Cade ancora Bergamo, Cuneo travolge la Tinet

In una 9a giornata condizionata dal covid (due rinvii) la squadra di Graziosi superata in casa da Santa Croce, i piemontesi salgono in classifica con una netta vittoria sui friulani. Successi interni per Brescia su Grottazzolina e Cantù su Ravenna
Cade ancora  Bergamo, Cuneo travolge la Tinet© Legavolley
19 min
TagsBam Acqua San BernardoTinet

ROMA- 9a giornata di A2 Maschile fortemente condizionata dal Covid che ha imposto il rinvio di due partite Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-Conad Reggio Emilia e BCC Castellana Grotte-Delta Group Porto Viro. Si sono giocate quattro partite. Fra i risultati spicca il successo in trasferta della Kemas Lamipel Santa Croce sul campo di Agnelli Tipiesse Bergamo, sempre più in difficoltà, che deve arrendersi al quinto set. Il punto conquistato comunque consente agli orobici di raggiungere Vibo in vetta, sia pure con una partita in più. Vittorie interne da tre punti per la BAM Acqua S.Bernardo Cuneo contro la Tinet Prata Pordenone; per la Consoli McDonald’s Brescia contro la Videx Grottazzolina; per la Pool Libertas Cantù contro la Consar Ravenna.

TUTTE LE SFIDE-

POOL LIBERTAS CANTÙ - CONSAR RCM RAVENNA –

Quarta vittoria consecutiva per il Pool Libertas Cantù: nella partita appena conclusa al PalaFrancescucci di Casnate con Bernate i ragazzi di Coach Francesco Denora si impongono per 3-1 sulla Consar RCM Ravenna in una gara molto combattuta. I canturini soffrono a inizio set, ma riescono a reagire e a recuperare portando a casa tre punti pesanti per la classifica e sorpasso proprio sulla compagine romagnola.

Coach Francesco Denora schiera Alessio Alberini in cabina di regia, Kristian Gamba opposto, Alessandro Preti e Giuseppe Ottaviani in banda, Jonas Aguenier e Dario Monguzzi al centro, e Luca Butti libero. Coach Marco Bonitta risponde con Filippo Mancini al palleggio, Alessandro Bovolenta opposto, Mattia Orioli e Roberto Pinali schiacciatori, Federico Comparoni e Martins Arasomwan centrali, e Riccardo Goi libero.

Inizio match in equilibrio con le squadre che lottano palla su palla. Il primo allungo è di marca canturina con ace di Gamba (6-4) e Alberini (10-7). La Consar RCM, però, non ci sta: il muro di Comparoni ferma Preti ed è parità a quota 11. I turni al servizio di Mancini e Orioli sono letali, e Ravenna piazza il break di 1-8 che sarà poi decisivo (da 13 pari a 14-21). Agli ospiti basta gestire il cambiopalla con regolarità per chiudere grazie ad una battuta out di Alberini (16-25).

Il secondo set parte con le due squadre in perfetto equilibrio. Due punti consecutivi di Gamba permettono al Pool Libertas di andare avanti (12-10), e due attacchi a terra di Preti convincono Coach Bonitta a fermare il gioco (15-12). Al rientro in campo la Consar RCM, aiutata anche da qualche errore di troppo dei canturini, torna sotto (17-16). Arasomwan mura la new entry Galliani ed è parità a quota 19. La marcia di Cantù riprende, e Coach Bonitta vuole parlarci su (22-19). E’ lo strappo decisivo: i padroni di casa giocano più sciolti e chiudono con Preti (25-20).

Il terzo set inizia in salita per il Pool Libertas: in un attimo la Consar RCM è 1-5, e Coach Denora vuole parlarci su. Lentamente Cantù ritrova il suo gioco e torna sotto, con Coach Bonitta a fermare il gioco (8-9). Al rientro in campo due errori in attacco di Pinali e i canturini sorpassano (10-9). Si continua a lottare palla su palla, e l’attacco confermato out dal videocheck di Arasomwan fa prendere ai padroni di casa il doppio vantaggio (15-13). Ravenna, però, risponde colpo su colpo ai tentativi dei lombardi di allungare e resta in scia fino all’attacco di Gamba che convince Coach Bonitta a chiamare il suo secondo time-out (22-19). Al rientro in campo i ravennati alzano il muro, agguantano la parità a quota 22, e Coach Denora ferma tutto. Si torna a giocare, e i romagnoli sorpassano con una pipe di Pol (22-23). Orioli conquista il set point per i suoi (23-24), ma il turno in battuta di Monguzzi ribalta di nuovo tutto, e un suo ace chiude il parziale (26-24).

Anche il quarto set parte in salita per il Pool Libertas: Orioli guida i suoi all’1-4. Un muro di Monguzzi su Bovolenta permette ai suoi di accorciare (7-9), e un ace di Gamba convince Coach Bonitta a fermare il gioco (10-11). Cantù resta in scia, pareggia a quota 13 grazie ad un’invasione di seconda linea di Orioli, sorpassa grazie ad un attacco out di Bovolenta (15-14), e va sul +2 con Preti (16-14). Gamba martella, e Coach Bonitta ferma tutto (19-15). La Consar RCM rientra in campo combattiva e torna sotto (19-17), ma Aguenier mura la pipe di Orioli e rimette la distanza tra le squadre dov’era (21-17). E’ lo strappo decisivo: nel finale è Gamba a mettere a terra la palla che consegna parziale e partita ai suoi (25-21).

I PROTAGONISTI-

Francesco Denora (Allenatore Pool Libertas Cantù)-  « Ravenna è una delle squadre più in forma, e in questo momento è una di quelle che mi è piaciuta di più. Sono un avversario davvero ostico: sono molto organizzati, hanno entusiasmo, ed è veramente complicato affrontarli. Questi sono tre punti che valgono doppio, e ce li teniamo davvero stretti ».

IL TABELLINO-

POOL LIBERTAS CANTÙ – CONSAR RCM RAVENNA 3-1 (16-25, 25-20, 26-24, 25-21)

POOL LIBERTAS CANTÙ: Alberini 2, Ottaviani 6, Monguzzi 9, Gamba 25, Preti 16, Aguenier 8, Compagnoni 1, Gianotti 0, Butti (L), Galliani 0. N.E. Picchio, Rota, Mazza. All. Denora Caporusso. 

CONSAR RAVENNA: Mancini 4, Orioli 9, Arasomwan 7, Bovolenta 21, Pinali 8, Comparoni 14, Goi (L), Truocchio 0, Pol 1, Ceban 0, Monopoli 0. N.E. Chiella, Orto. All. Bonitta.

ARBITRI: Venturi, Scotti.

NOTE – durata set: 25′, 26′, 36′, 26′; tot: 113′.

CONSOLI MCDONALD'S BRESCIA - VIDEX YUASA GROTTAZZOLINA-

La Consoli McDonald’s Brescia centra una bella vittoria con il massimo punteggio contro Videx Grottazzolina al termine di un match combattuto nel primo set ma poi dominato dalla formazione di Zambonardi. Brescia parte con il freno tirato, poi, sotto di cinque punti, si sblocca, ricuce con pazienza e aggiusta servizio e muro - l’arma davvero in più della serata assieme al coraggio -, per vincere ai vantaggi il primo parziale che scioglie tutta la tensione e le permette di annichilire una Videx forse impreparata a tanta determinazione. I Tucani non abbassano la concentrazione e chiudono in tre set un match che dà segnali molto incoraggianti per il prosieguo della stagione. Bisi premiato come MVP MySpritz, ma tutta la squadra è sugli scudi, con prove ottime di Galliani e Esposito.

Zambonardi manda in campo Tiberti incrociato a Bisi, Abrahan a banda con Galliani, Candeli ed Esposito al centro; Franzoni è il libero.
Ortenzi risponde con Marchiani incrociato a Nielsen, capitan Vecchi e Bonacic schiacciatori ricevitori, Cubito e Bartolucci centrali. Romiti è il libero.

E’una Videx spavalda che si porta sul 3-8, giocando con aggressività e approfittando di un avvio più contratto, come prevedibile, dei padroni di casa. La zampata di Abrahan arpiona l’attacco di Vecchi e ferma la furia di Nielsen (10-11). Quando sotto pressione, i grottesi qualcosa sbagliano: Gallo trova l’ace del sorpasso (17-16), poi Bartolucci spinge dai nove metri, ma Giani, entrato con quel preciso intento, centra il nuovo sorpasso con due servizi vincenti (21-20). Finale sul filo, poi Candeli regala il set ai suoi con un muro-monstre (26-24).

Due block e un primo tempo di Esposito sono una buona partenza: Galliani sfodera l’artiglieria pesante, assistito da Candeli, implacabile a muro, e da un ritrovato Bisi. Ortenzi prova a cambiare Vecchi con Ferrini, ma la macchina-Consoli va a tutta ora, con un turno dai nove metri di Gallo che affonda la Videx (19-12). La chiude l’ace numero 100 di Esposito, con una prova corale che dice 73% di positività in attacco, 5 muri e grinta da vendere (25-16).

Grottazzolina accusa il colpo e si affida maggiormente ai suoi centrali per tenere il cambio palla, dopo che Nielsen è reso quasi inoffensivo dal block di casa. La Consoli non abbassa la guardia e tiene a bada i tentativi della Videx di riaprire il match con tutti i suoi terminali offensivi compatti e determinati (16-14). L’ace di Abrahan e il muro di Gallo su Nielsen dicono che Brescia è tornata (19-16): nessun cedimento fino alla meta, che arriva su errore avversario e consegna ai Tucani il migliore sorriso (25-19). Bisi è MVP, ma tutto il gruppo è sugli scudi.

I PROTAGONISTI-

Roberto Zambonardi (Allenatore Consoli Brescia)-  « Risultato bello e importante. Ognuno dei miei atleti ha giocato molto bene, con un elogio speciale a Galliani che è stato determinante in tutti i fondamentali. Anche la panchina ha dato un gran contributo, con Giani e Loglisci essenziali per determinare l’esito del primo set, che è stato il punto di svolta. Stasera ci siamo ricordati di essere una squadra forte che sa giocare con coraggio e carattere ».

IL TABELLINO-

CONSOLI MCDONALD’S BRESCIA – VIDEX YUASA GROTTAZZOLINA 3-0 (26-24, 25-16, 25-19)

CONSOLI MCDONALD’S BRESCIA: Tiberti 0, Galliani 16, Candeli 7, Bisi 14, Gavilan 15, Esposito 9, Loglisci 0, Gatto 0, Franzoni (L), Giani 1. N.E. Rizzetti, Sarzi Sartori, Scarpellini, Braghini. All. Zambonardi.

VIDEX YUASA GROTTAZZOLINA: Marchiani 2, Vecchi 5, Bartolucci 2, Nielsen 19, Bonacic 11, Cubito 6, Romiti (L), Ferrini 0, Focosi 2. N.E. Giorgini, Pison. All. Ortenzi.

ARBITRI: Pristera’, Saltalippi.

NOTE – durata set: 30′, 27′, 27′; tot: 84′.

BANCA ALPI MARITTIME ACQUA S.BERNARDO CUNEO - TINET PRATA DI PORDENONE-

Tre punti importanti per Cuneo, in vista dei prossimi appuntamenti. La Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo Cuneo vince 3-0 con Prata di Pordenone in casa restando imbattuta e approfittando delle assenze nella compagine veneta. Botto e compagni continuano a emozionare i propri spettatori, che crescono sulle tribune. Entrambe le squadre sono scese in campo con il segno rosso sul volto, a sostegno della campagna contro la violenza sulle donne.

Lo starting six di Cuneo: Pedron palleggio, Santangelo opposto, Sighinolfi e Codarin centro, Botto e Parodi schiacciatori; Bisotto (L).
Coach Boninfante schiera: Boninfante palleggio, Gutierrez opposto, Katalan e Scopelliti centro, Bruno e Baldazzi schiacciatori; De Angelis (L).

Parte avanti Cuneo e il primo ace di serata è il centrale biancoblù Nicholas Sighinolfi a firmarlo (6-3). Coach Boninfante chiama il time out sull’11-5. Ottimo break per Pedron che mette a segno anche l’ace che porta la panchina veneta ad esaurire i tempi a disposizione (16-10). Katalan mette in rete il servizio ed è set point per Cuneo, dai nove metri Codarin, ma Bruno lo annulla e manda Boninfante al servizio per Prata, che tuttavia la mette out ed è 25-17 per i biancoblù.

Inizio equilibrato nel secondo parziale, con i padroni di casa che si adagiano leggermente visto l’andamento del set precedente. Sull’8-7 coach Boninfante effettua il cambio al centro inserendo Pegoraro al posto di Katalan. Si procede con un gioco punto a punto. Sul 12-13 entra Lanciani al servizio per Parodi, ma Boninfante su ricezione sporca di De Angelis, sceglie di agire in prima persona e mette giù un attacco di seconda intenzione. Con Codarin dai 9 metri, è Capitan Botto a trovare la parità al 14° punto. Entrambe le formazioni chiamano un time out. Sul 21-19 doppio cambio per Cuneo, ma Esposito mette out il servizio e rientra in campo la diagonale Santangelo-Pedron. Break di Codarin prima in attacco e poi dai 9 metri. Botto trova il 24-21 e coach Boninfante chiama il secondo time out per smorzare il ritmo gara ai padroni di casa. Si chiude con la chiamata di pestata da parte di Prata che interrompe il set, ma l’occhio elettronico non riscontra il fallo al servizio e quindi si chiude 25-21 il secondo parziale.

Il terzo set inizia con un botta e risposta tra Bruno e Sighinolfi, poi qualche errore di troppo per i biancoblù e Prata si porta avanti (2-5). Santangelo manda Parodi dai nove metri sul 6-8 e lo schiacciatore fa un mini break che vale il sorpasso (9-8) e spinge la panchina veneta a chiamare il primo time out del set. Il gioco procede punto a punto. Pedron serve al meglio tutta la squadra e con l’intesa prima al centro con Codarin e poi con Botto, porta la squadra sul 21-17. Time out Prata e dopo appena 2 scambi anche coach Giaccardi chiama il primo per Cuneo. Match ball per i padroni di casa(24-20), dai nove metri capitan Botto. Annullato, poi ci pensa Parodi a chiuderlo sul 25-21.

Mvp di serata il palleggiatore cuneese, Matteo Pedron.

I PROTAGONISTI-

Massimiliano Giaccardi (Allenatore Bam Acqua S. Bernardo Cuneo)- « Sono contento per il risultato e per i ragazzi, perché in alcuni frangenti l’abbiamo risolta. Abbiamo approfittato delle assenze di Prata che ha giocato senza ricevitori titolari. Siamo stati bravi a stare sempre lì e onestamente Prata non ha mai avuto chance. Stasera un passo avanti».

IL TABELLINO-

BANCA ALPI MARITTIME ACQUA S.BERNARDO CUNEO – TINET PRATA DI PORDENONE 3-0 (25-17, 25-21, 25-21)

BANCA ALPI MARITTIME ACQUA S.BERNARDO CUNEO: Pedron 2, Botto 17, Sighinolfi 8, Santangelo 11, Parodi 10, Codarin 9, Bisotto (L), Cardona Abreu 0, Esposito 0, Lanciani 0. N.E. Lilli, Kopfli, Chiapello. All. Giaccardi.

TINET PRATA DI PORDENONE: Boninfante 2, Bruno 8, Scopelliti 7, Gutierrez 9, Baldazzi 3, Katalan 8, De Angelis (L), Pegoraro 0, Gambella 0. N.E. Porro, Ughelini, Bonaldo, Bortolozzo. All. Boninfante.

ARBITRI: Armandola, Mesiano.

NOTE – durata set: 22′, 29′, 31′; tot: 82′.

AGNELLI TIPIESSE BERGAMO - KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE-

Una Kemas Lamipel Santa Croce in costante crescita e con il nuovo acquisto Coscione subito in campo, impone alla ambiziosa Agnelli Tipiesse Bergamo una dolorosa scongitta. La squadra di Graziosi non perdeva davanti al proprio pubblico dal 21 marzo 2021, in un match peraltro ininfluente, contro Reggio Emilia.

Un punticino che va a lenire anche l’emergenza a cui si è dovuto far fronte a causa delle indisponibilità di Jovanovic e Cominetti. Certe battaglie poi si decidono sui dettagli. E’ qui che la Kemas Lamipel Santa Croce è stata glaciale in un momento specifico: i vantaggi del terzo periodo che hanno pesato non poco sul match.

Santa Croce parte meglio e prende il largo con Truocchio (4-8 e 11-15). Bergamo si aggrappa a Mazzon (7, 50%) che riporta i suoi a -1 con l’ace del 20-21. Nel finale però i rossoblù sbagliano con Copelli, Held e Padura Diaz e i toscani ne approfittano per portarsi avanti. La cattiveria agonistica che l’Agnelli Tipiesse aveva messo sul taraflex a tratti in avvio, trova invece continuità alla ripartenza. Con il solito Mazzon che mette il + 5 (11-6) e gli ospiti che cominciano a regalare qualcosa in più al servizio. Padura Diaz (8, 67%) mantiene le distanze (16-11). Mastrangelo allora cambia Maiocchi con Hanzic ma è Held che ricaccia indietro gli ospiti (17-13). Ma la sicura non è ancora apposta perché s’innesca il classico effetto elastico nel quale i biancorossi si riportano due volte a – 2 prima del muro decisivo di Cargioli su Hanzic. Motzo, dalla linea dei nove metri, porta i suoi al primo cambio di ritmo (6-10), ma è Padura Diaz che pareggia i conti con l’ace del 12-12. Il sorpasso è opera del muro di Mazzon e Copelli che, sostanzialmente, stappa una fase di euforia svarioni e rimpianti. Perché i bergamaschi tengono sempre il musetto avanti fino al + 3 a cavallo di quota 20. Quando i Lupi pareggiano, i nostri sprecano due palle per il sorpasso. Operazione che, invece, riesce agli avversari alla prima opportunità. Quando una difesa viene valutata male da Mazzon e si spegne in campo e poi quando Colli costruisce al servizio e Coscione mette la freccia. Bergamo si morde le mani ma riparte con furore (7-2) e ricaccia indietro con Copelli (11-7). L’ex canturino rimette il + 4 con un numero d’altissima scuola, valorizzato immediatamente da Catone (15-10). Poi Held fissa il + 6 e poco dopo mette la manona per allungare il discorso al tie-break in un periodo che ha visto Copelli e Cargioli stampare, in tandem, un 9/9 offensivo. Sotto lo striscione dell’ultimo chilometro Santa Croce mette un break 4-0 nel quinto e cambia campo avanti. Il + 4 è quello che griffa Motzo, eletto MVP, con l’ace del 10-14. A Bergamo non basta l’orgoglio e nemmeno Padura Diaz (28 punti, 53%) perché l’idea di aggancio viene stroncata ancora dall’opposto italo-brasiliano.

IL TABELLINO-

AGNELLI TIPIESSE BERGAMO – KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE 2-3 (20-25, 25-22, 25-27, 25-20, 13-15)

AGNELLI TIPIESSE BERGAMO: Catone 1, Held 18, Cargioli 10, Padura Diaz 28, Mazzon 15, Copelli 11, Pahor 0, Toscani (L), Cioffi 1, Lavorato 0. N.E. De Luca, Baldi, Jovanovic, Cominetti. All. Graziosi.

KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE: Coscione 1, Maiocchi 13, Vigil Gonzalez 10, Motzo 20, Colli 12, Truocchio 14, Loreti (L), Morgese (L), Favaro 0, Compagnoni 1, Hanzic 8. N.E. Acquarone, Arguelles Sanchez, Giovannetti. All. Mastrangelo.

ARBITRI: Serafin, Cecconato.

NOTE – durata set: 28′, 35′, 35′, 28′, 25′; tot: 151′.

I RISULTATI-

Agnelli Tipiesse Bergamo-Kemas Lamipel Santa Croce 2-3 (20-25, 25-22, 25-27, 25-20, 13-15);

BAM Acqua S.Bernardo Cuneo-Tinet Prata di Pordenone 3-0 (25-17, 25-21, 25-21);

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-Conad Reggio Emilia Si gioca il 21/12 ore 19:30;

BCC Castellana Grotte-Delta Group Porto Viro Rinviata;

HRK Motta di Livenza-Cave del Sole Lagonegro 3-2 (23-25, 17-25, 25-21, 25-21, 15-8) Giocata ieri;

Consoli McDonald’s Brescia-Videx Yuasa Grottazzolina 3-0 (26-24, 25-16, 25-19);

Pool Libertas Cantù-Consar RCM Ravenna 3-1 (16-25, 25-20, 26-24, 25-21)

LA CLASSIFICA-

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 17, Agnelli Tipiesse Bergamo 17, BCC Castellana Grotte 16, Kemas Lamipel Santa Croce 15, BAM Acqua S.Bernardo Cuneo 14, Delta Group Porto Viro 14, Pool Libertas Cantù 14, Videx Yuasa Grottazzolina 14, Consar RCM Ravenna 13, Conad Reggio Emilia 12, Consoli McDonald’s Brescia 12, Tinet Prata di Pordenone 11, Cave del Sole Lagonegro 9, HRK Motta di Livenza 5.

Note: 1 Incontro in meno: Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, BCC Castellana Grotte, Delta Group Porto Viro, Conad Reggio Emilia;

IL PROSSIMO TURNO- 04/12/2022 Ore: 18.00-

Agnelli Tipiesse Bergamo-Cave del Sole Lagonegro Si gioca il 03/12/2022 ore 19.30;

Kemas Lamipel Santa Croce-HRK Motta di Livenza;

BAM Acqua S.Bernardo Cuneo-BCC Castellana Grotte Si gioca il 03/12/2022 ore 20.00;

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-Consar RCM Ravenna Si gioca il 03/12/2022 ore 20.00;

Conad Reggio Emilia-Pool Libertas Cantù Si gioca il 03/12/2022 ore 20.30;

Delta Group Porto Viro-Videx Yuasa Grottazzolina;

Tinet Prata di Pordenone-Consoli McDonald’s Brescia Si gioca il 03/12/2022 ore 20.30


Acquista ora il tuo biglietto! Segui dal vivo la partita.

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti