Corriere dello Sport

A2 maschile

Vedi Tutte
A2 maschile

Volley: A2 Maschile Girone Blu, Bergamo fa suo il derby di Cantù

Volley: A2 Maschile Girone Blu, Bergamo fa suo il derby di Cantù
© Legavolley

Gli uomini di Graziosi bissano il successo dell'andata andando a vincere nettamente al PalaParini. 0-3 (21-25, 24-26, 21-25) il risultato finale. Protagonista uno scatenato Hoogendoorn che ha messo a segno 18 punti

Sullo stesso argomento

 

domenica 8 gennaio 2017 18:24

CANTU' (COMO)- Bergamo asfalta Cantù in un derby che, contrariamente ai pronostici, non ha avuto storia. Come all’andata, stesso orario (le 12), stesso punteggio (3-0) e vittoria ancor più pesante. E non solo per una prova di forza assoluta in un PalaParini che avrebbe voluto spingere la Libertas alla terza vittoria consecutiva e a riaprire le speranze di quinto posto. Il tris invece lo cala una splendida Caloni Agnelli che manda a – 7 Alborghetti e compagni ed entra nella “zona rossa” grazie al sorpasso su Civita, sconfitta 1-3 in casa da Reggio Emilia.
Una domenica che assume ancor più valore alla luce della qualità e dall’intensità messa sul taraflex dai ragazzi di Graziosi, partiti subito forte sin dall’inizio del match. L’approccio dunque ha finalmente fatto la differenza a favore dei bergamaschi ed ha tarpato le ali ad un avversario apparso smarrito, forse per la tensione del derby, nonostante fosse  reduce da due 3-0 e potesse giocare con il morale a mille.

Ad andare a mille è stata invece diagonale rossoblu formata da uno Jovanovic che si conferma su standard elevatissimi e da un Hoogendoorn cecchino implacabile nelle fasi clou del match. Come con l’ace per il 14-18 nel primo parziale, rinvigorito da un triplo squillo di Luppi (ancora in versione maxi, 11 punti di cui 4 a muro) fino alla chiusura di Cavuto. I padroni di casa provano a mettere la freccia alla ripartenza (12-11), ma ci pensa ancora l’olandese a ribaltare tutto con servizio e attacco, Richards impatta a 18, Monguzzi timbra l’allungo con Luppi rintuzza e poi ci pensa nuovamente un doppio Hoogendoorn (pazzesco il primo lungolinea) a fare 2-0. Bergamo – che nello starting aveva presentato Erati per Cioffi e poi aveva mandato in scena la danza tra i liberi De Angelis e Franzoni – dimostra d’aver fatto tesoro delle rimonte subite in passato e stavolta tiene alla grande, fisicamente e psicologicamente capitalizzando anche qualche distrazione dei canturini. Jovanovic si esalta con muro ed ace (13-17) e poi una prima intenzione d’antologia allontana il rischio rimonta (19-22) mentre tocca ancora ad Hoogendoorn (17 punti e 52%) far esplodere i tifosi rossoblu giunti in gran numero in Brianza.

I PROTAGONISTI-

Massimo Della Rosa (Allenatore Pool Libertas Cantù)- « Ci è mancata un po’ di intensità nella fase break rispetto al match di Reggio Emilia. Bergamo con Jovanovic in regia ci ha sempre messo in difficoltà. Guardando i parziali dei set, abbiamo sempre perso con scarti minimi. Se ripenso ad alcune situazioni possiamo recriminare di non essere stati in grado di difendere palle che non erano pericolose. Abbiam regalato punti dove gli avversari non avevano costruito attacchi insidiosi. L’orario mattutino è sicuramente infelice per chi deve giocare, c’è chi reagisce in un modo chi in altro. Noi abbiam avuto qualche giocatore un po’ appannato ».

Gianluca Graziosi (Allenatore Caloni Agnelli Bergamo)- « Rispetto all’andata questa è stata un’altra partita. Da noi Cantù aveva troppi giocatori con problemi fisici. Qui abbiamo giocato sempre punto a punto su tutti i palloni. Sapevamo che per il Pool Libertas questa era l’ultima spiaggia. Eravamo pronti ad arrivare anche al 23-23 e mettere pressione agli avversari. Credo che comunque anche Cantù abbia fatto una buona partita ».

IL TABELLINO-

POOL LIBERTAS CANTÙ - CALONI AGNELLI BERGAMO 0-3 (21-25, 24-26, 21-25)

POOL LIBERTAS CANTÙ: Gerosa 1, Riva 11, Alborghetti 9, Alexandre De Oliveira 8, Richards 13, Monguzzi 9, Boffi (L), Butti (L). N.E. Olivati, Laneri, Cordano, Mazza, Cominetti. All. Della Rosa.

CALONI AGNELLI BERGAMO: Jovanovic 6, Pierotti 7, Luppi 11, Hoogendoorn 18, Cavuto 8, Erati 4, Franzoni (L), De Angelis (L), Marsili 1, Innocenti 0. N.E. Carminati, Cioffi, Gamba. All. Graziosi.

ARBITRI: Bassan, Noce.

NOTE - durata set: 23', 29', 27'; tot: 79'.

Articoli correlati

Commenti