DAMIANO VALSECCHI-

« Sono felice di aver firmato con Civita Castellana. Dopo la parentesi svizzera dello scorso anno, avevo voglia di tornare a confrontarmi nel campionato Italiano e farlo in una squadra con obbiettivi importanti è sicuramente il modo giusto per rientrare. Il mio personale ringraziamento va al coach Spanakis in primis e alla dirigenza che mi hanno voluto, cercato e convinto subito a sposare il progetto.

Credo sia stata fatta una buonissima campagna acquisti e sono sicuro che troverò l'ambiente giusto per continuare a crescere sotto ogni aspetto tecnico, anche grazie ai compagni di squadra che in gran parte già conosco da compagni o avversari. Ora attendo solo di iniziare a lavorare con lo staff e la mia nuova squadra, ma soprattutto non vedo l’ora di conoscere il pubblico civitonico per regalare a loro a noi tante soddisfazioni ».

Articoli correlati

Commenti