Cuneo in finale, Reggio Emilia e Bergamo alla bella

La squadra di Serniotti batte 3-0 (25-22, 32-30, 25-20) Santa Croce in Gara 2 di semifinale e chiude i conti. Nell'altra sfida gli orobici cadono al tie break 3-2 (20-25, 25-17, 26-28, 25-23, 15-9) in Emilia e dovranno giocarsi la qualificazione in Gara 3 in programma mercoledì 11 al Pala Pozzoni
Cuneo in finale, Reggio Emilia e Bergamo alla bella© Legavolley
TagsBam Acqua San BernardoConad

ROMA- L’A2 Maschile ha una finalista per la promozione, la Bam Acqua S.Bernardo Cuneo che ha superato in tre set la Kemas Lamipel Santa Croce, in Gara 2 delle semifinali Play Off, chiudendo i conti. Alla bella invece la sfida fra Conad Reggio Emilia e Agnelli Tipiesse Bergamo dopo la vittoria al tie break della squadra di Mastrangelo in Gara 2. Sarà la decisiva sfida di mercoledì 11 in casa degli orobici a determinare chi dovrà affrontare i piemontesi nella decisiva serie per andare in Superlega.

LE DUE SFIDE-

BANCA ALPI MARITTIME ACQUA S.BERNARDO CUNEO – KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE-

L’evento nell’evento, Cuneo vince 3-0 contro Santa Croce in un palazzetto infuocato, oltre 2.400 presenze che non hanno mai smesso di urlare e sostenere i ragazzi in campo, e stacca il pass per la Finale Play Off A2. Ora resta solo di scoprire contro chi la giocheremo, dato che Bergamo e Reggio Emilia disputeranno mercoledì Gara 3 dopo la vittoria di stasera al tie-break da parte dei reggiani. Cuneo è in Finale ed è un momento storico per la Città, il Club, gli sponsor, i tifosi e questi ragazzi che ci hanno rubato il cuore e l’anima, partita dopo partita.

Lo starting six di Cuneo: Pedron palleggio, Andri? opposto, Sighinolfi e Codarin centro, Botto e Preti schiacciatori; Bisotto (L).
Coach Douglas schiera: Acquarone palleggio, Walla opposto, Festi e Arasomwan centro, Colli e Fedrizzi schiacciatori; Pace (L).

Andri? apre le danze, poi due muri di Santa Croce e i biancorossi si portano avanti. Un punto alla volta e Cuneo pareggia al 5° con il primo tempo di Codarin. Il gioco procede equilibrato, entrambe le compagini si danno battaglia a ritmo delle tifoserie e di un palazzetto finalmente gremito. Sugli scudi Capitan Botto a muro e in attacco (15-15), poi Andri? porta avanti Cuneo col 17-16 in diagonale, Fedrizzi recupera, ma è ancora l’opposto biancoblù a trovare il punto. Sul 18 pari dopo il primo tempo di Festi il time out per coach Serniotti. Si torna in campo e c’è Fedrizzi al servizio per i Lupi. Vola Botto in pipe e sentenzia (19-18), mandando Andri? alla battuta. Cuneesi sull’onda dell’entusiasmo e coach Douglas per smorzare chiama il time out (20-18). Entra Filippi alla regia, ma il muro di Preti è out, sul 20-19 rientra Pedron e Festi va al servizio. Il muro di Pedron su Colli vale il secondo time out per i biancorossi (22-19). Entra Caproni per Acquarone ad alzare il muro, ma Codarin segna il 23-20 e rientra il regista titolare. Sbaglia Andri? e Arasomwan mura Botto (23-22). L’invasione del centrale biancorosso vale il set ball per Cuneo, infinita l’ultima azione, finché Andri? chiude 25-22.

Pronti via parte avanti Santa Croce nel secondo set con Fedrizzi in attacco e poi il muro biancorosso su Preti, recupera Botto in pipe (1-2). Preti fa il break al servizio e Cuneo recupera sul 4 pari. Uno scontro ad altissimo livello tecnico, nessuna delle due compagini si risparmia. Sul 10-8 coach Douglas chiama il time out, due errori di troppo per i biancoblù ed è 11 pari al palasport di Cuneo. La ricezione di Bisotto funziona alla perfezione e Botto trova il mani out (15-13). Ottima l’intesa tra Acquarone e Arasomwan (15-14). Fedrizzi porta avanti i Lupi e sul 16-17 coach Serniotti chiama il time out. Si rientra ed è Sighinolfi a trovare la parità e conquistare il turno al servizio. Cambio palla ed è Fedrizzi a trovare il primo ace di serata, sbaglia però alla battuta successiva (18-19). Entra Filippi per Pedron e dai nove metri c’è Andri? che poco dopo trova in palleggio il 19 pari. Walla riporta avanti i biancorossi e rientra Pedron per Cuneo. Sul 20-21 entra Caproni per Acquarone ad alzare il muro, ma capitan Botto sentenzia sul lungolinea (21-21). Entra Lilli per Preti nel giro dietro. Out la battuta di Colli e l’attacco di Walla (23-22), al servizio Pedron. Gioca forte sul muro Andri? ed è set ball per Cuneo, ma la panchina biancorossa chiama il time out (24-22). Sul 24-23 entra Ferrini al servizio per Arasomwan e nelle fila cuneesi rientra Preti. Attacco di Festi e muro di Acquarone su Andri?; time out per Cuneo (24-25). Recupera Andri? e manda Botto al servizio che la mette in rete (25-26). Ancora una volta è Andri? a tenere Cuneo attaccata. Codarin trova il muro del 27 pari su Festi, ma l’opposto croato sbaglia la battuta. Preti conquista il turno dai nove metri sul 28 pari e anche lui trova la rete. Cardiopalma è dire poco, due difese di Codarin e poi il muro di Sighinolfi su Colli vale il 30-29. Poi la richiesta del primo videocheck è da parte di Cuneo, ma viene confermato il punto ad Arasomwan (30-30). Super Bisotto e poi mette giù Andri? (31-30). Pedron dai nove metri e Capitan Botto infiamma il palazzetto con il 32-30.

Un super Leo Andri? tra ace e attacchi porta al 5-1 ed è time out per coach Douglas. Gli risponde il collega di reparto Walla Souza (6-5). Che recupero Pedron poi Preti chiude al secondo tentativo infrangendo il doppio muro biancorosso (12-9); dai nove metri Sighinolfi. Entra Ferrini per Colli e poco dopo fa il break al servizio (15-15) con il muro di Arasomwan e un paio di errori dei biancoblù. Capitan Botto effettua cambio palla e il gioco riparte punto a punto con i biancoblù avanti. Il muro di Andri? su Fedrizzi è +2 per Cuneo (18-16). Sul 20-17 dopo l’attacco out di Fedrizzi è time out per Santa Croce. Out la diagonale stretta di Walla (22-18) ed entra Filippi per Pedron. Andri? al servizio, si battaglia e poi è Filippi di seconda a mettere giù il 23-18. In rete la battuta dell’opposto biancoblù e rientra Pedron (23-19). Ace di Festi ed è time out per Cuneo (23-20). Mani out per Preti ed è match ball per Cuneo (24-20), ed è lo stesso Preti ad andare al servizio e trovare l’ace che manda Cuneo in Finale Play Off.

I PROTAGONISTI-

Roberto Serniotti (Bam Acqua San Bernardo Cuneo)- « Innanzitutto permettetemi di dire che è un ottimo weekend per tutto il Club, dall’Under19 Campione regionale alla serie C e tutte le altre under. Tornando alla nostra partita, loro hanno battuto bene, decisamente meglio della scorsa partita. Abbiamo fatto un po’ troppi errori, anche in momenti in cui non era necessario. Non siamo Andri? dipendenti e non dobbiamo esserlo, però è ovvio che lui in attacco è un giocatore di categoria superiore».

IL TABELLINO-

BANCA ALPI MARITTIME ACQUA S.BERNARDO CUNEO – KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE 3-0 (25-22, 32-30, 25-20)

BANCA ALPI MARITTIME ACQUA S.BERNARDO CUNEO: Codarin 7, Filippi 1, Pedron 1, Botto 11, Bisotto (L), Preti 10, Lilli, Andric 29, Sighinolfi 2. N.E. Tallone, Rainero. All. Serniotti.

KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE: Festi 7, Pace (L), Bezerra Souza 13, Colli 4, Arasomwan 9, Acquarone 3, Caproni, Fedrizzi 15, Ferrini. Non entrati Sposato, Menchetti, Riccioni, Giannini. All. Douglas.

ARBITRI: Grassia, Pecoraro.

NOTE – durata set: 28′, 36′, 24′; tot: 88′.

CONAD REGGIO EMILIA – AGNELLI TIPIESSE BERGAMO-

Un remake della Coppa Italia. Campo invertito, copione simile e per la Conad Reggio Emilia stesso finale esaltante che riapre i giochi contro un Agnelli Tipiesse Bergamo che spreca per due volte il vantaggio e l’opportunità di chiudere i conti e conquistare la finale. La squadra di Graziosi vede così interrompersi una serie positiva che durava da oltre tre mesi: l’ultimo ko risaliva allo 0-3 con Santa Croce il 30 gennaio. La qualificazione fra le due contendenti, ora 1-1 nella serie, si deciderà mercoledì 11 sul campo degli orobici.

Straordinario protagonista della partita di oggi Diego Cantagalli che con 34 palloni vincenti ha crivellato muri e difese avversari dalle bande, ben sostenuto dal solito concretissimo Held che di punti ne ha messi a referto 20. Dall’altra parte della rete tre uomini in doppia cifra, Padura Diaz 15, Larizza 15, Terpin 14 ma il gioco è apparso, contrariamente ad altre occasioni, meno fluido e meno continuo.

Reggio inizia forzando il suo fondamentale-chiave, il servizio e ne sbaglia 7. Bergamo, pur con 5 errori, realizza il primo allungo proprio dai nove metri con Terpin e Larizza (9-12). Quello che funziona a meraviglia è il cambio palla pressoché sistematico (attacco al 74%) inaugurato da Terpin (13-17) e sigillato con un tocco di classe da Finoli per il vantaggio. Cantagalli si sblocca al rientro in campo (7-3) e sul 10-15 costringe coach Graziosi a fermare il gioco, ma l’opposto colpisce inesorabilmente anche in battuta (due volte, 14-6). Poi Sesto stoppa Padura Diaz e il pensiero va già al terzo parziale. Quando Bergamo riordina le idee e rimette le cose a posto, pur con un fiatone tipico di un confronto serrato e vibrante. Più che altro perché da un ribaltone all’altro, con Bergamo avanti fino al 15-16 e al sorpasso propiziato da Held 18-17, la contesa diviene un rodeo che i rossoblù fanno loro alla quarta occasione. Soprattutto in virtù del bilancio di 6 errori contro 13 degli avversari. Ma la Conad, come si conviene ad una compagine guidata da una tenacia fuori dal comune, scatta meglio nel quarto e la mette ancora sulla battaglia. Gli orobici faticano e nonostante un ace di Terpin (18-19) soccombono dopo un muro su Pierotti (23-21) con Cantagalli che ne approfitta e pareggia poco dopo. I ragazzi di Mastrangelo ribadiscono la capacità di tirare fuori il meglio delle energie sul filo del rasoio mentre, dall’altra parte, i rossoblù palesano immediatamente una condizione mentale non ineccepibile. E infatti la luce si spegne. Due muri, su Cargioli e Padura Diaz, fanno male come l’ace di Garnica per un doppiaggio (12-6), fotografia di una coda da cancellare subito. Tra meno di 72 ore in palio c’è la finale. Senza prove d’appello.

IL TABELLINO-

CONAD REGGIO EMILIA – AGNELLI TIPIESSE BERGAMO 3-2 (20-25, 25-17, 26-28, 25-23, 15-9)

CONAD REGGIO EMILIA: Zamagni 11, Catellani, Held 20, Sesto 11, Scopelliti, Cominetti 10, Mian, Cantagalli 34, Garnica 3, Morgese (L), Suraci, Marretta (L). N.E. Cagni. All. Mastrangelo.

AGNELLI TIPIESSE BERGAMO: Padura Diaz 15, Mancin, D’amico (L), Cargioli 7, Finoli 2, Terpin 14, Pierotti 9, Larizza 15. Non entrati Ceccato, Abosinetti, Baldi, De Luca. All. Graziosi.

ARBITRI: Vecchione, Colucci.

NOTE – durata set: 24′, 26′, 37′, 33′, 19′; tot: 139′.

I RISULTATI-

Conad Reggio Emilia-Agnelli Tipiesse Bergamo 3-2 (20-25, 25-17, 26-28, 25-23, 15-9);

BAM Acqua S.Bernardo Cuneo-Kemas Lamipel Santa Croce 3-0 (25-22, 32-30, 25-20)

GARA 3 SEMIFINALI-11/05/2022 Ore: 20.30-

Agnelli Tipiesse Bergamo-Conad Reggio Emilia

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti