Corriere dello Sport

Coppe volley

Vedi Tutte
Coppe volley

Volley: Supercoppa, Perugia sfiderà Modena in finale

Volley: Supercoppa, Perugia sfiderà Modena in finale
© Legavolley

Zaytsev e soci, nella seconda semifinale odierna, danno una grande prova di forza superando 3-1 (25-22; 21-25; 31-29; 25-19) la formazione allenata da Blengini

Sullo stesso argomento

 

sabato 24 settembre 2016 20:14

MODENA-La Sir Safety Conad Perugia sconfigge in quattro set la Cucine Lube Civitanova nella semifinale della Del Monte® Supercoppa e conquista un posto nella finalissima di domani pomeriggio (diretta Raisport 1 a partire dalle ore 17:30) contro i padroni di casa della Azimut Modena, vincente contro la Diatec Trentino nella prima semifinale.

Prova in crescendo dei Block Devils di Boban Kovac in un match vibrante e molto combattuto nei primi tre parziali dove le due squadre, pur commettendo alcuni fisiologici errori diretti di troppo, hanno offerto spettacolo e bel gioco al pubblico sugli spalti. Meno tirato il quarto e conclusivo parziale con i bianconeri Sirci che hanno preso fin dai primi palloni margine con l’ace di Podrascanin che ha chiuso i conti. Decisiva nell’economia del match la terza frazione conclusa 31-29 per la Sir con ancora il centrale serbo ad ergersi grande protagonista con i suoi tentacoli a muro.
Proprio il Potke, uno degli ex della sfida al pari di Zaytsev e Kaliberda, è stato spina nel fianco della Lube con i suoi servizi, i suoi muri e dei primi tempi imprendibili chiudendo con 12 punti a referto. Best scorer in casa Sir Ivan Zaytsev con 21 punti (alcuni dei quali fondamentali del terzo set), ottimo anche il contributo di Russell (71% in attacco), Berger e Birarelli (70% e due ace), ordinata la regia del Boss De Cecco con Bari e Tosi che si sono sobbarcati il lavoro in seconda linea.
Diverse scusanti per la Lube scesa in campo lamentando due pesanti assenze, il regista statunitense Christenson (ancora convalescente dopo l’intervento al menisco) e il martello Jiri Kovar (fermato ai box da un problema muscolare),
 

LA CRONACA DELLA PARTITA-
 

Perugia in campo con De Cecco-Zaytsev, Birarelli-Podrascanin, Russell-Berger, Bari libero.
Blengini dall’altra parte del campo recupera Denys Kaliberda, aggregatosi ai compagni direttamente al Pala Panini, dove è arrivato qualche ora prima del match proveniente dalle qualificazioni europee di Las Palmas (Spagna), che lo hanno visto protagonista con la sua Germania. Lo schieramento di partenza vede Corvetta-Sokolov, Stankovic-Cester, Cebulj-Juantorena, Grebennikov libero.
Sette confermati per Kovac con Berger a far coppia con Russell in posto quattro. La Lube risponde con

Avvio di studio con Berger che mura Sokolov per il 4-5 Perugia. +3 per i Block Devils con Podrascanin che si esalta a muro (7-10). Ancora il muro, stavolta di Zaytsev (7-12). Reazione Lube con il turno di Sokolov dai nove metri (10-12). Due in fila di Zaytsev (10-14). Ancora lo Zar in contrattacco (11-16). Pipe di Berger a bersaglio (13-18). Torna sotto Civitanova con il contrattacco vincente di Cebulj (15-18). Out Berger (17-19) e timeout Kovac. Restano avanti i Block Devils con il maniout di Berger (18-21). Si ripete al servizio il martello austriaco (19-23). Perugia arriva al set point con il primo tempo di Podrascanin (20-24). Due in fila di Sokolov accorciano (22-24). Chiude Zaytsev (22-25).
Avanti la Lube in avvio di secondo parziale con il pallonetto vincente di Cester (3-2). Birarelli piazza l’ace che riporta avanti Perugia (4-6). Si torna in parità con il primo tempo di Stankovic (7-7). Nuovo break bianconero con il muro di Russell (8-10) e nuova pronta replica Lube dopo l’errore di Birarelli (10-10). Ci riprova Zaytsev (10-12), ma l’ace di Sokolov rimette le cose in equilibrio (13-13). Ancora l’opposto bulgaro manda avanti i marchigiani (15-14). Sempre avanti la Lube con Stankovic che piazza l’ace del 20-18 e costringe Kovac al timeout. Ancora punto Lube al rientro in campo con Cebulj (18-21). Ace per Sokolov (19-23). Pareggia i conti un missile di Juantorena (21-25).
Si riparte con il muro di Russell su Sokolov e l’ace di Berger (0-2). Parità a quota 4 con il maniout di Cebulj. 6-8 Sir dopo l’errore di Sokolov. Si riscatta il bulgaro e piazza la parallela del 9-9. Fuori Zaytsev, invasione De Cecco e doppio vantaggio Lube (14-12). Si gioca punto a punto con Zaytsev che piazza l’ace del +1 Sir (20-21). Perugia arriva al set point (23-24), poi il muro di Candellaro capovolge (25-24). Di nuovo avanti i Block Devils con Zaytsev (26-27). Annulla Juantorena (27-27). Ancora lo Zar (27-28). Sokolov a segno (28-28). Murato Zaytsev (29-28). Si riscatta l’azzurro due volte (29-30). Muro tetto di Podrascanin!! (29-31).
L’attacco e l’ace di Birarelli ed il muro di Zaytsev aprono il quarto set (0-3). Gran colpo di Russell in diagonale lunga (2-5). Ace di Podrascanin (3-7). Due in fila di Candellaro (6-9). Prove di fuga per la Sir (8-16). Inarrestabile in attacco Podrascanin (11-18). Anche Zaytsev non è da meno (13-20). Russell spolvera la riga di fondo campo (15-22). Attacco out di Zaytsev (17-22). Torna a -4 la Lube con l’ex Kaliberda (19-23), ma l’errore successivo al servizio di Jaumel porta Perugia al match point (19-24). L’ace di Podrascanin fa esplodere i tifosi umbri (19-25).

I PROTAGONISTI-

Marko Podrascanin (Sir Safety Conad Perugia)- « È stata una bella partita ed una bella vittoria per noi con il finale del terzo set decisivo per l’economia del match perché poi Civitanova nel quarto è un po’ calata. Siamo in crescita ed ora ci concentriamo per la finale di domani perché vogliamo portare a casa il primo trofeo per la società e per i nostri tifosi ».
Federico Tosi (Sir Safety Conad Perugia)- « Superato un primo importantissimo step in questa Supercoppa. È stata una gara difficile, loro non hanno mai mollato tranne nell’ultimo set. Noi siamo stati bravissimi nel terzo, un parziale che ci ha dato sicurezza. Però non festeggiamo niente. Abbiamo vinto una partita importante che ci permette di affrontare la Finale della Supercoppa, la partita che conta. Una grande emozione vedere tanti tifosi qui a Modena ».

Gianlorenzo Blengini (Allenatore Lube Cucine Civitanova)- « In questa fase della stagione tutte le squadre sono al lavoro per sistemare i vari problemi di ossatura ed amalgama, inoltre noi avevamo alcune defezioni. Dobbiamo riuscire a stare attaccati ai nostri avversari, senza mollare, resistendo. Una difficoltà a cui bisogna abituarsi, lavoreremo per questo: solo le partite ti fanno crescere sotto questo aspetto. C'è ovviamente rammarico per la sconfitta di oggi, è evidente: peccato per il terzo set, deciso da un episodio come spesso capita quando si va ai vantaggi. C'è stata anche confusione in alcuni palloni nel finale, in entrambe le squadre, ma ripeto che questi sono aspetti che fanno parte di questa fase di inizio stagione. Peccato, se fosse capitata una situazione favorevole a noi il risultato di quel parziale sarebbe stato il contrario ».

Antonio Corvetta (Lube Cucine Civitanova) « Giocare contro Perugia punto a punto è quello che ci aspettavamo. Dopo il terzo set, abbiamo fatto fatica in avvio di quarto parziale nella rotazione di posto uno: lì non siamo riusciti a colmare il gap. Un peccato, perché è stata una partita equilibrata e giocata abbastanza bene pur essendo ad inizio stagione. Credo che dal punto di vista tecnico la nostra forza in attacco e al centro sia un dato positivo da segnare, mentre dobbiamo trovare più continuità in cambio palla. Comunque, per il livello espresso in gran parte della partita, è stata una buona gara. Domani ci attende una sfida di altissimo livello con Trento, e sarà un'ulteriore occasione per crescere ».

Dragan Stankovic (Lube Cucine Civitanova)- « Perdere è sempre brutto, ma abbiamo giocato secondo me abbastanza bene per essere la prima uscita stagionale, specialmente nei primi tre set. Nel quarto parziale, invece, abbiamo un po' mollato all'inizio e gli avversari sono scappati. Con tutti i problemi avuti in questo avvio di stagione, posso dire che si sono visti anche lati positivi oggi, e domani possiamo rifarci nella finale per il terzo posto per chiudere con una vittoria questa Final Four di Supercoppa. Dobbiamo sicuramente lavorare ancora molto, per restare in partita anche quando le cose vanno male, uniti senza mollare come invece successo nel quarto set stasera ».

IL TABELLINO-

CUCINE LUBE CIVITANOVA - SIR SAFETY CONAD PERUGIA 1-3 (22-25, 25-21, 29-31, 19-25)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 14, Candellaro 5, Pesaresi, Kaliberda 4, Juantorena 18, Casadei 2, Stankovic 9, Jaumel, Cester 3, Grebennikov (L), Corvetta 1, Cebulj 8. Non entrati Randazzo. All. Blengini.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Russell 14, Zaytsev 21, Della Lunga, Mitic, Berger 11, De Cecco, Bari (L), Birarelli 9, Podrascanin 12. Non entrati Buti, Tosi, Chernokozhev, Franceschini, Atanasijevic. All. Kovac. ARBITRI: Simbari, Pasquali.

NOTE - Spettatori 4530, durata set: 24', 23', 38', 27'; tot: 112'.

Articoli correlati

Commenti