Volley: Play Off A2 Maschile, è Santa Croce che va avanti
© Legavolley
A2 maschile
0

Volley: Play Off A2 Maschile, è Santa Croce che va avanti

La squadra di Pagliai vince in rimonta il lungo braccio di ferro con Gioia del Colle al tie break 2-3 (25-18; 21-25; 25-20; 24-26; 13-15), in Gara 3 dei Quarti, ed ora potrà sfidare Potenza Picena per conservare la categoria

GIOIA DEL COLLE (BARI)- A festeggiare il passaggio del turno e la possibilità di giocare ancora per conservare la categoria è la Kemas Lamipel Santa Croce che, in Gara 3 dei Quarti Play Off di A2 vince un incredibile match al Pala Capurso contro la Gioiella Gioia Del Colle rimontando due volte e spuntandola in volata ai vantaggi al termine di un incandescente tie break. Gli uomini di Pagliai hanno avuto il merito di non mollare mai, anche quando sono stati sotto nel punteggio, mentre quelli di Passaro stasera non hanno fatto della continuità la loro virtù peculiare. I pugliesi incassano con amarezza una retrocessione che forse non avrebbero meritato mentre i toscani ora aspettano la decisiva Serie contro la GoldenPlast Potenza Picena per cercare di evitare a loro volta il declassamento in A3.

LA CRONACA DEL MATCH-

Coach Passaro si affida alla diagonale Kindgard-Prolingheuer, agli schiacciatori Sideri e Radziuk, ai centrali Sighinolfi e Catena e, infine, al duo Frigo-Marchetti a difesa del pacchetto arretrato.

Mister Pagliai risponde con Acquarone in cabina di regia, Snippe opposto, Colli e Lyutskanov in posto 4, Bargi e Miselli al centro e, per concludere, con Taliani nel ruolo di libero.

Nel primo set partenza tambureggiante della Gioiella Gioia Del Colle: la sassata vincente di Radziuk da posto 2 ed il muro imperioso di Catena su Lyutskanov confezionano il primo allungo biancorosso (10-6). L’armata gioiese continua a spingere sull’acceleratore e mette in atto la sua fuga grazie all’infallibile asse Kindgard-Prolingheuer (16-11, 17-12). La pratica primo set si chiude sul definitivo 25-17 nel segno del super opposto tedesco.

Il copione dell’incontro non cambia alla ripresa delle ostilità: il Real, trascinato dai sigilli di Sideri, resta saldo al timone della contesa (13-9). La reazione della Kemas Lamipel, però, è immediata: Colli picchia forte al servizio, Bargi lavora bene a muro ed il duo Grassano-Snippe perfeziona il sorpasso (14-15). Il servizio toscano diventa un’autentica spina nel fianco della linea difensiva biancorossa, prima Bargi (19-22) e poi Colli (20-24) avvicinano gli ospiti alla parità nel computo set. A decidere il parziale è il solito Snippe, bravo a giocare sulle mani del muro gioiese (21-25).

Nel terzo game si ripropone il dominio Real sul rettangolo di gioco: Radziuk è inarrestabile in pipe mentre Sighinolfi è invalicabile a muro (15-9). A seguire, la Gioiella brilla nella fase di muro-difesa: Marchetti è su ogni pallone, Kindgard giostra al meglio le sue bocche da fuoco e smarca alla perfezione Radziuk per il lungolinea che vale il 22-16 biancorosso. Non accade più nulla: la battuta out di Snippe spegne i riflettori sul parziale (25-20).

Tornati in campo, la partenza arrembante della Kemas Lamipel raffredda gli entusiasmi del PalaCapurso (2-8). Ma solo per poco. L’ingresso di Margutti rivitalizza la truppa Real che, con grande pazienza, riesce a sgretolare il gap di svantaggio incamerato e a rifarsi minacciosa grazie ai muri di Radziuk (6-8) e Kindgard (8-9). A completare l’incredibile operazione sorpasso ci pensa Prolingheuer (13-12). In un susseguirsi continuo di emozioni, la Kemas Lamipel ribalta nuovamente la situazione: 13-15 (ace di Bargi). Non è finita qui: i miracoli difensivi di Marchetti, il muro di Kindgard su Snippe e la bomba scagliata da Prolingheuer rimettono le cose a posto (17-17). Il risultato resta in bilico sino alla fine, si va ai vantaggi (24-24). Questa volta, però, a festeggiare sono gli ospiti: il sigillo di Colli (24-25) e l’errore in fase offensiva di Prolingheuer (24-26) rimandano il verdetto di gara 3 al tie-break.

Nell’ultimo atto del duello, Prolingheuer torna a regalare spettacolo: al cambio di campo, la Gioiella è avanti (8-5). Il pubblico biancorosso esplode all’ace di Sighinolfi (11-8) ma lo show di Miselli rimette tutto in discussione (12-12). Sul 13-12, si inceppano, inaspettatamente, gli ingranaggi del motore Real, la Kemas Lamipel ne approfitta (13-14) e, sull’errore di Prolingheuer da zona 2 (13-15), strappa il passaggio del turno nel silenzio assordante del PalaCapurso.

IL TABELLINO-

GIOIELLA GIOIA DEL COLLE – KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE 2-3 (25-18, 21-25, 25-20, 24-26, 13-15)

GIOIELLA GIOIA DEL COLLE: Kindgard 4, Radziuk 17, Catena 2, Prolingheuer 36, Sideri 11, Sighinolfi 7, Marchetti (L), Frigo (L), Meringolo 0, Margutti 0. N.E. Marcovecchio, Scrollavezza. All. Passaro.

KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE: Acquarone 3, Lyutskanov 8, Miselli 7, Snippe 22, Colli 21, Bargi 10, Andreini (L), Taliani (L), Ferraro (L), Grassano 1, Baciocco 0. N.E. Tamburo, Nieri, Cro’. All. Pagliai.

ARBITRI: Cavalieri, Scarfò.

NOTE – durata set: 24′, 29′, 28′, 32′, 20′; tot: 133′.

Tutte le notizie di A2 maschile

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti