Sorpresa a Bergamo, in finale va Reggio Emilia

In Gara 3 della semifinale Play Off la squadra di Mastrangelo compie l'impresa imponendosi per 2-3 (21-25, 15-25, 25-21, 25-21, 17-19) sul campo degli orobici e si conquista il diritto di sfidare Cuneo per la promozione in Superlega
Sorpresa a Bergamo, in finale va Reggio Emilia
TagsAgnelli TipiesseConad

BERGAMO-Incredibile al Palasport di Bergamo ! La Conad Reggio Emilia, dopo aver portato a casa la Coppa Italia, conquista anche il diritto di giocare contro la BAM Acqua S. Bernardo Cuneo la serie finale per centrare la promozione di Superlega. La squadra di Mastrangelo ha saputo domare l’ Agnelli Tipiesse Bergamo in Gara 3 di Semifinale al termine di una partita entusiasmante che ha visto gli emiliani andare avanti di due set giocando una pallavolo stellare, prima di subire la rimonta di Padura Diaz e soci. Decisivo il tie break nel quale si è andati avanti punto a punto in un clima elettrizzante e nel più completo equilibrio. A spezzare la parità un ace di Held che ha chiuso i conti e regalato alla Conad un sogno, forse impensato all’inizio di stagione. Finisce 2-3 21-25, 15-25, 25-21, 25-21, 17-19 fra la delusione cocente dei bergamaschi che, per il secondo anno consecutivo, devono rinviare le ambizioni di fare il salto di categoria.

L’equilibrio sembra dominare l’avvio del primo set con Cantagalli che decide di piegare le mani del muro a suo piacimento trovando il 3-4, dopo un leggero vantaggio reggiano Bergamo ricostruisce e ritrova la parità del 7-7; Zamagni successivamente con un primo tempo manda al servizio Cantagalli che trova l’ace del 9-13, che viene replicato poco dopo sul 9-15. Dopo un parziale recupero della Agnelli Tipiesse Bergamo, la panchina di Conad Reggio Emilia decide di chiamare un time out tecnico (12-16), una risposta dei reggiani in campo che non tarda ad arrivare ma Bergamo si attacca con le unghie e con i denti facendo segnare al tabellino il punteggio di 17-21. La formazione bergamasca chiama anch’essa uno dei due time out a disposizione (18-22), ma Cominetti conquista ben quattro set e poi è Cantagalli a chiudere il set sul 21-25.

Secondo set aperto con l’ace di Cominetti dell’1-3 con il compagno di reparto Held che trova il sesto punto con un attacco sui quattro metri (4-6), poi Bergamo corre ai ripari quando la formazione ospite giunge al raddoppio sul punteggio di 5-10. Il vice capitano Sesto con il suo muro sbarra la strada all’attacco di Pierotti sul 14-8, mentre Cantagalli lo replica in un muro solitario che vale il 9-16 e che fa spendere un time out agli avversari; i padroni di casa provano ad attuare la ripartenza ma un Cantagalli scatenato gliela nega (13-19). Held segue l’amico Cantagalli e con due attacchi consecutivi finalizza il 14-22, mentre con il servizio di Mian che mette in difficoltà la ricezione bergamasca, si conclude il set con un’invasione che costa ai padroni di casa il 15-25.

Terzo set di fuoco con Bergamo che vuole riaprire il match e Reggio Emilia che lo vorrebbe chiudere, parità quindi quasi scontata nell’apertura (3-3), ma successivamente i bergamaschi fanno infiammare il Palazzetto dello Sport di Bergamo e guidati da capitan Cargioli si portano sul 10-6. Zamagni buca i tre metri avversari nel tentativo di ripresa ma questa non riesce a pieno, così coach Mastrangelo chiama un time out sul punteggio di 15-11. L’Agnelli Tipiesse Bergamo con Larizza e Padura Diaz fa dimenticare al pubblico i set precedenti, mentre un muro di Cantagalli segna il quattordicesimo punto per la Conad Volley Tricolore (18-14) e dopo aver sfruttato al meglio le mani del muro avversario innescando un mani fuori costringe coach Graziosi al time out tecnico del 20-17. L’insidiosissimo turno al servizio di Cominetti combinato agli attacchi di Held portano Reggio Emilia al meno uno sugli avversari (20-19), ma questo non basta a contrastare Terpin e Pierotti che portano a casa il terzo set (25-21).

 

Sesto con un muro apre il quarto set sull’1-1 dopo un ace di Padura Diaz, mentre il primo tempo di Zamagni non riesce a variare la situazione di parità che persiste sul 5-5 e quando Bergamo prova a scappare, il coach Vincenzo Mastrangelo chiama subito un time out tecnico per invitare i suoi alla calma (8-5). Si susseguono poi quattro punti fondamentali per Reggio Emilia: l’ace di Cominetti, la chiamata a video check che da ragione ai reggiani, il muro di Sesto e per finire l’ace di Zamagni che segna il sorpasso (9-10), infatti poco dopo coach Graziosi chiama un time out per provare a fermare l’avanzata dei reggiani sul punteggio di 9-11. Sorpassi e controsorpassi, tentativi di allungo e riprese, sono queste le modalità con cui le formazioni stanno disputando un quarto set spettacolare (15-15), l’ace anche di Scopelliti arriva a dare man forte ai compagni sul 17-17 e successivamente un serie di video check interrompono il gioco. Bergamo riesce ad ottenere tre punti di vantaggio che potrebbero essere fondamentali e così coach Mastrangelo chiama un time out tecnico sul 22-19; l’attacco di Suraci del 23-21 non basta a recuperare lo svantaggio, perché il muro di Bergamo chiude il quarto set portando la partita al tie break (25-21).

 È il quinto set quello che deciderà chi sarà la finalista, Cantagalli non ha la minima intenzione di rendere la vita facile a Bergamo (2-2), ma Bergamo riesce a ottenere sin da subito due punti di vantaggio (5-3); il time out sul punteggio di 7-5 è chiamato da coach Mastrangelo con Zamagni che risponde subito presente con un attacco nei tre metri. Il muro di capitan Garnica vuol dire 8-9 e time out per Bergamo, con la tensione che sale da ambo le parti e il palazzetto che si infiamma; Held con un pallonetto spinto si prende l’undicesimo punto e fa chiamare alla panchina bergamasca un nuovo time out sul punteggio di 10-11. Gli animi sono caldi e gli errori di entrambe le parti segnano il 13-13, mentre il punto di Bergamo spinge la panchina reggiana al time out (14-13), Held e Cantagalli tengono vivi con il defibrillatore la squadra sul punteggio di 17-17, ma a chiudere la partita e a mandare in finale Reggio Emilia è Held con un ace (17-19).

IL TABELLINO-

AGNELLI TIPIESSE BERGAMO – CONAD REGGIO EMILIA 2-3 (21-25, 15-25, 25-21, 25-21, 17-19)

AGNELLI TIPIESSE BERGAMO: Finoli 1, Terpin 14, Larizza 7, Padura Diaz 26, Pierotti 12, Cargioli 9, De Luca (L), Mancin 0, D’Amico (L). N.E. Abosinetti, Baldi, Ceccato. All. Graziosi.

CONAD REGGIO EMILIA: Garnica 2, Held 22, Sesto 6, Cantagalli 27, Cominetti 16, Zamagni 12, Cagni (L), Marretta (L), Morgese (L), Mian 0, Suraci 1, Scopelliti 1. N.E. Catellani. All. Mastrangelo.

ARBITRI: Talento, Pristera’.

NOTE – durata set: 27′, 25′, 29′, 36′, 31′; tot: 148′.

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti