Corriere dello Sport

Coppe volley

Vedi Tutte
Coppe volley

Volley: La Pomì Casalmaggiore sul tetto d'Europa

Volley: La Pomì Casalmaggiore sul tetto d'Europa
© Legavolley Femminile

Straordinaria impresa della formazione di Barbolini che davanti a 4200 tifosi impazziti di gioia batte 3-0 (25-23; 25-23; 25-22) il VakifBank Istambul e conquista la Champions League alla prima partecipazione nelle Coppe Europee

Sullo stesso argomento

 

domenica 10 aprile 2016 19:21

MONTICHIARI (BRESCIA)- Il 10 aprile 2016 è una data che riscrive la storia della pallavolo italiana. La Pomì Casalmaggiore stende il VakifBank Istanbul per 3-0 e riporta in Italia dopo 6 anni la CEV DenizBank Volleyball Champions League. Un trionfo netto, limpido, contro la squadra che forse di più ha rappresentato l’egemonia turca degli ultimi anni. Le casalasche di Massimo Barbolini si sono dimostrate più forti, sul piano tecnico e sul piano nervoso, sospinte da un PalaGeorge sensazionale. E se sul 3-0 sulla Dinamo Kazan potevano pesare le assenze di Gamova e Startseva, sul successo in finale non ci sono ‘se’ né ‘ma’: nella metà campo turca ci sono passate tutte, da Hill a Sloetjes, da Buijs a Sheilla. Nulla da fare, la Pomì si è dimostrata perfetta. La sua regina Piccinini, meritatamente proclamata MVP della Final Four, la sua coppia di centrali Stevanovic-Gibbemeyer, il suo braccio pesante Kozuch, la sua mente Lloyd, il suo fantastico libero Sirressi. E la sua capitana Valentina Tirozzi, che dopo Scudetto e Supercoppa alza al cielo anche la Champions League.

Terza Champions League per Barbolini, che dopo i trionfi nel 1996 con Matera e nel 2006 con Perugia, mette in fila un fantastico tris nell’arco di 20 anni precisi. Sesta Coppa per l’infinita Francesca Piccinini dopo i cinque successi con la maglia della Foppapedretti Bergamo, ultima squadra italiana a vincere, nel 2010, la competizione continentale più importante. Per l’Italia si tratta della 15^ vittoria assoluta, con anche 12 secondi posti e 8 terzi posti. La Russia resta lontanissima, a quota 22 ori. Turchia ferma a 4 affermazioni, conquistate dal 2011 in avanti.

La cronaca. Il PalaGeorge è bollente e non solo per il sole che picchia. Il colpo d’occhio è fantastico, tribune colorate di rosa e coreografie spettacolari. Anche i numerosi tifosi del VakifBank, con cui i supporters Pomì hanno stretto un gemellaggio già sabato, apprezzano e partecipano alla festa.

Le turche si presentano con lo stesso sestetto che ha chiuso il match con il Fenerbahce, con Hill in banda al posto di Buijs, Kirdar, Akyol al palleggio e Sloetjes opposta, De Kruijf e Rasic centrali, Orge libero. Formazione collaudata per la Pomì: Lloyd-Kozuch, Tirozzi-Piccinini, Stevanovic-Gibbemeyer e Sirressi.

I primi due punti, salutati da altrettanti boati, sono della Pomì. De Kruijf stampa la fast della Stevanovic ed è parità (3-3). Tesi i servizi di Rasic e Sloetjes, la ricezione di Tirozzi è in difficoltà, sorpasso 4-6 sulla fast lunga di Gibbemeyer. La centrale americana si riprende in fretta, murata su Sloetjes e 7-6. Hill è un fattore, per due volte passa sopra il muro e dà il +2 alle compagne (8-10). Lloyd utilizza molto le centrali, Stevanovic sigla il 10-11. Sale di tono il VakifBank, tocchi a muro e il contrattacco di Kirdar: 10-13 e Barbolini chiama time out. Piccinini trova il mani out con muro piazzato, Stevanovic respinge Rasic e 13-14. La serba è indiavolata, suo l’ace del 15-15. Squadre a contatto, splendido duello tra Piccinini e Hill. Sale la tensione quando gli arbitri giudicano dentro il servizio di Gurkaynak, che il video-check pare indicare fuori. E poco dopo, quando il secondo arbitro sbaglia la valutazione su un pallone contro l’astina. Ma la Pomì fa quadrato, dal 17-19 sorpassa 21-20 sull’ennesimo muro di Stevanovic. Guidetti ferma il gioco. Al rientro magnifico tocco di Kozuch dopo difesa di Tirozzi e +2 (22-20). Ancora provvidenziale il video-check, che ribalta la decisione arbitrale sull’attacco di Tirozzi sfiorato dal muro: 23-20. Non cedono le turche, Kirdar firma il -1 e Barbolini ricorre al time out. Al rientro Hill fa ace su Sirressi, parità a quota 23. Mani out di Tirozzi, il primo set point è rosa: lo trasforma Piccinini, per il 25-23.

Il VakifBank regala due punti al servizio, Sloetjes esagera con la parabola e 4-3 per le casalasche. Sirressi vola, ma Piccinini non supera le mani protese di Akyol. Il libero turco Orge imita la collega e favorisce il 5-7. Due colpi eccellenti di Piccinini, inframezzati dal palleggio spinto di Lloyd, producono il sorpasso al time out tecnico (8-7). L’ennesimo errore dai nove metri del VakifBank regala alla Pomì l’11-9. Stevanovic di granito sull’attacco di Kirdar, 13-10 e time out Guidetti. Bravissima Tirozzi a gestire un palleggio lungo di Lloyd e poi a indirizzare all’incrocio delle righe il 15-10. Dentro Sheilla e Bujjs per Kirdar e Sloetjes, subito due punti turchi e Barbolini interrompe il gioco. Kozuch frena il parziale avversario, 16-13. Buijs si scalda immediatamente, poi De Kruijf respinge la fast di Stevanovic e -1 (17-16). La Pomì si aggrappa a Piccinini, che dà ossigeno con tre punti di pura classe per il 20-17. Tempo per Guidetti. Scambio intensissimo, lo vince il VakifBank che torna a -1 (20-19). Piccinini murata da Rasic, pareggio turco e time out Barbolini. Nuovo scatto rosa, primo tempo di Gibbemeyer servito a una mano da Lloyd (22-20). Ancora Tirozzi a spolverare la riga, 23-21. Servizio lungo di Rasic, doppio set point Pomì. L’invenzione di Sheilla annulla il primo. Ma ci sono i tentacoli di Stevanovic, fast attaccata altissima e 2-0.

Con lo stesso sestetto – con Sheilla e Buijs – il VakifBank sale 3-5 nel terzo, approfittando della battuta di Rasic. Kozuch muove il punteggio in pallonetto, poi sbaglia Buijs e Stevanovic mura la brasiliana: 6-5. Restano avanti le casalasche al time out tecnico, fast vincente di Gibbemeyer. Hill perde le coordinate, 9-7. Rasic respinge la botta di Tirozzi, che però colpisce 15″ dopo per l’11-9. Stevanovic infila la fast, sul 13-10 Guidetti rimette in campo Sloetjes per Sheilla. L’opposta olandese si fa valere, Piccinini ristabilisce il +3 con una palla meravigliosa (15-12). Sempre lei beffa il muro turco per il 16-13 al secondo time out tecnico. Due punti di Hill riportano sotto il VakifBank, squadra che mai molla (17-16). La stessa americana va lunga poco dopo, 19-16. Il conto alla rovescia parte con Kozuch (20-17). Sloetjes non molla, sfibrata da tutte le palle che la difesa rosa rialza (21-19). De Kruijf mura Tirozzi e -1. Akyol butta alle ortiche la palla del pari, ne beneficia la Pomì che sale 22-20. Ancora De Kruijf, block-in su Stevanovic e parità a 22. Palla a Piccinini, che non sbaglia. Il servizio di Stevanovic indirettamente causa l’invasione di Akyol e doppio match point: basta il primo per esplodere di gioia.

I PROTAGONISTI-

Massimo Boselli Botturi (Presidente Pomì Casalmaggiore)- « Questa è senza dubbio la più grande gioia di tutta la mia carriera da presidente. Abbiamo realizzato un sogno. Questa Champions è stata una grande occasione per il nostro club, abbiamo avuto  l’opportunità di giocare contro le più grandi formazioni d’Europa e ci siamo confrontati ad armi pari. E’ stata una stagione che certamente ci farà crescere la nella consapevolezza di essere un grande team. Siamo una squadra giovane, ma ambiziosa. Sappiamo che per salire in cima il tempo e il sacrificio sono necessari, ma  successi come questo ci daranno i giusti incentivi per continuare a lavorare con cura e passione. Devo dire grazie a tutte le ragazze, agli allenatori e allo staff. In questo momento, io sono il presidente più felice del mondo e questo grazie a loro ».

Valentina Tirozzi (Pomì Casalmaggiore)- « Nella pallavolo vince chi gioca meglio, non chi ha la squadra più forte. Non posso spiegare come mi sento. Devo guardare continuamente  questa medaglia per convincermi che è tutto vero. La mia squadra è Campione d'Europa ed è stato fantastico giocare e vincere questa partita. Siamo state concentrate sull’ obiettivo sin dal primo pallone e non abbiamo mollato niente. Sapevamo che il Vakifbank era forte, ma oggi abbiamo giocato meglio di loro. Da domani penseremo al campionato perché vogliamo andare più avanti possibile. Sto vivendo un sacco di prime volte con la mia squadra ed è una storia incredibile. Non riesco a crederci ».

Francesca Piccinini (Pomì Casalmaggiore)« Siamo state, lo avete visto anche voi, 13 leonesse in campo. Devo fare i complimenti a tutte. Ci abbiamo sempre creduto, sin dall’inizio. La nazionale? Io vivo giorno per giorno ed oggi mi godo questa vittoria. Al di là delle parole, oggi credo di aver dimostrato in campo quello che valgo. In futuro? Io qui sto bene, l’ambiente mi ricorda quello di Bergamo. Un gruppo in cui tutti sono importanti, dal presidente all’ultimo dei magazzinieri. Un pubblico straordinario. La vittoria la dedico alla mia famiglia, che è sempre presente ».

Margareta Ann Kozuch (Pomì Casalmaggiore)- « Siamo partite in un girone difficile in cui tutte le avversarie erano forti. Abbiamo dimostrato quello che valiamo, ci siamo giocate le nostre possibilità sino in fondo. Questo ambiente è davvero unico. Il mio futuro? Mi piacerebbe fosse qui. Io ho il cuore rosa… ».

IL TABELLINO-

POMI' CASALMAGGIORE – VAKIFBANK ISTANBUL 3-0 (25-23, 25-23, 25-22)

POMì CASALMAGGIORE : Lloyd 2, Sirressi (L), Gibbemeyer 6, Cambi, Piccinini 14, Kozuch 8, Stevanovic 13, Tirozzi 11. Non entrati Bacchi, Cecchetto, Ferrara, Olivotto, Rossi. All. Barbolini.

VAKIFBANK ISTANBUL : Örge (L), Kirdar 2, De Kruijf 13, Gurkaynak 1, SlÖetjes 11, Aydemir Akyol 2, Buijs 4, Castro De Paula Blassioli 7, Hill 10, Rasic 7. Non entrati Akman, Akin, AslanyÜrek, Cetin. All. Guidetti. ARBITRI: Dudek Piotr – Ivanov Ivaylo.

NOTE – Spettatori 4200, durata set: 32′, 30′, 33′; tot: 0′.

Pomì CASALMAGGIORE : Battute errate 5, Ace 1. VakifBank ISTANBUL : Battute errate 11, Ace 3.

PREMI INDIVIDUALI-

 MVP: Francesca PICCININI (Pomì)
Migliore libero: Gizem ORGE (VakifBank)
Migliori centrali: Eda ERDEM DUNDAR (Fenerbahce) – Jovana STEVANOVIC (Pomì Casalmaggiore)
Migliori schiacciatrici: Yeon Koung KIM (Fenerbahce) – Kimberly HILL (VakifBank)
Migliore opposta: Maggie KOZUCH (Pomì)
Migliore palleggiatrice: Carli LLOYD (Pomì)

L’ALBO D’ORO RECENTE-

2001    EDISON MODENA (ITA)
2002    Racing Club Cannes (FRA)
2003    Racing Club Cannes (FRA)
2004    Marichal Tenerife (ESP)
2005    RADIO 105 FOPPAPEDRETTI BERGAMO (ITA)
2006    COLUSSI PERUGIA (ITA)
2007    PLAY RADIO FOPPAPEDRETTI BERGAMO (ITA)
2008    COLUSSI PERUGIA (ITA)
2009    FOPPAPEDRETTI BERGAMO (ITA)
2010    FOPPAPEDRETTI BERGAMO (ITA)
2011    VakifGunesTTelekom Istanbul (TUR)
2012    Fenerbahce Universal Istanbul (TUR)
2013    VakifBank Istanbul (TUR)
2014    Dinamo Kazan (RUS)
2015    Eczacibasi VitrA Istanbul (TUR)
2016    POMI’ CASALMAGGIORE

Articoli correlati

Commenti