Santa Croce: ancora un rinforzo, Mazzon
© Mazzon, Santa Croce, Materdomini.it
A2 maschile
0

Santa Croce: ancora un rinforzo, Mazzon

Lo schiacciatore ventitreenne, nato a Cittadella, ha nel suo curriculum quattro stagioni in A2, a Tuscania, Brescia e Castellana Grotte

SANTA CROCE (PISA)- Ancora un nuovo acquisto per la Kemas Lamipel che si aggiudica le prestazioni dello schiacciatore-ricevitore Riccardo Mazzon. Classe 1996 ed originario di Cittadella, Mazzon è alto 199 cm ed è il classico giocatore poliedrico molto bravo in ogni fondamentale e capace di dare equilibrio alle squadre in cui gioca. Bravo in ricezione e molto affidabile in attacco, con la sua altezza è anche un valore aggiunto a muro, dove si fa sempre valere risultando spesso difficilmente valicabile.

LA CARRIERA-

La carriera di Mazzon è iniziata nelle giovanili della Sisley Treviso e poi nella B1 della Trentino Volley: a seguire solo A2, con un biennio di crescita passato a Tuscania e poi una strepitosa stagione a Brescia. L’ultima annata è stato uno dei protagonisti in maglia Materdomini Castellana Grotte con la quale ha raggiunto il terzo posto in campionato e ha partecipato ai playoff promozione, perdendo per 2-1 contro la Monini Spoleto. Il suo arrivo va indubbiamente a rafforzare il reparto schiacciatori della Kemas Lamipel che al momento vede tra i giocatori già ufficializzati dalla società biancorossa solo il brasiliano Krauchuk: Mazzon è quindi acquisto importante per duttilità, completezza ed affidabilità e darà allo staff tecnico conciario una importante freccia da sfruttare nel prossimo e difficile campionato di serie A2 d’Elite.

LE PAROLE DI RICCARDO MAZZON-

« Appena ho saputo che c’era la possibilità di venire a Santa Croce non ho avuto la minima esitazione, quando si riceve una chiamata da un club storico e di caratura nazionale come questo non si può dire di no, a maggior ragione un giocatore come me che ha ancora molto da imparare e da crescere. E’ quindi un onore per me essere qua, per giunta in una squadra che mi pare molto ambiziosa e che affronterà un campionato difficile e di alto livello come la prossima serie A2 d’Elite, dove ogni gara sarà una battaglia contro avversari fortissimi. Il mio obbiettivo primario è migliorarmi giorno dopo giorno in allenamento e dare il mio contributo alla squadra per raggiungere i traguardi sognati da società e tifosi: insomma sono veramente entusiasta di questa possibilità e non vedo l’ora di conoscere il mondo dei “Lupi”! ».

Tutte le notizie di A2 maschile

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti