Cantù parla cubano: Raydel Poey
A2 maschile
0

Cantù parla cubano: Raydel Poey

Dopo le difficoltà dello scorso anno che, per ragioni di tesseramento, non non gli hanno permesso di scendere in campo con Grottazzolina, il forte schiacciatore si trasferisce nel club lombardo

CANTU’ (COMO)- La leggenda narra che Raydel Poey Romero e Yasser Portuondo si siano calati dalle finestre dell’hotel che li ospitava usando le lenzuola come fune. Un’altra storia racconta di una fuga nascosti tra la biancheria sporca destinata alla lavanderia. Altri ancora narrano di un’uscita passando attraverso le cucine dell’albergo. Solo loro sanno la verità, ma da quel momento i due giocatori entrarono a far parte di quei giovani talenti cubani che nei primi anni 2000 decisero di abbandonare Cuba, dando vita ad una lunga lotta politica contro la propria Nazione. Dopo lo stop di due anni imposto dalla FIVB in attesa dell’ottenimento dei documenti necessari per poter giocare, nel 2009 per Poey inizia una nuova fase della sua carriera con la maglia della M. Roma Volley tra A2 e A1. Finita l’esperienza nella capitale, si sono aperte per lui le porte dei campionati esteri, e ha giocato in Russia, Indonesia, Cina, Turchia e Francia, finendo con due stagioni in Qatar, dove ha vinto tutto. La scorsa stagione per problemi di tesseramento non ha potuto mettere piede in campo, continuando però ad allenarsi regolarmente con la Videx Grottazzolina. E oggi approda alla corte di Coach Luciano Cominetti, aggiungendo il suo nome alla lista degli opposti di valore che hanno indossato la maglia verdeblù, ed è il primo cubano che approda all’ombra del campanile di San Paolo.

LE DICHIARAZIONI-

Raydel Poey- « Sono molto contento di restare a giocare qui in Italia. Il Pool Libertas Cantù mi ha aperto le sue porte, e io farò del mio meglio per la squadra che mi ha scelto per questa stagione. Ringrazio il Presidente per avermi scelto, e non vedo l’ora di iniziare ».

Ambrogio Molteni (Presidente Pool Libertas Cantu’)- « L’arrivo di Poey a Cantù è per noi motivo di grande orgoglio e soddisfazione – esordisce il Presidente Ambrogio Molteni –. Si tratta di un giocatore di grande talento che verrà inserito in un gruppo giovane, che sono convinto farà molto bene sotto la guida di Luciano e Max (gli allenatori Cominetti e Redaelli, ndr). Essendo fra le prime 25 squadre italiane di pallavolo maschile, abbiamo bisogno di fare come sempre una squadra competitiva, che possa attirare nuovi appassionati e pubblico alle nostre gare. Sarà un campionato molto duro, quello di A2 prossimo, con 12 squadre tutte di ottimo livello, con 2 retrocessioni e 8 team che faranno i playoff. Quindi ci sarà da divertirsi, e penso che in ogni gara lo spettacolo sarà assicurato ».

Luciano Cominetti (Allenatore Pool Libertas Cantù)-« Poey è un giocatore su cui noi facciamo molto affidamento, conoscendo la sua grande esperienza e le sue notevoli capacità atletiche. Confidiamo nel fatto che abbia una forte voglia di giocare, dato che l’anno scorso non ha potuto esprimersi nel campionato di Serie A2. Ha sicuramente tutte le caratteristiche e le motivazioni necessarie per fare bene e per trascinare la squadra nel campionato che ci aspetta, di alto livello e di grande intensità. È il giocatore giusto per dare una mano ad un gruppo ringiovanito ».

 

Tutte le notizie di A2 maschile

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti