Volley: A2 Maschile, Play Off Promozione, Bergamo e Piacenza vincono Gara 1
A2 maschile
0

Volley: A2 Maschile, Play Off Promozione, Bergamo e Piacenza vincono Gara 1

Nelle due sfide che hanno aperto le Semifinali Play Off rispettato il fattore campo. La squadra di Spanakis supera Cantù, quella di Botti si impone su Spoleto

ROMA- Olimpia Bergamo e Gas Sales Piacenza rispettano il pronostico e fanno rispettare il fattore campo in Gara 1 delle Semifinali Play Off Promozione superando, con l'identico punteggio di 3-1, la Pool Libertas Cantù e la Monini Spoleto. Gara 2, che può essere decisiva, si giocherà lunedì 22 alle 18.00.

 LE DUE SFIDE-

OLIMPIA BERGAMO – POOL LIBERTAS CANTÙ-

 L’Olimpia Bergamo vince il primo round della Serie di Semifinale Play Off contro la Pool Libertas Cantù interrompendo la striscia di sei vittorie consecutive della squadra di Cominetti. Prova convincente della squadra di Spanakis mentre i canturini, soprattutto in attacco e a muro, rispetto alle ultime uscite, si sono espressi a corrente alternata. Il servizio dei ragazzi di Coach Cominetti ha funzionato meno del solito, e i tanti errori hanno pesato sul risultato finale del match.

Coach Alessandro Spanakis risponde con Fernando Gabriel Garnica opposto a Yuri Romanò, con l’ex Nicola Tiozzo e Dmitriy Shavrak in banda, Alex Erati e Antonio Cargioli al centro, e Luca Innocenti libero. Luciano Cominetti alterna Mirko Baratti e Alessio Alberini in regia, Andrea Santangelo opposto, Roberto Cominetti e Alessandro Preti schiacciatori, Dario Monguzzi e Gabriele Robbiati centrali, e Luca Butti libero.

Il Pool Libertas parte a razzo, con Coach Spanakis a fermare subito il gioco (1-5). L’Olimpia sembra scuotersi e, aiutata da due errori di Santangelo, torna sotto (5-7). Robbiati passa regolarmente al centro, e i canturini allungano (6-12). Il divario tra le squadre rimane invariato, e Coach Spanakis chiama il suo secondo time-out (8-14). Gli orobici si scuotono e, aiutati da qualche errore di troppo degli ospiti, tornano sotto, con Coach Cominetti che vuole parlarci su (15-18). Al rientro in campo i padroni di casa non mollano, pareggiano nel finale e mandano il set ai vantaggi. Monguzzi mura Romanò, e il primo set è canturino (24-26).

Nel secondo set l’Olimpia vola 4-1 spinta da Romanò, ma Capitan Monguzzi riporta sotto i suoi (4-3). Shavrak rilancia l’azione di Bergamo, che allunga 9-5. Si lotta palla dopo palla, ma il divario tra le squadre resta invariato, con Coach Cominetti a fermare il gioco (18-14). I canturini non mollano, recuperano qualche punto ma non riescono a ricucire lo strappo. Il set finisce su un doppio cambio, regolare ma contestato dalla panchina bergamasca, che costa il cartellino rosso a Roberto Cominetti (25-22).

Nel terzo set i bergamaschi provano a scappare (7-4), ma Robbiati riporta sotto i suoi (8-7). Altro strappo da parte degli orobici con Tiozzo e Shavrak (11-8). I canturini non mollano e restano in scia agli avversari avvicinandosi più volte ma senza riuscire a raggiungerli nel punteggio. Chiude il set una battuta lunga di Cominetti (25-22).

Nel quarto set è il Pool Libertas a portarsi avanti 6-9, ma l’Olimpia pareggia già a quota 10. Si prosegue punto a punto ma con il pallino del gioco dalla parte degli orobici. Le squadre non si risparmiano, e il turno in battuta di Romanò è determinante per decidere le sorti del match. Sono due ace consecutivi dell’opposto macino che permettono ai padroni di casa di prendere il doppio vantaggio che sarà decisivo. Santangelo batte in rete e set e match sono di marca bergamasca (25-22).

I PROTAGONISTI-

Luciano Cominetti (Pool Libertas Cantù)- « Il gioco si è spento quando è venuto meno il nostro servizio. Siamo calati facendo molti errori e faticando nella costruzione di palle break. Nel quarto set abbiamo costruito tre palle break senza però metterle a terra. Purtroppo il nostro servizio non ha funzionato a dovere ».

I TABELLINO-

OLIMPIA BERGAMO – POOL LIBERTAS CANTÙ 3-1 (24-26, 25-22, 25-22, 25-22)

OLIMPIA BERGAMO: Garnica 1, Tiozzo 12, Cargioli 8, Romanò 11, Shavrak 17, Erati 8, Franzoni (L), Sette 2, Innocenti (L), Cristofaletti 0, Gritti 1. N.E. Cogliati, Marzorati, Cioffi. All. Spanakis.

POOL LIBERTAS CANTÙ: Baratti 1, Cominetti 10, Monguzzi 11, Santangelo 21, Preti 16, Robbiati 10, Rudi (L), Butti (L), Alberini 0. N.E. Suraci, Frattini, Danielli, Pellegrinelli, Gasparini. All. Cominetti.

ARBITRI: Prati, Santoro.

NOTE – durata set: 33′, 34′, 33′, 31′; tot: 131′.

GAS SALES PIACENZA – MONINI SPOLETO-

Spoleto non riesce ad arginare l’urto della Gas Sales Piacenza, che vince Gara 1 e si prende il vantaggio nella semifinale. Gli uomini di Tardioli approcciano bene il match, partono aggressivi e rimangono lucidi quando il pallone scotta. Ma non riescono a dare continuità al loro gioco e la banda di coach Botti, trascinata da un Sabbi letale al servizio, riprende il controllo della situazione imponendo il proprio ritmo nei successivi parziali. Una gara quasi senza sbavature quella dei piacentini, che però hanno compiuto solo metà dell’opera. La Monini Marconi dovrà sfruttare l’effetto Palarota e limare un po’ gli errori per allungare questa serie, con la grinta e il cuore che ha contraddistinto le ultime prestazioni.

Nelle file di Piacenza sono recuperati Fei e Klobucar ma nel sestetto di partenza le loro caselle sono occupate da Copelli e Mercorio. Francesco Tardioli non modifica l’assetto iniziale, la formazione è la stessa schierata nelle tre gare contro Castellana Grotte.

L’avvio degli ospiti è aggressivo, un bel muro vale il doppio vantaggio (4-6) che però viene subito annullato dai locali sempre con la stessa moneta. I piacentini annullano anche il secondo strappo degli ospiti e con il servizio di Yudin trovano il primo vantaggio (13-12). Tardioli ha il merito di chiamare il time out nel momento giusto: i suoi si rianimano subito e tornano avanti, anche se le pipe di Yudin sono in questa fase immarcabili. E allora le squadre arrivano appaiate a quota 20, mentre il Palabanca applaude il rientro in campo di Fei dopo l’infortunio. Il doppio ace di Sabbi regala due set point alla Gas Sales, la Monini non trema e con Fedrizzi al servizio ricuce lo svantaggio. In un finale al cardiopalma Padura Diaz è più preciso di Sabbi: 26-28.

Il primo break del secondo set è di marca biancorossa, l’ace di Tondo baciato dal nastro vale il 10-7. Sul 12-8 Tardioli vede volare via Piacenza e non può esimersi dal fermare il gioco. Stavolta l’inerzia non cambia, anzi, l’ace di Yudin spinge gli oleari a meno 6 lunghezze (16-10). Una reazione c’è dopo il secondo time out di Tardioli ma non è sufficiente a fermare l’ira di Sabbi e soci che scavallano i 20 a distanza di sicurezza (21-15). Il monologo biancorosso si conclude sul 25-18, c’è spazio anche per il primo punto di Fei dal centro.

I missili di Sabbi in battuta (6 ace per lui in due set e mezzo) fanno malissimo alla Monini Marconi, Tardioli è costretto a fermare il gioco sul 5-3. L’ex opposto dell’Azimut Modena è devastante anche in attacco, serve il muro su Klobucar a rianimare un po’ la Monini Marconi. Che comunque, con le unghie e con i denti, tenta di rimanere aggrappata a questo importantissimo set. Fedrizzi rimpiazza un dolorante Ottaviani e colpisce subito dalla seconda linea, fanno meglio però i padroni di casa col muro di Tondo su Zamagni che scrive il 18-14. Riparte da qui, come nel set precedente, il monologo dei padroni di casa, che viene chiuso stavolta dal tocco di seconda intenzione di Paris.

Sulle ali dell’entusiasmo la Gas Sales “azzanna” anche il quarto parziale, sbaglia pochissimo e sfrutta al meglio ogni minimo errore della Monini Marconi involandosi ben presto verso la conquista di Gara 1. Il sussulto finale dei ragazzi di Tardioli tiene un po’ sul fiato sospeso il pubblico del Palabanca, ma una incomprensione in difesa rende vana la rimonta. Vince Piacenza 25-22, Gara 1 prende la strada di casa.

IL TABELLINO-

GAS SALES PIACENZA – MONINI SPOLETO 3-1 (26-28, 25-18, 25-20, 25-22)

GAS SALES PIACENZA: Paris 5, Mercorio 1, Tondo 13, Sabbi 25, Yudin 14, Copelli 3, Cereda (L), Beltrami 0, Klobucar 5, Canella 0, Fei 6, Fanuli (L). N.E. Ingrosso, Ceccato. All. Botti.

MONINI SPOLETO: Zoppellari 3, Mariano 8, Zamagni 6, Padura Diaz 26, Ottaviani 5, Aguenier 6, Santucci (L), Fedrizzi 1, Di Renzo (L), Rosso 1, Festi 1. N.E. Costanzi, Katalan, Segoni. All. Tardioli.

ARBITRI: Bassan, Piubelli.

NOTE – Spettatori 1017, incasso 5328, durata set: 37′, 24′, 27′, 26′; tot: 114′.

I RISULTATI-

Olimpia Bergamo-Pool Libertas Cantù 3-1 (24-26, 25-22, 25-22, 25-22)

Gas Sales Piacenza – Monini Spoleto 3-1 (26-28, 25-18, 25-20, 25-22)

GARA 2 PLAY OFF PROMOZIONE-

Lunedì 22 aprile 2019, ore 18.00 

Pool Libertas Cantù – Olimpia Bergamo Arbitri: Palumbo-Sessolo

Monini Spoleto – Gas Sales Piacenza Arbitri: Spinnicchia-Caretti

Tutte le notizie di A2 maschile

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti