Castellana espugna Cantù, Santa Croce e Motta di Livenza terze

I pugliesi si riprendono il primato in solitaria, la squadra di Douglas supera nettamente Lagonegro, la formazione di Lorizio soffre ma vince al tie break ad Ortona. Porto Viro demolisce Siena, Reggio Emilia espugna Brescia
Castellana espugna Cantù, Santa Croce e Motta di Livenza terze© Legavolley
27 min
TagsBccKemas LamipelHrk

ROMA- L'8a giornata di A2 Maschile conferma la leadership della BCC Castellana Grotte. La formazione di Gulinelli si impone con autorità sul campo della Pool Libertas Cantù e si riprende il primato in solitaria della classifica. Sul terzo gradino della graduatoria, alle spalle dell’Agnelli Tipiesse Bergamo, salgono l’HRK Diana Group Motta di Livenza, che torna da Ortona con una vittoria da due punti contro la squadra di Lanci che sta cercando faticosamente di risalire la china, e la Kemas Lamipel Santa Croce, che supera senza problemi davanti al pubblico amico la Cave Del Sole Lagonegro. Vittoria in trasferta al tie break per la Conad Reggio Emilia che espugna il campo della Gruppo Consoli McDonald's Brescia. La Delta Group Porto Viro travolge un Emma Villas Siena che, dopo aver dato segnali di ripresa, sembra essere ricaduta nelle grandi difficoltà di inizio campionato.

TUTTE LE SFIDE-

GRUPPO CONSOLI MCDONALD’S BRESCIA – CONAD REGGIO EMILIA-

La Conad Reggio Emilia firma una bella impresa andando a vincere al tie break, dopo una lunga battaglia sul difficile campo della Gruppo Consoli Mcdonald’s Brescia .
Nel primo set Cominetti con una pipe riporta le squadre in pareggio dopo un break di vantaggio dei bresciani (4-4), Scopelliti poi fa si che la palla si insacchi nel muro avversario segnando così il punteggio di 9-6; Held cerca di spezzare il ritmo dei padroni di casa con un attacco punto sul 12-10 ma Brescia continua a rafforzare il suo distacco che raggiunge il più quattro e così coach Mastrangelo chiama il primo time out dell’incontro (16-12). I ragazzi rispondono presente recuperando due delle quattro lunghezze di svantaggio ma nuovamente Brescia riconquista i punti persi portando le formazioni sul parziale di 19-15; è Zamagni con un primo tempo a provare a innescare la rimonta dei reggiani, Mian poi entrato al servizio regala ai tifosi del Conad Volley Tricolore arrivati a Brescia un ace mentre coach Zambonardi chiama un time out tecnico per i suoi (21-18). Mian regala un altro ace e poi ci pensa Suraci con un muro a arrivare a un solo punto di svantaggio (22-21) e poi è un attacco di Cominetti a concludere il set sul punteggio di 23-25.
Il secondo set si apre con la Conad Reggio Emilia che con una palla di secondo tocco del suo capitano conquista il suo secondo punto (2-2), Zamagni con un muro segna il sorpasso dei padroni di casa sul punteggio di 6-7 in un set che viene giocato sul punto a punto. Held regala un altro ace alla sua squadra e segna così il break di vantaggio (11-13), poi sul punteggio di 13-15 è il coach della Gruppo Consoli McDonald’s Brescia a chiedere un time out per richiamare i suoi ragazzi all’ordine. I ragazzi di coach Mastrangelo continuano a mantenere il distacco creato e si portano sul punteggio di 16-19, Suraci da posto quattro con un attacco punto fa poi segnare il punto numero ventidue per la sua squadra (19-22). La Gruppo Consoli McDonald’s Brescia non molla e si riporta sulla parità sul 22-22 ma è Suraci con un ace a interrompere le speranze del pubblico bresciano (22-25).
Dopo un video check per un tocco a muro il punto viene confermato a favore degli ospiti nell’avvio del terzo set (1-3), Suraci innesca dopo poche azioni un mani fuori avversario sul punteggio di 5-7, i bresciani però non mollano e dopo aver trovato la parità Cisolla trova il sorpasso mentre coach Mastrangelo chiama un time out (10-8). Zamagni mette a segno un primo tempo nei tre metri che segna il meno uno della Conad Volley Tricolore (13-12), Tim Held con un ace costringe coach Zambonardi a chiamare un time out tecnico nonostante il vantaggio della sua formazione, poi Cominetti subito dopo segna il sorpasso (15-16); la Gruppo Consoli McDonald’s Brescia però riparte e sul punteggio di 20-16 coach Mastrangelo chiama un time out dopo alcune palle molto contese. I ragazzi di Conad Reggio Emilia però non ci stanno e tentano di recuperare il gap creato dai padroni di casa con un muro di Suraci (22-19) ma questo non basta per strappare via il set ai padroni di casa che chiudono il terzo set sul punteggio di 25-21.
Tim Held segna il primo punto della formazione nell’avvio di quarto set con un muro (1-1), poi è un ace di Cominetti a segnare il sorpasso della squadra ospite sui padroni di casa (7-8); il set riflette una partita giocata punto a punto in cui le squadre non si risparmiano, infatti le formazioni si ritrovano nuovamente in parità sul punteggio di 11-11. Scopelliti con un mani fuori degli avversari conquista il quattordicesimo punto (15-14), è coach Mastrangelo a richiedere un time out sul punteggio di 19-16 per spronare i suoi ragazzi; la Gruppo Consoli McDonald’s Brescia allunga il suo distacco arrivando a toccare sei punti di vantaggio sul 18-24 ed infine è Giannotti a chiudere il set (25-19).
Reggio Emilia, che prova ripartire dopo due set che sono stati dominati dai padroni di casa, si porta subito sul punteggio di 2-4, la Gruppo Consoli McDonald’s Brescia presto chiama un time out per cercare di arginare i ragazzi di coach Mastrangelo (3-6). Zamagni con un primo tempo mantiene il distacco creato da lui e compagni portandosi così al cambio campo (4-8), dopo un attacco potente di Mian che mette in difficoltà la difesa avversaria è Scopellitti a chiudere il punto, poi arriva l’ennesimo ace di Held che segna il 6-12, infine è Mian a chiudere il match con un altro ace per la formazione reggiana (8-15).

IL TABELLINO-

GRUPPO CONSOLI MCDONALD’S BRESCIA – CONAD REGGIO EMILIA 2-3 (23-25, 22-25, 25-21, 25-19, 8-15)

GRUPPO CONSOLI MCDONALD’S BRESCIA: Tiberti 3, Galliani 23, Patriarca 6, Giannotti 21, Cisolla 7, Esposito 9, Rizzetti (L), Neubert 0, Mazzone 6, Franzoni (L), Crosatti 0. N.E. Ventura, Orazi, Seveglievich. All. Zambonardi.

CONAD REGGIO EMILIA: Garnica 2, Held 17, Scopelliti 10, Suraci 13, Cominetti 17, Zamagni 15, Cagni (L), Morgese (L), Mian 8, Sesto 0, Catellani 0. N.E. Marretta, Cantagalli. All. Mastrangelo.

ARBITRI: Verrascina, Talento.

NOTE – durata set: 27′, 25′, 31′, 26′, 17′; tot: 126′.

DELTA GROUP PORTO VIRO – EMMA VILLAS AUBAY SIENA-

Doveva essere una sfida alla pari, si è trasformata in una gara a senso unico. Dominio assoluto della Delta Group Porto Viro nell’ottava giornata di Serie A2 Credem Banca: dopo aver espugnato il campo di Reggio Emilia una settimana fa, i nerofucsia questa volta fanno la voce grossa in casa sgretolando 3-0 Emma Villas Aubay Siena. Partita indirizzata sui binari polesani praticamente fin dal primo pallone, con la squadra di Francesco Tardioli subito aggressiva in battuta e implacabile in cambio palla.
Coach Francesco Tardioli ripropone la stessa formazione dell’exploit di Reggio Emilia: Delta Group Porto Viro in campo con Fabroni alzatore e Bellei opposto, Vedovotto e Mariano in posto quattro, Barone e O’Dea centrali, Lamprecht libero. L’Emma Villas Aubay Siena di Paolo Montagnani con Pinelli-Onwuelo sulla diagonale, Ottaviani-Parodi schiacciatori, Mattei-Rossi in posto tre, Iannaccone libero. Arbitrano la partita Veronica Mioara Papadopol di Pegognaga e Davide Prati di Albuzzano.

Porto Viro attacca con tutti i suoi effettivi e sgasa 8-4 grazie a un gran muro di Barone: time Montagnani. Siena non riesce ad accorciare, anzi, arriva un altro affondo break nerofucsia: pallonetto beffardo di Bellei per il 15-10. Ospiti in caduta libera, coach Montagnani interviene di nuovo con un time, quindi inserisce Panciocco per Onwelo. Nella metacampo senese prova a suonare la carica l’indomito Ottaviani: ace del 20-16 e tempo richiesto da Tardioli. Risposta polesana affidata al braccio di O’Dea, che tuona dai nove metri (23-16), il sigillo è di Marzolla, nel frattempo entrato per rinforzare il muro: 25-16, 1-0 Delta Group.

Si alza il ritmo di gara, ora c’è molto più equilibrio. Siena passa al comanda con murata di Parodi (6-8), Vedovotto pareggia direttamente dalla battuta (9-9), Mariano sfrutta l’ottimo lavoro in difesa dei suoi compagni per firmare il sorpasso (10-9). Ace di Barone baciato dal videocheck, time per un preoccupato Montagnani (13-10). Due muri, di O’Dea e Mariano, un contrattacco a segno, di Bellei: Porto Viro scappa lontano lontano (16-11). Pasticciaccio Pinelli-Rossi, secondo tempo comandato da Montagnani (18-12), che poco dopo sostituisce Parodi con Kuznetsov, poi Pinelli con Ciulli. Emma Villas resta imprecisa e confusionaria, la Delta Group invece è un carrarmato che sembra non incontrare ostacoli lungo il cammino. Solo un brivido nel finale, Siena annulla tre palle set ma alla fine si arrende: 25-21, 2-0.

Terzo set, ospiti con Kuznetsov e Panciocco al posto di Parodi e Onwelo. Porto Viro carica ancora a testa bassa (4-2 Vedovotto), anche stavolta Siena perde presto contatto: muro di O’Dea dell’11-7 e time per Montagnani. C’è tanto altro fieno nella cascina nerofucsia, gli ace di Mariano e Fabroni insieme al monster block di Barone valgono il 17-11 che convince Montagnani ad una nuova interruzione. Piovono meteoriti dalla linea di battuta polesana, ennesimo ace di Fabroni, Vedovotto ci aggiunge il contrattacco del 19-11 (Parodi per Kuznetsov tra le fila toscane). Bombarda (sempre e comunque) dai nove metri Bellei (23-14), al Palasport di Porto Viro ormai si aspetta solo di festeggiare ufficialmente i tre punti: 25-18, 3-0.

I PROTAGONISTI-

Franceso Tardioli (Allenatore Delta Group Porto Viro)- « Eravamo molto carichi per questa gara, affrontavamo una squadra importante con ambizioni di alta classifica. Non so se Siena abbia giocato male, so che noi abbiamo fatto benissimo. A livello di preparazione, è stata una partita estremamente semplice per me, hanno fatto tutto i ragazzi: sono stati bravissimi, ho visto un gran gioco di squadra e tanta collaborazione in campo. L’impatto con il pubblico di Porto Viro? Mi sono divertito molto, questo palazzetto ci permette di stare vicini alla gente e spero di vederlo ancora più pieno nelle prossime settimane ».

IL TABELLINO-

DELTA GROUP PORTO VIRO – EMMA VILLAS AUBAY SIENA 3-0 (25-16, 25-21, 25-18) –

DELTA GROUP PORTO VIRO: Fabroni 3, Vedovotto 10, Barone 9, Bellei 10, Mariano 8, O’Dea 9, Penzo (L), Lamprecht (L), Marzolla 1. N.E. Gasparini, Zorzi, Tiozzo Caenazzo, Pol, Romagnoli. All. Tardioli.

EMMA VILLAS AUBAY SIENA: Pinelli 1, Ottaviani 8, Rossi 8, Onwuelo 7, Parodi 5, Mattei 3, Panciocco 5, Iannaccone (L), Sorgente (L), Ciulli 0, Kuznetsov 5. N.E. Tupone, Mazzone, Agrusti. All. Montagnani.

ARBITRI: Sessolo, Prati.

NOTE – durata set: 23′, 28′, 24′; tot: 75′.

SIECO SERVICE ORTONA – HRK DIANA GROUP MOTTA DI LIVENZA-

Hrk Diana Group Motta di Livenza gioca e vince l’ennesimo tie break espugnando, dopo una partita combattuta oltre le previsioni, sul campo del fanalino di coda Sieco Service Ortona.

Primo set sofferto per Motta di Livenza che non riesce a sfruttare un Gamba da 10 punti e concede la frazione ai padroni di casa con il punteggio di 27-25. Musica diversa nel secondo periodo di gioco, l’HRK Diana Group può fare affidamento su un gioco più collettivo, sbaglia meno battute e si assicura il parziale 21-25. I Leoni sono bravi a non subire un gap iniziale che poteva essere pericoloso 3-0, e con il turno al servizio di Alberini (2 aces) possono spaccare il set 11-17 e poi vincerlo per mano di Cattaneo 20-25. La quarta frazione di gioco vede Ortona sempre avanti, Motta tenta di alzare la voce sul finale ma è tardiva la reazione 25-23. Il tie break è adrenalina pura, con i Leoni che riescono a vincere dopo un infinito quinto set spinti da Gamba autore di 34 punti 20-22.

Coach Lorizio decide di schierare: Alberini a dirigere e Gamba il suo opposto, Loglisci e Cattaneo i posti quattro, i centrali sono Luisetto e Biglino, Battista libero.

Coach Lanci rilancia con: Piazza in regia e Santangelo sulla sua diagonale, Pessoa e Cappelletti in banda, Fabi ed Elia al centro e Fusco libero.

Il primo punto per i biancoverdi porta la firma di Loglisci, nuovamente la banda con il numero 4 per il primo minibreak di vantaggio 5-7 per l’HRK Diana Group. Ortona si rifà sotto, ma Gamba ( 10 punti e 83% nel set) riporta avanti i leoni 10-11, Cattaneo viene fermato a muro da Santangelo e la Sieco Service tenta la fuga 13-11. La tesa di Luisetto vuol dire -1 15-14 e poi Gamba sul muro 15-15. Loglisci infila l’ace del vantaggio 17-18, il muro della coppia Luisetto-Loglisci permette a Motta di rimettere il naso avanti 21-22. Biglino viene murato ed Ortona si conquista il set ball 24-23 chiude la prima frazione Santangelo 27-25.

Luisetto con la sette apre il set 0-1, Pessoa trova l’ace del 6-3. Cattaneo gioca sul muro e porta ossigeno 7-4, l’errore di Ortona dilapida il vantaggio 9-9, Biglino lavora bene a muro 11-14 e la panchina casalinga deve fermare il gioco. Cattaneo è ben smarcato da Alberini, si trova muno ad uno e infila il punto del 14-17, c’è Kristian Gamba a siglare il 21esimo punto e poi anche il set ball 20-24, la parola fine al set la mette Cattaneo sfruttando le mani alte del muro 21-25.

Avvio difficoltoso per i leoni che devono recuperare un gap di 3-0, Alberini di seconda intenzione sblocca Motta da una situazione complessa 3-1. È un attacco out di Santangelo a consegnare il vantaggio nelle mani dei biancoverdi 6-7, sul 11-13 per gli ospiti la Sieco chiama time out ma al rientro Pessoa sbaglia le misure in attacco 11-14 e circoletto rosso sul grande recupero di piede di Loglisci. Alberini ricama due aces questo significa 11-17. Acuti non si fa attendere a muro 14-20, spreca troppo Ortona 17-23, il set ball è una diagonale di Cattaneo 18-24, sempre Cattaneo mette termine al set 20-25.

Acuti in primo tempo 0-1, Fabi (ex della gara) trova il suo secondo ace personale 8-5, poi Elia dal centro 10-6 e coach Lorizio costretto al time out. Cattaneo ancora una volta trova fortuna in diagonale 11-8 e poi Acuti con l’ace 11-9. Alberini in cielo per alzare ad una mano il primo tempo di Luisetto 13-11, è generosa con gli errori la squadra mottense 15-11, il muro di Piazza permette un altro allungo abruzzese 19-14. Gamba ferma muro ad uno Pessoa 21-17, ancora una volta è Gamba ad alzare la voce a muro 22-20, Motta annulla tre set ball ma non basta 25-23.

Cattaneo scardina il muro 0-1, Gamba passa in mani out 4-3, si va al cambio campo con Ortona avanti 8-5. Alberini ferma De Paola a muro 9-9 e Acuti infila un ace 10-11, Luisetto piazza il muro del 12-14 ma Ortona impatta 14-14, una serie infinita di break e contro break si chiude con un muro di Loglisci 20-22.

I PROTAGONISTI-

Nunzio Lanci (Allenatore Sieco Service Ortona)- «Certo, sono contento per il punto conquistato ma questa era una gara che in fondo meritavamo di vincere. Era una partita importantissima per noi. Arriviamo da un filotto di sconfitte e questa sarebbe stata l’occasione giusta per riprendere fiducia in noi stessi. Ci abbiamo provato, abbiamo fatto bene a tratti e peccato per i nostri soliti passaggi a vuoto che finiscono per condizionare l’andamento della gara. È tosta ma non dobbiamo mollare. Bisogna continuare a guardare avanti e a pensare partita dopo partita, sperando che finalmente la ruota possa girare anche a nostro favore. Quando andiamo in difficoltà non riusciamo a venirne fuori immediatamente. Oggi però ho visto una reazione che era mancata in passato e quindi ci saremmo meritati una piccola gioia anche noi. Peccato, ma sono convinto che dopo il buio, finalmente verrà la luce».

IL TABELLINO-

SIECO SERVICE ORTONA – HRK DIANA GROUP MOTTA 2-3 (27-25, 21-25, 20-25, 25-23, 20-22)

SIECO SERVICE ORTONA: Piazza 2, Pessoa 18, Fabi 8, Santangelo 24, De Paola 7, Elia 4, Benedicendi (L), Di Silvestre 0, Bulfon 1, Fusco (L), Cappelletti 2. N.E. Molinari, Del Fra. All. Lanci.

HRK DIANA GROUP MOTTA: Alberini 6, Cattaneo 15, Luisetto 9, Gamba 34, Loglisci 15, Biglino 2, Zaccaria (L), Battista (L), Secco Costa 1, Acuti 6, Ferrato 0. N.E. Pugliatti, Morchio, Saibene. All. Lorizio.

ARBITRI: Turtu’, Dell’Orso.

NOTE – durata set: 33′, 29′, 31′, 32′, 30′; tot: 155′.

KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE – CAVE DEL SOLE LAGONEGRO-

Poco più di un’ora per conquistare tre punti che valgono alla Kemad Lamipel Santa Croce il terzo posto in classifica. La squadra di Douglas conduce sempre la gara lasciando una svagata Cave Del Sole Lagonegro le briciole. La squadra di Barbiero si è resa protagonista di prestazione decisamente al di sotto delle proprie possibilità.

Primo set in favore dei padroni di casa: poco reattivi gli uomini della Cave del Sole che non riesce ad entrare in gara e consente ai padroni di casa di acquisire un vantaggio importante. Il distacco consente poi di chiudere il primo set. Secondo set fotocopia del primo nessun sussulto da parte dei lagonegresi che restano a guardare mentre la Kemas riesce a fare il proprio gioco senza alcuna ritrosia. Terzo set arriva una reazione nella fase centrale del Set da parte della Cave del Sole , ma poi Acquarone e compagni risalgono in cattedra e chiudono la gara.

Mister Douglas schiera Acquarone e Fedrizzi opposto,  Ferrini e Colli schiacciatori, Festi e Arasomwan centrali, libero Pace.

Barbiero sceglie la solita formazione con Pistolesi-Argenta, Mila e Di Silvestre schiacciatori, Maziarz e Bonola al centro , Hoffer Libero.

Inizia subito con il piede in avanti la formazione di casa che si porta sul 4-1 con Festi e Ferrini sugli scudi. Lagonegro trova il minimo scarto sul 5-4 ma la Kemas si riporta in vantaggio e sul 11-7 Barbiero richiama i suoi. Ancora troppo fermi i lagonegresi che lasciano ad Acquarone e compagni la possibilità di variare il gioco e così i toscani tengono ben saldo il vantaggio e chiudono con facilità il set.

Il secondo set inizia con Fedrizzi al servizio che mette in difficoltà la ricezione avversaria e porta ben presto la Kemas sul 4-0 mettendo giù anche un ace. La rete ferma poi Lo schiacciatore utilizzato come opposto da mister Douglas che deve ancora fare a meno di Walla. Sul 6-1 Barbiero deve chiamare il tempo e riprendere i suoi ma la storia non cambia e così continua la marcia dei padroni di casa che doppiano gli ospiti sul 15-7 fino ad arrivare alla fine del set sul +11.

Terzo set inizia ancora in favore della Kemas che si porta sul 3-0 con Fedrizzi al servizio. Poi Lagonegro prova ad accorciare e solo in una frangente si porta sul 10-11 ma poi il solito Ferrini riporta i suoi sulla strada del vantaggio ed è ancora 16-12 Santa Croce. Nulla da dire per i lagonegresi che nonostante l’ingresso di Armenante al posto di Milan, non riescono a fare il proprio gioco. Errori di troppo e poca lucidità nei momenti decisivi permettono alla Kemas di chiudere con facilità il set e dunque anche il match, portando alla propria classifica 3 punti decisivi.

Prestazione decisamente sotto le proprie possibilità per la Cave del Sole che interrompe la sua striscia positiva

IL TABELLINO-

KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE – CAVE DEL SOLE LAGONEGRO 3-0 (25-17, 25-13, 25-20)

KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE: Acquarone 5, Fedrizzi 22, Arasomwan 7, Ferrini 5, Colli 15, Festi 6, Sposato (L), Pace (L). N.E. Menchetti, Gabbriellini, Mannucci, Brucini, Caproni, Giovannetti. All. Douglas.

CAVE DEL SOLE LAGONEGRO: Pistolesi 1, Milan 4, Bonola 4, Argenta 8, Di Silvestre 8, Maziarz 4, Biasotto (L), Hoffer (L), Marini 0, Armenante 1. N.E. Zivojinovic, Beghelli, El Moudden. All. Barbiero.

ARBITRI: Marotta, Jacobacci.

NOTE – durata set: 23′, 22′, 28′; tot: 73′.

POOL LIBERTAS CANTÙ – BCC CASTELLANA GROTTE-

La Bcc Castellana Grotte che, nell’anticipo pomeridiana dell’ottava giornata del campionato nazionale serie A2 Credem Banca di pallavolo maschile, batte per 0-3 (23-25, 19-25, 28-30) la Pool Libertas Cantù. Prestazione di grande compattezza e carattere per la formazione allenata da Flavio Gulinelli che in un colpo solo trova tre punti importanti per il primato in classifica (restando in vetta da sola, sempre con una gara in più rispetto alle più dirette inseguitrici, ma ora con tre punti di vantaggio e quindi con un margine di sicurezza adeguato), ritorna al successo in trasferta (non vinceva fuori casa dal 17 ottobre a Cuneo) e approccia nel migliore dei modi al tour de force da 4 partite in 14 giorni.

Bene in difesa e in attacco, sbagliando pochissimo (solo 9 volte), benissimo a muro (con 12 punti totali originati da questo fondamentale). Prova corale e di squadra importante per la Bcc che porta anche quattro giocatori in doppia cifra in tre set: Theo Lopes top scorer del match con 19 punti, ma anche Borgogno e Truocchio con 11 (il centrale protagonista anche con 5 muri) e Tiozzo con 10. Tra i migliori anche Alessandro Toscani con il 76% di positive e il 46% di perfette in ricezione, ma anche con un paio di difese assolutamente decisive.

La Pool Libertas Cantù di Battocchio deve rinunciare a Butti e Monguzzi (fermo da inizio stagione) e si schiera con Coscione palleggiatore, Motzo opposto, Sette (pugliese di Altamura) e Hanzic schiacciatori, Mazza e Copelli centrali, Bortolini libero.

Per la Bcc ancora fuori capitan Alessio Fiore (out per infortunio per la terza volta di fila): Gulinelli conferma la formazione delle ultime uscite con Izzo regista, Theo opposto, Tiozzo e Borgogno martelli, Presta e Truocchio centrali, Toscani libero.

Avvio con tanta tensione (7-7), il primo break è di Cantù: 9-7. Gulinelli chiama subito tempo e ha ragione: 10-11 con muro e diagonale di Theo. L’11 brasiliano ci mette anche l’ace del 12-14 e il diagonale del 14-16. Motzo e Sette riportano in corsa Cantù, Presta e due di Truocchio tengono avanti Castellana: 18-21. La Pool Libertas non molla: ace di Sette per il 21-22. Passa Hanzic, passa anche Truocchio: 22-24. Chiude Theo, alla seconda palla set, il 23-25.

Quattro muri in avvio di secondo: tre sono della Bcc (2-4). Castellana lavora ancora dal centro con Presta e dal lato con Theo: 7-9. Fase intermedia meno bella rispetto al primo set, ma la Bcc ne esce comunque meglio con due di Tiozzo: break fino all’11-15. Cresce Castellana, salendo di tono anche in difesa: pipe e block out di Borgogno per il 12-18. Sempre bene il muro gialloblù: Theo per il 15-20. Cantù prova l’ultimo sforzo (17-20), ma Borgogno e Tiozzo spingono la Bcc (18-22). Il muro di Presta e Tiozzo per il 19-25 decisivo.

Parte meglio Cantù nel terzo: Motzo e Sette per il 6-4 iniziale. Castellana resta in ritmo con ottime cose in difesa e a muro (10-10). Theo sprinta: due di fila per il 12-13. Ace di Santambrogio e incrocio delle linee per Tiozzo: 13-16. La Bcc prova a chiudere: Theo in block out (17-19), Truocchio a muro (18-20). La Pool Libertas, però, non crolla: Motzo a muro (21-21). L’ace di Sette è benedetto dal nastro (22-21). Hanzic e un altro muro di Motzo danno due palle set a Cantù (24-22): annullati da Presta e Theo (24-24). Tra ace ed errori in battuta, la Bcc spreca due match ball e la Pool Libertas altre due palle set: 28-28. Toscani difende due volte in fila: su una palla Coscione invade, sull’altra Truocchio pizzica la linea per il 28-30.

I PROTAGONISTI-

Matteo Battocchio (Allenatore BCC Castellana Grotte)-« Credo che la BCC oggi ci abbia dato una lezione di pallavolo e di personalità. È la seconda volta di fila che giochiamo una sfida di vertice, ed è la seconda volta di fila che giochiamo molto male e contratti. Credo che sia normale, perché fa parte del processo di crescita che deve fare questa squadra. Un conto è arrivare in alto, un conto è la pressione che devi affrontare quando sei in alto. Stare in alto è molto più difficile, e credo che si sia ampiamente visto oggi. I giocatori stanno dando tutto quello che possono in allenamento, e anche in gara stanno dando tutto quello che hanno. Credo che sia responsabilità mia non aver ancora trovato la chiave per far emergere le nostre qualità tecniche a dispetto dell’aspetto emotivo ».

IL TABELLINO-

POOL LIBERTAS CANTÙ – BCC CASTELLANA GROTTE 0-3 (23-25, 19-25, 28-30)  POOL LIBERTAS CANTÙ: Coscione 0, Sette 11, Mazza 3, Motzo 11, Hanzic 9, Copelli 12, Pietroni 0, Bortolini (L), Trovò 0, Princi 0, Salvador 0. N.E. All. Battocchio.

BCC CASTELLANA GROTTE: Izzo 3, Tiozzo 10, Presta 7, Lopes Nery 19, Borgogno 11, Truocchio 11, Toscani (L), Santambrogio 1, De Santis 0, Arienti 0, Capelli 0. N.E. Zanettin. All. Gulinelli.

ARBITRI: Brunelli, Pristera’.

NOTE – durata set: 29′, 27′, 36′; tot: 92′.

I RISULTATI-

BAM Acqua S.Bernardo Cuneo-Agnelli Tipiesse Bergamo 0-3 (17-25, 19-25, 19-25) Giocata ieri

Sieco Service Ortona-HRK Diana Group Motta di Livenza 2-3 (27-25, 21-25, 20-25, 25-23, 20-22);

Kemas Lamipel Santa Croce-Cave Del Sole Lagonegro 3-0 (25-17, 25-13, 25-20);

Gruppo Consoli McDonald's Brescia-Conad Reggio Emilia 2-3 (23-25, 22-25, 25-21, 25-19, 8-15);

Pool Libertas Cantù-BCC Castellana Grotte 0-3 (23-25, 19-25, 28-30);

Delta Group Porto Viro-Emma Villas Aubay Siena 3-0 (25-16, 25-21, 25-18)

Ha riposato: Synergy Mondovì

LA CLASSIFICA-

BCC Castellana Grotte 18, Agnelli Tipiesse Bergamo 15, HRK Diana Group Motta 14, Kemas Lamipel Santa Croce 14, BAM Acqua S.Bernardo Cuneo 13, Pool Libertas Cantù 13, Delta Group Porto Viro 12, Conad Reggio Emilia 11, Cave Del Sole Lagonegro 11, Gruppo Consoli McDonald's Brescia 9, Emma Villas Aubay Siena 9, Synergy Mondovì 3, Sieco Service Ortona 2.

Note: 1 Incontro in più: BCC Castellana Grotte, Kemas Lamipel Santa Croce, Delta Group Porto Viro, Cave Del Sole Lagonegro, Emma Villas Aubay Siena;

IL PROSSIMO TURNO-05/12/2021 Ore: 18.00-

Agnelli Tipiesse Bergamo-Sieco Service Ortona;

Emma Villas Aubay Siena-BCC Castellana Grotte;

Conad Reggio Emilia-BAM Acqua S.Bernardo Cuneo;

Synergy Mondovì-Pool Libertas Cantù;

Cave Del Sole Lagonegro-Gruppo Consoli McDonald's Brescia Si gioca il  04/12/2021 Ore 20.30;

HRK Diana Group Motta-Kemas Lamipel Santa Croce Ore 19:00

Riposa: Delta Group Porto Viro


Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti