Castellana espugna Siena, Bergamo supera Ortona

Non perdono colpi i ragazzi di Gulinelli che dominano la sfida del Pala Estra. Gli orobici tengono il passo superando il fanalino di coda Ortona. Successi anche per Cantù, Motta e Reggio Emilia
Castellana espugna Siena, Bergamo supera Ortona© Legavolley
24 min
TagsBccAgnelli Tipiesse

ROMA- Ancora una vittoria da tre punti per la capolista BCC Castellana Grotte nel nono turno di A2 Maschile. I pugliesi, pur in formazione incompleta, stasera hanno espugnato in sicurezza il Pala Estra di Siena contro una Emma Villas ancora in difficoltà. Resta in scia l’Agnelli Tipiesse Bergamo che soffre nel secondo set ma domina il match contro il fanalino di coda Sieco Service Ortona. Bella sfida quella tra HRK Diana Group Motta e Kemas Lamipel Santa Croce nella quale la spuntano alla fine i padroni di casa al tie break. Vittoria pesantissima quella centrata dalla Conad Reggio Emilia contro la BAM Acqua S.Bernardo Cuneo che vale agli uomini di Mastrangelo il sorpasso sui rivali odierni. Altra sfida conclusa in cinque set quella che ha visto il successo della Pool Libertas Cantù che ha avuto la forza di rimontare due volte contro la squadra di Denora.

TUTTE LE SFIDE-

HRK DIANA GROUP MOTTA – KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE-

Partita lunga e combattuta in quel di Caorle, con la Kemas Lamipel Santa Croce che mette in scena una gran rimonta che però viene interrotta proprio sul più bello: Motta di Livenza vince al tie-break, mantiene l’imbattibilità casalinga e conquista due punti per la classifica, lasciandone però uno ad Acquarone e compagni che quindi non tornano a Santa Croce a mani vuote

Nel primo set la Kemas detta il ritmo ma Motta impatta sulla parte finale del set e poi un video check errato consegna il parziale direttamente ai Leoni. Una HRK Diana Group che commette pochissimi errori e può contare su un buon gioco collettivo si assicura anche la seconda frazione di gioco 25-15. Le squadre si danno appuntamento al quarto set tenendo il terzo periodo di gioco costantemente in bilico, la spuntano poi gli ospiti 23-25. Equilibrio della viglia confermato: la partita va al set corto con una Santa Croce sugli scudi 14-25. Quinto set al cardiopalma con i Leoni che riescono ad avere la meglio ma solo 15-13.

Coach Douglas decide di partire con: Acquarone e Wallyson nella diagonale maggiore, Fedrizzi e Colli in banda, Festi e Arasomwan in posto tre, Pace libero.

Coach Lorizio risponde con: Alberini in regia e Gamba opposto, Cattaneo e Loglisci i posti quattro, Luisetto e Biglino al centro, Battista libero.

Gamba da il benvenuto a Santa Croce con il mani e out 3-1, Fedrizzi però trova l’ace del vantaggio 4-5. È fallosa Motta e Lorizio ferma tutto 6-10. Gamba tiene vive le speranze biancoverdi 9-13, Loglisci continua a macinare punti 12-15. Luisetto ferma a muro Walla e accorcia le distanze 14-16. Gamba ci mette il muro della parità 18-18, di nuovo Gamba con il mani out per aprire il corridoio del set 20-19. Santa Croce ha esperienza e lo dimostra immediatamente: 21-22. Con Cattaneo prima e Gamba poi Motta si guadagna il primo set ball 24-23 si chiude il set con una chiamata di video check sbagliata per Santa Croce 25-23.

La battuta di Luisetto consente una slash per Biglino 2-0, Gamba si iscrive anche alla festa degli ace 4-1. Santa Croce lavora bene in pipe 5-4, il +3 per Motta porta la firma di Loglisci in diagonale stretta. Il muro a uno di Kristian Gamba vuol dire 11-7, Luisetto mette pressione dal servizio e costringe la panchina ospite al secondo time out 14-7. Gamba dai nove metri infila un nuovo ace per doppiare la Kemas 16-8, Cattaneo e Alberini si scambiano i ruoli e il palleggiatore biancoverde va a tabellino 20-10. L’ace diretto di Acquarone permette a Santa Croce di respirare 21-14 ma Gamba perentorio torna a dettare il ritmo 22-14. Gamba lavora il pallone sulle mani del muro e ricama il punto del set 25-15.

Santa Croce avanti con il muro di Colli 1-2, il primo scambio lungo lo vince Motta con il muro di Biglino 3-2. Gamba trova l’ace numero 3 e trascina i suoi sul 5-3. Il decimo punto biancoverde è una diagonale di Cattaneo 10-8, con un attacco out di Loglisci la partita trova i binari della parità 11-11. È un errore di Cattaneo a permettere il mini break di vantaggio 15-17 dei Lupi, c’è Leo Battista a recuperare un pallone difficilissimo e Gamba lo ringrazia con il punto della parità 18-18. La situazione si complica per i Leoni con Colli che sbarra la strada a Gamba 20-22, sempre con Colli Santa Croce ha a disposizione due set ball 22-24 Biglino annulla il primo ma Arasowman mette la parola fine 23-25.

Motta fa partire il set con il muro di Luisetto 1-0, Ferrini spinge i suoi con l’ace del vantaggio 2-3. Con la pipe di capitan Colli Santa Croce può volare sul +5 4-9. Fedrizzi ci mette anche il punto dalla battuta 6-13 c’è solo Acuti a tenere vivi i biancoverdi 7-13. Primo tempo vincente quello di Arasowman per il 9-17, funziona a meraviglia l’intesa tra Acuti e Ferrato 11-19, Motta spreca tantissimo e Santa Croce porta la partita al quinto set 14-25.

L’HRK Diana Group parte bene 3-1, ma Colli ferma singolarmente Gamba e passa cosi in vantaggio Santa Croce 3-4. Fedrizzi allunga 5-7, le due formazioni vanno al cambio campo con la Kemas avanti 7-8. Kristian Gamba galvanizza i tifosi con il mani out della parità 9-9, Fedrizzi spara direttamente out e consente a Motta di arrivare a quota 11-9. Il muro di Omar Biglino ferma il primo tempo di Festi 13-11,ancora Biglino con il primo tempo regala ai sue due match ball 14-12 ci pensa Secco Costa a chiudere il match 15-13.

IL TABELLINO-

HRK DIANA GROUP MOTTA – KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE 3-2 (25-23, 25-15, 23-25, 14-25, 15-13)

HRK DIANA GROUP MOTTA: Alberini 2, Cattaneo 13, Luisetto 5, Gamba 25, Loglisci 9, Biglino 14, Zaccaria (L), Battista (L), Secco Costa 8, Acuti 3, Ferrato 0. N.E. Pugliatti, Morchio, Saibene. All. Lorizio.

KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE: Acquarone 3, Fedrizzi 16, Arasomwan 10, Bezerra Souza 5, Colli 16, Festi 8, Sposato (L), Pace (L), Ferrini 6. N.E. Caproni, Menchetti, Brucini, Giovannetti. All. Douglas.

ARBITRI: Grassia, Traversa.

NOTE – durata set: 31′, 23′, 31′, 23′, 21′; tot: 129′.

CONAD REGGIO EMILIA – BANCA ALPI MARITTIME ACQUA S.BERNARDO CUNEO-

Bella vittoria con sorpasso per la Conad Reggio Emilia contro la Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo Cuneo. Coach Mastrangelo costretto a rimaneggiare il suo sestetto titolare dopo l’infortunio di Suraci nel match con Brescia, schiera Mian come opposto e in panchina restano Marretta e Cantagalli, quest’ultimo inserito per un’azione conclusasi subito con il servizio in rete di Catellani. La Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo Cuneo parte molto bene nel primo set portandosi a +7 sui padroni di casa, poi le sicurezze si sgretolano, Garnica e compagni recuperano e sorpassano fino a chiudere con un distacco di 5 lunghezze. Nella seconda frazione i ragazzi di coach Serniotti mostrano un altro approccio e impongono il proprio gioco, tuttavia, nei due set successivi i padroni di casa si fanno sempre più insidiosi dai nove metri, così come a muro e con uno Zamagni sugli scudi al centro, il match è compromesso.

Coach Mastrangelo schiera: Garnica (K) palleggio, Mian opposto, Zamagni e Scopelliti centro, Held e Cominetti schiacciatori; Morgese (L). Lo starting six di Cuneo: Pedron palleggio, Wagner opposto, Sighinolfi e Codarin centro, Botto e Preti schiacciatori; Bisotto (L).
Partenza sprint per Cuneo nel primo set che si porta in un batter d’occhio a +7 con buona prestazione di Bisotto in seconda linea e difesa, mentre i centrali Codarin e Sighinolfi si distinguono in attacco e a muro. Tuttavia, dopo l’attacco in diagonale di capitan Botto sul 13-19, i padroni di casa pronti-via recuperano 3 punti e coach Serniotti chiama il primo time out (16-19). I problemi tecnici con il videocheck assente non aiutano, ma il problema è una P1 da cui i cuneesi non riescono ad uscire fino al 22-20 con il muro cuneese su Zamagni. Ormai il set è compromesso e si conclude 25-20 per i reggiani.

Cuneo rientra in campo con lucidità nella seconda frazione, facendo il proprio gioco. Molto bene l’intesa Pedron-Wagner. Primi tempi che piovono dal cielo e che lasciano il segno sul campo avversario, così come capitan Botto super in pipe dalla seconda linea. Viene riattivato il videocheck che assegna il 13° punto a coach Mastrangelo (13-20). Tallone entra per Preti sul 15-21. Un muro sentenziale quello di Pedron su Cominetti che manda lo stesso regista dai nove metri per i biancoblù (17-23). Wagner trova il set ball con un attacco forte sul muro avversario, ma viene annullato ben due volte da Zamagni. Coach Serniotti non vuol correre rischi e richiama i sui, al rientro in campo è ancora l’opposto brasiliano a trovare il punto con una diagonale stretta, che riporta la parità al PalaBursi (19-25).

Il terzo set inizia subito combattuto, con i padroni di casa che alzano l’asticella al servizio mettendo in difficoltà la ricezione cuneese, che fatica a ricostruire. Molto bene l’ex capitano reggiano, Sesto, che viene inserito titolare a inizio parziale e affianca Zamagni in piena serata al centro. Sul 20-12 Tallone entra in seconda linea per Preti a rafforzare la ricezione. Il muro di Cominetti su Wagner scrive il 25-16.

Anche nell’ultimo parziale sono i padroni di casa a dettare il proprio gioco e sul 7-4 coach Serniotti chiama il primo time out. Sul 14-10 entra Filippi per Pedron al palleggio. Un’azione di livello quella successiva, con diversi scambi, che tuttavia si conclude positivamente per Reggio. Altro time out per i biancoblù e sul 16-10 entra Rainero per Sighinolfi. Bene Filippi di seconda che conquista il turno al servizio che mette in difficoltà la ricezione avversaria e Rainero si fa trovare pronto, cogliendo al volo il rigore (16-12). Zamagni effettua il cambio palla e Mian trova l’ace del 18-12. Volata finale per Reggio Emilia che chiude 25-19 set ed incontro.

I PROTAGONISTI-

Roberto Serniotti (Allenatore Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo Cuneo)-  « Questa sera abbiamo sofferto molto la loro battuta forte, che ha reso difficoltoso il nostro cambio palla, a cominciare dal primo set che stavamo conducendo bene. Ora testa subito alla partita di mercoledì, dove dovremo fare tutto ciò che serve per battere Siena».

IL TABELLINO-

CONAD REGGIO EMILIA – BANCA ALPI MARITTIME ACQUA S.BERNARDO CUNEO 3-1 (25-20, 19-25, 25-16, 25-19)

CONAD REGGIO EMILIA: Garnica 2, Held 17, Scopelliti 1, Mian 12, Cominetti 18, Zamagni 18, Cagni (L), Morgese (L), Sesto 4, Cantagalli 0, Catellani 0. N.E. Marretta, Suraci. All. Mastrangelo.

BANCA ALPI MARITTIME ACQUA S.BERNARDO CUNEO: Pedron 1, Botto 11, Sighinolfi 5, Pereira Da Silva 19, Preti 16, Codarin 6, Lilli (L), Tallone 0, Bisotto (L), Filippi 1, Rainero 1. N.E. Vergnaghi. All. Serniotti.

ARBITRI: Bassan, Mesiano.

NOTE – durata set: 26′, 27′, 22′, 24′; tot: 99′.

SYNERGY MONDOVÌ – POOL LIBERTAS CANTÙ-

Il Pool Libertas Cantù torna alla vittoria, e lo fa battendo al tie-break la Synergy Mondovì in una partita sofferta e sudata. Menzione speciale per i 32 punti con il 56% in attacco di un infermabile Matheus Motzo, e per l’eterno Manuel Coscione, capace di mandare in doppia cifra tutti i suoi attaccanti.

Coach Matteo Battocchio conferma la formazione delle ultime partite, con Manuel Coscione al palleggio, Matheus Motzo opposto, Tino Hanži? e Felice Sette schiacciatori, Riccardo Copelli e Federico Mazza centrali, e Riccardo Bortolini libero. Coach Francesco Denora risponde con Matteo Lusetti in regia, Nwachukwu Arinze Kelvin opposto, Giuseppe Boscaini e Riccardo Mazzon in banda, , e Mattia Raffa libero.

Primo set che parte in equilibrio. Verso metà parziale la Synergy, aiutata anche da alcuni errori canturini, allunga (16-12). Il Pool Libertas, però, non molla, e con il turno al servizio di Motzo pareggia a quota 20. Cantù ribalta il risultato al terme di un parziale di 1-5 (21-22), ma Mondovì si affida a Kelvin Arinze (27 punti a fine match per lui) e chiude con un muro di Boscaini su Motzo (25-23).

Nel secondo set il Pool Libertas parte a razzo (2-9, 3-11). Poi qualcosa si blocca nel gioco dei canturini, la Synergy piazza un parziale di 6-1 e torna sotto, convincendo Coach Battocchio a fermare il gioco (9-12). Il parziale prosegue con Mondovì che quasi riesce nella rimonta (17-18), ma Hanži? e Mazza riportano Cantù in vantaggio. I padroni di casa non mollano e Mazzon segna il 22-23, con Coach Battocchio a chiamare il suo secondo time-out. Al rientro in campo Arinze Kelvin attacca in rete consegnando il parziale ai canturini (22-25).

Inizio terzo set in equilbrio, con tanti errori da entrambe le parti. Un muro di Ceban su Copelli confermato dal videochek chiude il parziale di 4-0 che lancia la Synergy (12-8). Mazzon è scatenato, e un muro di Lusetti su Sette manda Mondovì a +5, con Coach Battocchio che ferma il gioco (17-12). Al rientro in campo è Boscaini a mantenere il vantaggio per i padroni di casa, ma Motzo non ci sta e il suo turno al servizio permette al Pool Libertas di pareggiare a quota 21. Nel finale punto a punto la spuntano i piemontesi con un muro di Catena su Motzo (25-23).

Il primo strappo del quarto set è marcato Sette (6-8), ma Motzo non sta a guardare (9-12). Copelli, con un attacco e un muro su Meschiari, convince Coach Denora a fermare il gioco (11-15). Al rientro in campo il Pool Libertas continua a martellare da ogni posizione e il divario tra le squadre si allarga (12-18). Un muro di Motzo su Boscaini e Coach Denora chiama il suo secondo time-out (13-20). Sembra essere lo strappo decisivo, ma la Synergy non molla e prova a rientrare (18-23). Mazzon continua a martellare, e Coach Battocchio ferma tutto (20-24). Al rientro in campo Coscione mura Mazzon e manda la sfida al tie-break (20-25).

Nel quinto set il Pool Libertas parte a razzo, e Coach Denora ferma tutto (1-4). Al rientro in campo la Synergy torna sotto (6-7), ma un muro di Mazza su Arinze Kelvin e un attacco out di Boscaini convincono Coach Denora a chiamare il suo secondo time-out (7-10). Sembra essere lo strappo decisivo: Hanži? mette a terra la palla del 10-14, ma Arinze Kelvin martella e Coach Battocchio ferma il gioco (12-14). Al rientro in campo è lo stesso schiacciatore croato a consegnare set e match ai suoi (12-15).

I PROTAGONISTI-

Matteo Battocchio (Allenatore Pool Libertas Cantù)-« E’ una vittoria molto sofferta. Devo fare i complimenti ai ragazzi perché oggi ci siamo trovati ad un passo dalla terza sconfitta consecutiva. Va bene vedere le cose che vanno male, ma dobbiamo anche vedere le cose che vanno bene, la parte mezza piena del bicchiere. Loro lavorano molto sodo, abbiamo degli alti e dei bassi, e stiamo lavorando per migliorare. In questo momento stiamo avendo un periodo di difficoltà, ma ne usciremo con il lavoro come sempre ».

IL TABELLINO-

SYNERGY MONDOVÌ – POOL LIBERTAS CANTÙ 2-3 (25-23, 22-25, 25-23, 20-25, 12-15)

SYNERGY MONDOVÌ: Lusetti 1, Boscaini 17, Ceban 10, Arinze Kelvin 27, Mazzon 15, Catena 2, Fenoglio (L), Raffa (L), Camperi 0, Meschiari 0, Cianciotta 1. N.E. Gecchele. All. Denora.

POOL LIBERTAS CANTÙ: Coscione 3, Sette 15, Mazza 11, Motzo 32, Hanzic 13, Copelli 13, Princi 0, Bortolini (L), Trovò 0, Salvador 0. N.E. Pietroni. All. Battocchio.

ARBITRI: Talento, Pasin.

NOTE – durata set: 24′, 29′, 26′, 26′, 17′; tot: 122′.

AGNELLI TIPIESSE BERGAMO – SIECO SERVICE ORTONA-

L’Agnelli Tipiesse non si distrae e spegne il fanalino Ortona. Al PalaPozzoni arriva la quarta vittoria interna consecutiva fatta del giusto approccio, della buona continuità e di una manovra fluida che mette alle corde gli avversari capaci d’imbastire una reazione solo nella parte finale del secondo periodo. Subito efficace il servizio – con Finoli e Pierotti in evidenza -, immediatamente alte sia le percentuali d’attacco che la presenza a muro. Con queste armi naturale che la strada vada in discesa. A partire dal semaforo verde quando Finoli fa subito capire la sinfonia sia in cabina di regia, sia dai nove metri. Vien da sé che quando l’argentino “gira”, tutto il resto sia il risultato. Il primo parziale, infatti, scivola sui binari della sicurezza con un costante + 4 che prende sempre più quota fino al 25-16 con la bellezza di 6 punti di Larizza di cui 3 muri. Ed è proprio questo il fondamentale con cui capitan Cargioli guida la prima fuga al rientro in campo (10-5). Il ritmo dei rossoblù resta dapprima regolare e poi vive di un passaggio a vuoto. Che l’ex Santangelo sfrutta prontamente per l’aggancio a 21 fino a quando un’altra magia di Finoli permette a Cargioli di mettere a terra il 2-0. Scampato il pericolo, i bergamaschi mettono in chiaro le gerarchie in avvio di terzo set. Tanto che il 10-3 permette di apporre in anticipo il migliore dei timbri sul successo. Con la ciliegina finale del debutto per Lorenzo Abosinetti ed il primo punto di Andrea Baldi, che trasforma il match-point. Altri tre punti in saccoccia, viatico ideale per affrontare mercoledì a Cantù il Pool Libertas e domenica prossima, in casa, Motta di Livenza: due impegni che hanno il sapore di prove-verità.

IL TABELLINO-

AGNELLI TIPIESSE BERGAMO – SIECO SERVICE ORTONA 3-0 (25-16, 25-23, 25-15)

AGNELLI TIPIESSE BERGAMO: Finoli 2, Terpin 8, Larizza 12, Padura Diaz 8, Pierotti 15, Cargioli 10, Abosinetti (L), Mancin 0, D’Amico (L), Baldi 1, Ceccato 0. N.E. De Luca, Cioffi. All. Graziosi.

SIECO SERVICE ORTONA: Piazza 1, Pessoa 5, Molinari 3, Santangelo 20, De Paola 6, Elia 4, Cappelletti 3, Di Silvestre 0, Fusco (L). N.E. Benedicendi, Del Fra. All. Lanci.

ARBITRI: Sabia, Marconi.

NOTE – durata set: 26′, 32′, 24′; tot: 82′.

EMMA VILLAS AUBAY SIENA – BCC CASTELLANA GROTTE-

Una super Bcc Castellana Grotte domina sul gommato della Emma Villas Aubay Siena, su un campo storicamente ostico come quello del Palaestra, vince nonostante tre assenze pesanti (Fiore, Zanettin e Truocchio), gioca due set perfetti e un terzo di grande tenuta mentale, conquista il suo terzo successo consecutivo e mantiene il primo posto in classifica con 21 punti. Si legge 0-3 (15-25, 16-25, 21-25) sul tabellino della nona giornata del campionato nazionale serie A2 Credem Banca di pallavolo maschile, lo stesso risultato maturato sette giorni fa a Cantù.

La formazione allenata da Flavio Gulinelli supera così a pieni voti la doppia trasferta di fila e si prepara al meglio per il turno infrasettimanale di mercoledì 8 dicembre in casa con Lagonegro. Prova di grandissima coesione e prestazione di carattere per la Bcc Castellana che, dalle difficoltà oggettive in arrivo dall’infermeria piena, mostra ritmo e lucidità (solo 4 errori gratuiti tra ricezione e attacco) e trova un Theo Lopes da 24 punti in tre set (con 3 ace, 1 muro e il 77% in attacco).

Oltre alla meravigliosa prestazione di squadra, bene anche tutti i singoli: Alessandro Arienti debutta con 6 punti (e un ottimo primo set), Toscani fa segnare il 50% di ricezioni perfette e cambia il match con diverse difese importanti, Borgogno e Tiozzo contribuiscono con 9 e 7 punti, Presta e Izzo tengono come sempre a muro (con 2 punti a testa nel fondamentale).

Il Siena di Montagnani si schiera con Pinelli regista opposto a Panciocco, l’ex Ottaviani e Kuznetsov martelli, Mattei e Rossi al centro, Sorgente libero. Solo panchina per l’altro ex gialloblù Agrusti e per lo schiacciatore Parodi.

Out Alessio Fiore (per i problemi alla schiena che lo tengono fermo da più di un mese), Ivan Zanettin (neanche convocato, distorsione alla caviglia sinistra in settimana) e Andrea Truocchio (fuori per un problema gastrointestinale accusato durante la notte). La Bcc Castellana di Gulinelli si presenta con Izzo palleggiatore, Theo opposto, Tiozzo e Borgogno schiacciatori, Presta e Arienti (al debutto dalla prima battuta) centrali, Toscani libero.

Primo tempo ed ace per Arienti (2-3), due volte dal centro Presta (4-6): la Bcc spinge dal centro. Quattro di Theo (anche un ace) per un altro break gialloblù: 6-11. Arienti ci mette anche un muro e un altro primo tempo: 8-14. Tiozzo stoppa Panciocco e trova un block out da posto due (10-18): Castellana fugge. Funziona il muro della Bcc: Borgogno per il 10-20 e Theo per il 12-22. Ancora Arienti e Theo in parallela per il 15-25.

Si riparte da Parodi per Kuznetsov e da un nuovo break Castellana: pipe di Borgogno per il 3-5. Il doppio muro di Izzo spinge la Bcc (5-8), il doppio muro di Rossi fa rientrare Siena: 8-9. Arienti, due volte Theo e due volte Tiozzo per l’11-15: scappa di nuovo Castellana. Giocano bene i pugliesi, difesa e muro per il 14-19. Altro block out e altro ace di Theo: 15-21. Borgogno e Tiozzo per il 16-24. Il 15 gialloblù ci mette anche l’ace fortunato per il 16-25.

Due di Panciocco, ma l’avvio è in equilibrio: 4-4. Primo tempo di Rossi per il mini break Siena (8-6). Theo si prende la scena: parallela, ace, doppia difesa e diagonale per l’8-9. Di nuovo Theo, il muro di Izzo e l’ace di Borgogno per il 9-12. Il set si anima. Toscani da solidità a ricezione e difesa, Theo passa sempre (13-16). Siena non crolla, anzi recupera con due ace di Ottaviani per il 17-16. Borgogno e Parodi per il 19-19, Presta per il 19-21. Siena si aggrappa a Parodi (20-21), ma Toscani e De Santis diventano insuperabili insieme: 20-23 con un altro block out di Theo. L’ace di Tiozzo, poi, chiude il 21-25.

IL TABELLINO-

EMMA VILLAS AUBAY SIENA – BCC CASTELLANA GROTTE 0-3 (15-25, 16-25, 21-25)

EMMA VILLAS AUBAY SIENA: Pinelli 0, Ottaviani 8, Rossi 4, Panciocco 14, Kuznetsov 2, Mattei 4, Tupone (L), Sorgente (L), Ciulli 0, Onwuelo 0, Parodi 8. N.E. Agrusti, Iannaccone. All. Montagnani.

BCC CASTELLANA GROTTE: Izzo 3, Tiozzo 7, Presta 5, Lopes Nery 24, Borgogno 9, Arienti 6, De Santis (L), Toscani (L), Capelli 0, Santambrogio 0. N.E. All. Gulinelli.

ARBITRI: Toni, Merli.

NOTE – durata set: 24′, 25′, 29′; tot: 78′.

I RISULTATI-

Agnelli Tipiesse Bergamo-Sieco Service Ortona 3-0 (25-16, 25-23, 25-15);

Emma Villas Aubay Siena-BCC Castellana Grotte 0-3 (15-25, 16-25, 21-25);

Conad Reggio Emilia-BAM Acqua S.Bernardo Cuneo 3-1 (25-20, 19-25, 25-16, 25-19);

Synergy Mondovì-Pool Libertas Cantù 2-3 (25-23, 22-25, 25-23, 20-25, 12-15);

Cave Del Sole Lagonegro-Gruppo Consoli McDonald's Brescia 3-1 (25-19, 28-26, 23-25, 25-22) Giocata ieri;

HRK Diana Group Motta-Kemas Lamipel Santa Croce 3-2 (25-23, 25-15, 23-25, 14-25, 15-13)

Ha riposato: Delta Group Porto Viro

LA CLASSIFICA-

BCC Castellana Grotte 21, Agnelli Tipiesse Bergamo 18, HRK Diana Group Motta 16, Pool Libertas Cantù 15, Kemas Lamipel Santa Croce 15, Conad Reggio Emilia 14, Cave Del Sole Lagonegro 14, BAM Acqua S.Bernardo Cuneo 13, Delta Group Porto Viro 12, Gruppo Consoli McDonald's Brescia 9, Emma Villas Aubay Siena 9, Synergy Mondovì 4, Sieco Service Ortona 2.

Note: 1 Incontro in più: BCC Castellana Grotte, Kemas Lamipel Santa Croce, Cave Del Sole Lagonegro, Emma Villas Aubay Siena;

IL PROSSIMO TURNO- 08/12/2021 Ore: 18.00

BAM Acqua S.Bernardo Cuneo-Emma Villas Aubay Siena;

Sieco Service Ortona-Conad Reggio Emilia Ore 19.00;

Gruppo Consoli McDonald's Brescia-Delta Group Porto Viro;

BCC Castellana Grotte-Cave Del Sole Lagonegro;

Pool Libertas Cantù-Agnelli Tipiesse Bergamo;

HRK Diana Group Motta-Synergy Mondovì

Riposa: Kemas Lamipel Santa Croce


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti