A2 maschile
0

A2 Maschile, vince Ortona, successi esterni per Cantù e Santa Croce

Nelle tre partite giocate oggi per la 5a giornata la capolista si impone nettamente su Cuneo. La squadra di Battocchio espugna Reggio Emilia, quella di Montagnani passa a Reggio Emilia

A2 Maschile, vince Ortona, successi esterni per Cantù e Santa Croce
© Legavolley

ROMA- Sono tre le sfide che sono andate in scena nel pomeriggio di oggi nel quadro della quinta giornata di andata del campionato di A2 Maschile. Non si arresta la marcia della Sieco Service Ortona che travolge fra le mura amiche la Bam Acqua S.Bernardo Cuneo. Centrati in trasferta gli altri due successi di giornata. La Pool Libertas Cantù espugna il campo della Conad Reggio Emilia mentre La Kemas Lamipel Santa Croce va a vincere in casa della Synergy Mondovì.

 LE TRE SFIDE-

CONAD REGGIO EMILIA – POOL LIBERTAS CANTÙ-

Seconda partita, seconda trasferta e seconda vittoria. Il Pool Libertas Cantù espugna il PalaBigi di Reggio Emilia e conquista tre punti importanti. I canturini hanno messo in campo una grande determinazione e attenzione nelle coperture e nelle difese.

Coach Vincenzo Mastrangelo recupera il suo opposto Giacomo Bellei in diagonale a Riccardo Pinelli, con Andrea Ippolito e Gianluca Loglisci schiacciatori, Andrea Mattei e Simone Scopelliti centrali, e Davide Morgese libero. Coach Matteo Battocchio ripropone il sestetto vincente a Lagonegro, con Matyas Dzavoronok in regia, Matheus Motzo opposto, Romolo Mariano e Matteo Bertoli schiacciatori, Dario Monguzzi e Federico Mazza centrali, e Luca Butti libero..

Il Pool Libertas parte subito forte, e, trascinato da Motzo, si porta subito 2-6. Bellei tiene vivi i suoi, ma Coach Mastrangelo è costretto a fermare il gioco (4-10). Al rientro in campo la Conad prova una reazione, ma Cantù allunga, costringendo Coach Mastrangelo a chiamare il suo secondo time-out (7-15). I padroni di casa provano a recuperare (10-16), ma un ace di Motzo ristabilisce le distanze (10-18). Un muro di Monguzzi su Mattei segna il massimo vantaggio esterno (12-21). Il solito Bellei guida la mini-rimonta interna (16-22), ma Mariano chiude il set a favore dei suoi (17-25).

Nel secondo set sale in cattedra uno degli ex di giornata, Bertoli, e guida i suoi avanti fin dall’inizio (3-6). Coach Mastrangelo gioca la carta Suraci per Bellei, e con uno scatenato Mattei la Conad agguanta la parità a quota 11 e sorpassa con un attacco di Loglisci (15-13). Il Pool Libertas, però, non indietreggia di un centimetro e resta attaccata al set. Due errori in attacco consecutivi di Bertoli, però, costringono Coach Battocchio a chiamare il suo secondo time-out (22-19). A Reggio Emilia basta gestire il vantaggio e chiudere con un attacco di Suraci (25-21).

Gli errori reggiani a inizio terzo set costringono Coach Mastrangelo a fermare subito il gioco (0-4). Al rientro in campo Monguzzi e Mazza chiudono il parziale di 0-6. E’ il parziale decisivo: la Conad non molla, ma il cambiopalla dei canturini funziona alla perfezione, e chiude il parziale una veloce di Capitan Monguzzi (17-25).

A inizio quarto set il Pool Libertas prova subito a scappare (2-4), ma Coach Mastrangelo ferma il gioco. Si continua lottando palla su palla, ma lentamente Cantù allunga, costringendo il Coach reggiano a chiamare il suo secondo time-out (9-14). I canturini non indietreggiano di un centimetro, e un attacco mani out di Bertoli chiude set e match (19-25).

I PROTAGONISTI-

Matteo Battocchio (Allenatore Pool Libertas Cantù)- « Questi sono tre punti molto belli. Faccio i complimenti a questo gruppo straordinario di ragazzi, che sono riusciti a reagire alle difficoltà in cui si sono trovati, e questa è una cosa molto importante. Siamo anche stati un po’ fortunati perché la Conad è in condizioni fisiche precarie, ma nel nostro campo ho visto una squadra da applausi per come sono riusciti a giocare insieme e a reagire nelle difficoltà. Tra di noi stiamo facendo qualcosa di molto importante ».

IL TABELLINO-

CONAD REGGIO EMILIA – POOL LIBERTAS CANTÙ 1-3 (17-25, 25-21, 17-25, 19-25)

CONAD REGGIO EMILIA: Pinelli 1, Loglisci 9, Scopelliti 10, Bellei 12, Ippolito 6, Mattei 8, Cagni (L), Ristic 0, Morgese (L), Suraci 3. N.E. Catellani, Sesto. All. Mastrangelo.

POOL LIBERTAS CANTÙ: Dzavoronok 1, Bertoli 14, Monguzzi 6, Motzo 19, Mariano 10, Mazza 10, Pellegrinelli (L), Butti (L), Malvestiti 0. N.E. Picchio, Regattieri, Corti, Gianotti, Galliani. All. Battocchio. ARBITRI: Sessolo, Mesiano.

NOTE – durata set: 24′, 27′, 22′, 27′; tot: 100′.

SYNERGY MONDOVÌ – KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE-

Le due settimane di sosta forzata non hanno placato la voglia di vincere dei “Lupi” Santa Croce che a Mondovì conquistano la terza vittoria su tre in questo inizio di serie A2 Credem Banca. Partita sulla carta agevole per i santacrocesi che hanno affrontato un avversario fortemente rimaneggiato a causa delle assenze del palleggiatore cubano Macias Leandro e delle due bocche da fuoco Cominetti e Paoletti, sostituiti rispettivamente dai giovani Milano, Ferrini e Bosio, ragazzi che si sono ampiamente fatti valere onorando al massimo la maglia. Per la Kemas Lamipel sei+uno base e, al netto dell’equilibrio nelle fasi inziali, i primi due set sono stati un dominio biancorosso con Walla autore di 13 punti su 14 attacchi, conditi da tre aces ed un muro. Oltre alla grande prova dell’opposto brasiliano, lo strapotere dei “Lupi” è coinciso con le grandi prove di un Copelli pungente, di un Colli veramente in palla e di un Di Silvestre puntuale e preciso, tutti ottimamente gestiti da un ispiratissimo Acquarone. Vinto il primo set per 18-25 grazie agli strappi al servizio di un Walla quasi perfetto (88% in attacco) e ai primi tempi di Copelli, nel secondo i conciari piegano le resistenze dei piemontesi ancora per merito del fromboliere brasiliano che mette a segno 5 punti su 5 attacchi e, soprattutto, grazie ai servizi e agli attacchi di capitan Colli, che mette la sua firma sul definitivo 20-25. Nel terzo set Mondovì tenta il tutto per tutto provando a rientrare in gara, ma a metà parziale i “Lupi” sono avanti per 13-16. Il match pare ipotecato, ma improvvisamente l’attacco santacrocese cala vistosamente (nonostante una ricezione più che positiva) e i ragazzi di Barbiero ribaltano tutto (21-19), andando a vincere il set per 25-22 grazie all’unico muro preso a Walla in tutta la partita. Ad inizio quarto set due errori dell’opposto della Kemas Lamipel fanno suonare un campanello di allarme, ma Montagnani striglia i suoi e Robbiati si fa sentire dall’alto della sua esperienza. In breve la Kemas Lamipel torna padrona del match (6-8, 11-16) allungando grazie a Colli ed Acquarone. Borgogno prova a tenere vive le speranze di Mondovì, ma nel finale ci sono solo i “Lupi” in campo, con Di Silvestre che firma il definitivo 18-25 con cui si chiude la partita. Per il team santacrocese seconda vittoria in trasferta della stagione con 5 punti conquistati sui 6 disponibili, a cui si va ad aggiungere il netto successo casalingo su Reggio Emilia. Ottimo quindi il bottino dei “Lupi” chiamati adesso ad una settimana molto probante a partire da giovedì quando si giocherà il recupero della terza giornata in quel di Cantù, una delle formazioni rivelazione di questo inizio campionato.

IL TABELLINO-

SYNERGY MONDOVÌ – KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE 1-3 (18-25, 20-25, 25-22, 18-25)

SYNERGY MONDOVÌ: Milano 0, Ferrini 10, Festi 12, Bosio 12, Borgogno 13, Marra 8, Bussolari 1, Pochini (L), Fenoglio (L). N.E. Macias Infante. All. Barbiero.

KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE: Acquarone 4, Di Silvestre 14, Robbiati 4, Bezerra Souza 26, Colli 20, Copelli 12, Sposato (L), Sorgente (L), Turri Prosperi 0, Cappelletti 2. N.E. Caproni, Di Marco, Andreini. All. Montagnani.

ARBITRI: Santoro, Pristera’.

NOTE – durata set: 20′, 25′, 26′, 23′; tot: 94′.

SIECO SERVICE IMPAVIDA ORTONA – BAM ACQUA SAN BERNARDO CUNEO-

La Sieco Service Ortona vince per 3-0  contro la temibile Bam Acqua San Bernardo Cuneo. Lo fa addirittura in formazione rimaneggiata con Shavrak fuori, convalescente per un intervento al menisco e Sette risultato positivo all’ultimo tampone Covid. Il risultato sulla carta è netto tre a zero, ma sono stati tre parziali molto combattuti, con la Sieco che spesso sembrava avere il set in pugno per poi farsi rimontare dagli avversari. Mattatore anche oggi Diego Cantagalli, che anche giocando “fuori posto” ha dimostrato di essere un giocatore di categoria superiore.

Parte bene la squadra ortonese che scava un importante solco tra sé e Cuneo che rimane stordita. Presto però, i piemontesi si riprendono e passo dopo passo prima recuperano e poi superano i padroni di casa con un buon turno al servizio di Wagner. Stavolta è la Sieco a sentirsi un pugile suonato, che però come accade spesso, si sveglia dal torpore e sprinta nel finale aggiudicandosi il primo parziale. Secondo set che rispecchia il primo. Ortona parte fortissimo e Cuneo insegue con pazienza e punto dopo punto prima recupera e poi torna in vantaggio sfruttando un ottimo Wagner in fase di servizio. Passato il momento di sofferenza, la Sieco si compatta in difesa e riesce a tornare a giocare punto a punto con gli avversari. Lo sprint finale arriva sul filo del rasoio e gli impavidi portano a casa anche il secondo set. Cambia il canovaccio nel terzo set, e si gioca punto a punto sin da subito con le squadre che si annullano a vicenda i rispettivi “punti – break”. L’allungo della Sieco arriva, più tardi ma arriva e a metà del terzo parziale è avanti di tre punti. La fuga vera e propria dei padroni di casa arriva negli ultimi punti Cantagalli è inarrestabile, farebbe punto anche dagli spogliatoi e la Sieco vola verso la conquista dei tre punti finali.

Settimana travagliata quella appena trascorsa in casa Sieco. Le incertezze dovute ad alcune positività nei tamponi non hanno permesso a Coach Nunzio Lanci di preparare al meglio una gara che a prescindere sarebbe risultata difficile per chiunque. Come se non bastasse i tamponi hanno costretto lo schiacciatore Sette all’isolamento e così Lanci, che deve fare ancora a meno del forte Shavrak è costretto a rivedere la sua linea di attacco. Per l’occasione, l’uomo dei record è stato spostato in zona tre mentre nel ruolo di opposto gli subentra Dario Carelli che, all’esordio in serie A, tanto bene aveva fatto nella scorsa stagione. A proposito dell’ucraino. Dimitriy “Dima” Shavrak prosegue la fisioterapia che sta dando ottimi risultati. Ancora poco e potrà tornare ad allenarsi al 100%.

Prima dell’ingresso in campo la Sieco tributa il suo campione Diego Cantagalli con una speciale maglia Numero 46, come i punti del suo record nella scorsa gara di campionato.

La Sieco, in emergenza, schiera quindi Pedron al palleggio con Carelli opposto. In zona quattro co-abiteranno Marinelli e Cantagalli mentre il centro del campo è affidato alla collaudata coppia Simoni/Menicali. Libero sarà Alessandro Toscani.

Per quanto riguarda lo starting six di Cuneo si schierano Pistolesi regista e Wagner opposto, Sighinolfi e Codarin centrali, Galaverna e Preti schiacciatori; Bisotto Libero.

Il primo set parte con la Sieco al servizio. Subito, alla prima azione, il video-check a controllare un tocco a muro che è stato fischiato a Cantagalli. Il tocco poi non c’è e quindi il primo tocco è della Sieco 1-0. Out l’attacco al centro di Sighinolfi, il primo break è bianco-azzurro. Lo stesso centrale piemontese però subito dopo segna il primo punto per i suoi 2-1. Cantagalli passa anche da schiacciatore ed è 4-1. Wagner serve sulla rete 5-2. Sbaglia il servizio anche preti 6-3. Arriva così anche il primo muro dell’incontro e a metterlo a segno è Pedron 7-3. Ace per Cantagalli 8-3 e Cuneo chiama tempo. La mossa di Coach Serniotti ha effetto e Cantagalli sbaglia il servizio 8-4 che poi diventa 8-5 con l’ace di Codarin. Bello ed intelligente il tocco di prima di Pedron 10-6. Out l’appoggio di Menicali, Cuneo si fa sotto 10-8. Bella botta di Carelli, il muro non può fare altro che spedirla fuori 11-8. Stavolta nulla può contro il muro Dario Carelli, la rimonta è quasi completata 11-10. Intelligente Pedron, smarca Carelli che schiaccia senza muro 12-10. Out l’attacco di Simoni 13-12. Ace per Wagner, il divario è colmato 13-13. Ancora ace e gli ospiti ribaltano la situazione 13-14. Preti dai nove metri la spedisce malamente fuori 15-15.  Invasione di Marinelli, ora il break parla cuneese 15-17.  Ace di Simoni 17-17. Menicali sigla il nuovo sorpasso, ora il punteggio è 19-18. Out la parallela di Wagner, la Sieco tenta lo sprint finale 21-19. Cantagalli sfrutta il mani-fuori 22-20. Il servizio di Menicali è fermato dal nastro 22-21. Cantagalli fa 23 e allontana il pericoloso Wagner dai nove metri, poi Carelli mette a terra un potente ace e sul 24-21, Cuneo chiama il suo secondo ed ultimo time-out. Galaverna entrato per servire, sbaglia e chiude di fatto il set 25-22.

Il primo punto del secondo set ha la firma di Cantagalli 1-0. La Sieco allunga con un potente servizio di Cantagalli che pizzica la linea laterale 5-3. Niente può opporsi ad una palla attaccata da Wagner che mette a segno il punto del 6-5. Passa Carelli 10-8. Cantagalli fermato dal muro a tre ed ora il punteggio è 10-10. Ace di Wagner 10-11. Arriva il doppio vantaggio ospite dopo che Cuneo è stata brava a ricostruire intercettando una bordata di Carelli 11-13. Marinelli tiene i suoi incollati agli avversari 13-14.  Azione molto lunga ed elaborata, peccato debba essere giocata una pallavolo così con l’assenza di pubblico, alla fine Menicali fa punto: 14-15.  Ace per Pedron 16-15 e time-out chiamato dalla squadra ospite. Carelli passa in mezzo al muro a tre e allunga 17-15. Errore al servizio per Tiozzo 18-16. Lungo anche il servizio di Sighinolfi 19-17. Il solito Cantagalli intercetta una palla di ritorno 20-18. Carelli sbaglia l’impatto con la palla che vola fuori 20-20. Stavolta è Simoni a capitalizzare la ricostruzione 22-20. Marinelli fa tutto da solo, riceve e gioca con il muro avversario, ora i punti di vantaggio sono tre: 23-20. È Marinelli a mettere a segno l’ultima palla del set. La Sieco può mettere già in tasca un punto.

Il terzo set si apre con il servizio di Marinelli ed un punto per la Sieco, a causa di una doppia fischiata a Sighinolfi. Murato Carelli da un solitario Galaverna 1-1. Marinelli sfrutta un attacco in pipe e fa 2-1. Out l’attacco di Cantagalli 3-4. Il muro di Menicali porta al punto break per la Sieco 7-5. Sfortunato Marinelli, la sua schiacciata percorre tutta la parte superiore della rete e termina fuori 7-7.  Muro di Menicali 9-7. Wagner ammette il tocco a muro, ma solo dopo che si era chiamato il check: 11-9. Cantagalli tira il punto del 12-10. Davvero una stupenda azione quella ortonese, recupero “in scivolata” di Toscani, Pedron la alza come può e Cantagalli la pianta a terra. Neanche il video-check salva Cuneo 14-11. La chiamata dell’arbitro arriva in ritardo e dopo le proteste di Ortona arrivano quelle di Cuneo, ma la palla attaccata da Marinelli ha toccato terra 15-12. Piemontesi che riescono a ricostruire e si avvicinano pericolosamente ai padroni di casa 15-14. Marinelli passa in mezzo al muro 17-14. Out l’attacco di Tiozzo 18-14 e seconda chiamata di Time-Out per il team di Cuneo. Sempre Tiozzo spedisce il suo servizio sulla rete 19-15. Cantagalli, monumentale anche oggi mette a terra una palla complicatissima, che arriva da dietro alzata dal libero Toscani 20-16. Cantagalli schiaccia e mura nel giro di tre secondi 21-17. Ace di Cantagalli 23-18. Erroraccio di Bonola che spedisce fuori di molto il suo servizio 24-19. L’ultimo punto arriva da un errore sotto rete di Tiozzo, ben marcato da Menicali 25-20.

I PROTAGONISTI-

Michael Menicali (Sieco Service Ortona)- « Siamo stati bravi. Nonostante tutto quanto ci sia successo in settimana, con un solo schiacciatore titolare siamo riusciti a farcela. Non importa chi giochi o cosa succeda, quando entriamo in campo siamo un’unica persona e di certo non molliamo mai ».

IL TABELLINO-

SIECO SERVICE IMPAVIDA ORTONA – BAM ACQUA SAN BERNARDO CUNEO 3-0 (25-22, 25-21, 25-20)

SIECO SERVICE IMPAVIDA ORTONA: Fabi n.e., Simoni 5, Pesare(L) n.e., Rovetto n.e., Pedron 3, Toscani(L), Cantagalli 23, Shavrak, Carelli 5, Marinelli 6, Sette, Menicali 6. Coach: Lanci. .

BAM ACQUA SAN BERNARDO CUNEO: Gonzi, Codarin 7, Tiozzo 5, Bonola 2, Pistolesi, Galaverna 4, Pereira Da Silva 13, Catania (L), Bisotto (L), Preti 8, D’Amato n.e., Chiapello n.e., Sighinolfi 3. Coach: Serniotti Roberto 

ARBITRI: Gasparro-Morgillo

NOTEDurata: 29’, 26’, 27’ Tot: 1h 22

RISULTATI-

Emma Villas Aubay Siena-Gruppo Consoli Centrale del Latte Brescia – Rinviata;

BCC Castellana Grotte-Cave del Sole Geomedical Lagonegro – Rinviata;

Sieco Service Ortona-BAM Acqua S.Bernardo Cuneo 3-0 (25-22, 25-21, 25-20);

Agnelli Tipiesse Bergamo-Prisma Taranto Rinviata;

Synergy Mondovì-Kemas Lamipel Santa Croce 1-3 (18-25, 20-25, 25-22, 18-25);

Conad Reggio Emilia-Pool Libertas Cantù 1-3 (17-25, 25-21, 17-25, 19-25)

LA CLASSIFICA-

Sieco Service Ortona 11, Kemas Lamipel Santa Croce 8, Prisma Taranto 6, Pool Libertas Cantù 6, BAM Acqua S.Bernardo Cuneo 6, Agnelli Tipiesse Bergamo 5, BCC Castellana Grotte 4, Gruppo Consoli Centrale del Latte Brescia 4, Emma Villas Aubay Siena 4, Conad Reggio Emilia 1, Synergy Mondovì 1, Cave del Sole Geomedical Lagonegro 1.

Note: 1 Incontro in più: Sieco Service Ortona, BAM Acqua S.Bernardo Cuneo, Conad Reggio Emilia, Cave del Sole Geomedical Lagonegro; 1 Incontro in meno: Prisma Taranto, Agnelli Tipiesse Bergamo;

IL PROSSIMO TURNO- 22/11/2020 Ore: 18.00

Prisma Taranto-Sieco Service Ortona Ore 16.00;

Kemas Lamipel Santa Croce-BCC Castellana Grotte;

Gruppo Consoli Centrale del Latte Brescia-Conad Reggio Emilia Si gioca il 21/11/2020 ore 20.30;

Cave del Sole Geomedical Lagonegro-BAM Acqua S.Bernardo Cuneo;

Synergy Mondovì-Emma Villas Aubay Siena Si gioca il 21/11/2020 ore 20:30;

Pool Libertas Cantù-Agnelli Tipiesse Bergamo

Tutte le notizie di A2 maschile

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti