Corriere dello Sport

Coppe volley

Vedi Tutte
Coppe volley

Volley: Coppa Italia A2 femminile, passano Trento, Legnano e Pesaro

Volley: Coppa Italia A2 femminile, passano Trento, Legnano e Pesaro
© Sab Grima

La formazione di Iosi va sotto di due set a Settimo Torinese, rischia la rimonta, ma poi torna in sella al match e chiude la pratica. Tutto facile per Legnano contro Soverato e Pesaro contro Chieri

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 25 gennaio 2017 22:00

ROMA- Tutto secondo pronostico nelle tre gare di ritorno dei quarti della Coppa Italia di A2 Femminile giocate oggi. Rischia soltanto la Delta Informatica Trentino che a Settimo Torinese va sotto 2-0 e sente odore di eliminazione. L’ingresso in campo di Kijakova ha rimesso le cose a posto per la squadra di Iosi che ha finito per vincere 2-3 ed ha conquistato le semifinali. Nessun problema invece per Legnano contro Soverato e per Pesaro contro Chieri. Lombarde e marchigiane, forti dei risultati dell’andata, hanno vinto nettamente anche fra le mura amiche ed hanno passato il turno.

Delta Informatica Trentino-Lardini Filottrano; Sab Grima Legnano-myCicero Pesaro. Gli accoppiamenti delle semifinali.

LE TRE SFIDE-

LILLIPUT SETTIMO TORINESE-DELTA INFORMATICA TRENTINO-

Entra Miroslava Kijakova e la Delta Informatica Trentino scaccia i fantasmi. Sotto di due set la formazione gialloblù trova nella rientrante schiacciatrice slovacca l'arma decisiva per rovesciare le sorti di un match che si stava tremendamente complicando e spiccare il volo verso la semifinale di Coppa Italia. Con i suoi attacchi e, soprattutto, le sue battute vincenti Kijakova è risultata decisiva nell'economia del match (vinto per 3-2) con la Lilliput Settimo Torinese che, seppur con una formazione inedita, aveva saputo aggiudicarsi le prime due frazioni al fotofinish. Dopo il netto 3-0 del match d'andata alle gialloblù era sufficiente vincere un set per raggiungere la semifinale ma una scatenata Fiore ha reso la vita assai complicata al sestetto di Iosi. Gli ace di Kijakova hanno però regalato la terza frazione alle gialloblù che hanno così staccato il pass per la semifinale, un risultato mai raggiunto in precedenza dalla società del presidente Roberto Postal.

In semifinale la Delta Informatica Trentino troverà sulla propria strada la lanciatissima capolista di A2 Lardini Filottrano, unica formazione della seconda serie nazionale ancora imbattuta. Il match d'andata si giocherà mercoledì 8 febbraio al Sanbàpolis di Trento, sette giorni più tardi il ritorno nelle Marche. Nell'altra semifinale, a contendersi il pass per l'atto conclusivo della manifestazione saranno invece myCicero Pesaro e Sab Grima Legnano.

In casa trentina brillanti le prestazioni di Kijakova (15 punti con 7 ace), Michieletto (17 punti) e Moncada (4 ace), molto bene negli ultimi due set anche Bogatec (11 punti con addirittura 5 muri).

Iosi conferma il sestetto visto all'opera nelle ultime uscite con Moncada Moncada al palleggio, Antonucci opposto, Coppi e Michieletto in banda, Fondriest e Rebora al centro e Zardo nel ruolo di libero. Venco, tecnico di Settimo Torinese, risponde con Cumino in regia, Fiore opposto, Joly e la recuperata Vilcu in posto-4, Kone e Midriano al centro e Parlangeli libero 

Primo set con le due squadre che viaggiano punto a punto, con l'opposto di casa Fiore in grande evidenza nella metà campo di casa (21-20). La Delta Informatica, molto contratta soprattutto in ricezione, tiene il passo delle padrone di casa fino al 23-23 ma nel finale arriva l'ace di una scatenata Fiore (10 punti personali per l'opposto della Lilliput) che spedisce Settimo Torinese sull'1-0 (27-25).

Trento reagisce immediatamente sfruttando nel migliore dei modi i turni in battuta di Moncada (0-3) ma un'ottima Midriano riporta in carreggiata Settimo Torinese che in un amen rovescia la situazione (6-4). Trento continua a faticare in ricezione, Midriano va a segno con il servizio e la Delta Informatica sprofonda a -5 (11-6). Iosi corre ai ripari inserendo Kijakova per Coppi e la mossa si rivela quanto mai azzeccata perché la slovacca inizia il suo match con il piglio giusto dando concretezza alla prima linea trentina: sono infatti i suoi attacchi e i positivi turni in battuta di Moncaca a consentire a Trento di giungere fino al 23-21, proprio con l'ace dell'alzatrice gialloblù su Vilcu. Settimo Torinese ha però il merito di crederci, Kone firma il muro della parità (23-23) ma a gelare il sestetto di Iosi ci pensa Vilcu che pesca l'ace del 24-23 e propizia il contrattacco finale di Fiore (25-23).

La strada si mette in salita per Trento che nel momento di maggiore difficoltà, con una Lilliput sulle ali dell'entusiasmo (entra anche la titolare Akrari al centro della rete) che inizia a credere nell'impresa, trova però la lucidità necessaria per ribaltare le sorti del match: la terza frazione è equilibrata solamente in avvio (6-6), perché la Delta Informatica guadagna immediatamente qualche punticino di vantaggio, grazie agli errori di Vilcu e Akrari (7-11). La gara rimane aperta fino al 12-16, quando Rebora stampa in maniera perentoria Vilcu (12-17): in questo momento va al servizio Kijakova che arma il braccio e a suon di ace, ben quattro, demolisce la seconda linea piemontese. Con la slovacca in battuta Trento vola fino al 12-23, match virtualmente chiuso con il muro di Fondriest su Joly che spalanca le porte della semifinale alle gialloblù (25-13).

Iosi, con la qualificazione in tasca, lancia in sestetto Bortoli e Bogatec; Trento, con la mente libera da preoccupazioni, comanda nel punteggio fin dalle prime battute (8-13), mettendo alle corde una Lilliput altrettanto rivoluzionata dal proprio allenatore Maurizio Venco (dentro Cortellazzo, Malvicini e Bisio). Akrari prova a riportare in corsa Settimo Torinese (11-13) ma è solo un fuoco di paglia perché Trento corre spedita verso il 19-25 che allunga l'incontro al quinto set.

Tie break subito nel segno della Lilliput che trascinata dagli attacchi di Cortellazzo va al cambio campo avanti 8-5. L'errore di Michieletto lancia le padrone di casa sull'11-7 ma Coppi non ci sta e con tre attacchi fa segnare la nuova parità (12-12). Il muro di Bogatec vale il sorpasso trentino (12-13), si procede a braccetto fino al 17-18 quando l'errore in attacco di Cortellazzo regala il successo a Trento (17-19).

IL TABELLINO-

LILLIPUT SETTIMO TORINESE – DELTA INFORMATICA TRENTINO 2-3 (27-25, 25-23, 13-25, 19-25, 17-19)

LILLIPUT SETTIMO TORINESE: Joly Jessica 9, Bisio 4, Fiore 19, Malvicini 3, Midriano 8, Cumino 1, Tonello Elisa 3, Parlangeli (L), Vilcu 11, Kone 10, Cortelazzo 2, Akrari 4. Non entrate Biganzoli. All. Venco.

DELTA INFORMATICA TRENTINO: Michieletto 19, Fondriest 9, Bogatec 8, Kijakova 15, Zardo (L), Moncada 4, Antonucci 10, Bortoli, Rebora 7, Coppi 7. All. Iosi.

ARBITRI: De Sensi, Bassan.

NOTE – durata set: 30′, 26′, 19′, 20′, 20′; tot: 115′.

SAB GRIMA LEGNANO-VOLLEY SOVERATO-

Festa grande al PalaBorsani di Castellanza: la SAB Grima Legnano batte il Volley Soverato per la quarta volta in stagione e centra lo storico obiettivo della qualificazione alle semifinali della Coppa Italia di Serie A2, dove incontrerà la MyCicero Pesaro. Le legnanesi si aggiudicano subito i due set necessari per il passaggio del turno, dopo la vittoria per 3-1 dell’andata: nel primo parziale Soverato rimonta dal 16-12, ma sul 21-21 regala tre errori decisivi, mentre il secondo si decide con un break giallonero sul 16-16. Solo platonico il terzo set, giocato da formazioni rivoluzionate e caratterizzato da continui capovolgimenti di fronte.

In una partita ricca di imprecisioni, sono la grinta e la determinazione delle padrone di casa a fare la differenza, più degli aspetti tecnici; in attacco torna a brillare Amanda Coneo, autrice di 10 punti con il 60% e senza errori, insieme alla solita Camilla Mingardi. Nel terzo parziale Pistola dà spazio alle giocatrici meno utilizzate e sfruttano alla grande la chance soprattutto Chiara Muzi (7 punti per lei) e Bianca Mazzotti. Soverato, penalizzata dall’assenza di Karakasheva, fatica molto in attacco commettendo ben 15 errori, e si tiene in partita soprattutto grazie al servizio: micidiale Costanza Manfredini con 5 ace.

In semifinale la SAB Grima affronterà come detto la MyCicero Pesaro, vincitrice del doppio confronto con Chieri. La gara di andata si giocherà mercoledì 8 febbraio al PalaBorsani, quella di ritorno mercoledì 15 nelle Marche; dall’altra parte del tabellone si affronteranno invece Filottrano e Trento per accedere alla finale di domenica 12 marzo. Ora però le legnanesi devono tornare a concentrarsi sul campionato: già sabato 28 gennaio alle 20.30, infatti, la SAB Grima Legnano ospiterà la Lilliput Settimo nell’anticipo della terza giornata di ritorno.

Nessun problema di formazione per la SAB Grima Legnano, che schiera il sestetto tipo. Soverato deve invece rinunciare a Karakasheva, infortunatasi nella sfida di campionato con Chieri; in posto 4 giocano quindi Caravello e Zanotto. Pubblico non foltissimo ma di “qualità”: presenti tra gli altri alcuni giocatori del Gi Group Monza di SuperLega maschile, del Saugella Team Monza femminile e del Rugby Parabiago.

Ottimo l’approccio alla partita delle giallonere, subito grintose e determinate: due muri consecutivi di De Lellis e Coneo e il successivo attacco della colombiana valgono il 6-2 che costringe Saja all’immediato time out. Soverato accorcia con Manfredini (9-6) e torna sotto 10-8 su un errore di Mingardi; sul 13-12 Pistola ferma il gioco e al rientro in campo la SAB scappa di nuovo 16-12 sul servizio di De Lellis. Le ospiti però continuano a premere sull’acceleratore e completano la rimonta con il muro di Zanotto e l’ace di Demichelis, portandosi avanti 17-18. Il finale si gioca dunque punto a punto: sul 21-21 tre errori di Manfredini e Bertone regalano altrettanti set point a Legnano, che sfrutta il secondo con Mingardi per il 25-22.

Anche nel secondo set la SAB Grima prova subito a scappare 6-4 con Mingardi e allunga sul 9-6 con Furlan e Grigolo. Dopo l’ace dell’11-7 di Mingardi arriva il time out chiamato da Saja, e la mossa funziona: i muri di Manfredini e Bertone regalano il pari a Soverato sull’11-11. Comincia così un punto a punto che dura fino al 16-16, quando gli errori di Travaglini e l’attacco di Mingardi costruiscono un parziale di 4-0 per le Aquile; Coneo tiene a distanza le avversarie (22-19) e firma una gran parallela per il 24-20, prima che Mingardi metta a terra il pallone della qualificazione.
Terzo set ormai ininfluente: Pistola getta nella mischia Mazzotti, Figini, Muzi e Kosareva, mentre nelle file di Soverato entrano in campo Gennari e Vujko. Proprio il turno di battuta di Kosareva regala subito il 6-0, con due muri di Furlan e Grigolo, ma le calabresi rimontano clamorosamente dal 9-2 al 9-12 con i servizi di Manfredini. Le padrone di casa provano più volte a riavvicinarsi (12-13, 15-16, 19-20) e alla fine trovano il pari sul 22-22 grazie a due errori avversari; nel punto a punto finale Muzi mette a segno l’ace del 24-23 e Manfredini spedisce in rete l’ultima palla dell’incontro.

I PROTAGONISTI-

Sara Paris (SAB Grima Legnano)- « Inizialmente eravamo abbastanza tese perché ci sentivamo obbligate a vincere, mentre loro non avevano nulla da perdere. Ci siamo un po’ innervosite, che è il nostro tipico difetto, ma poi l’abbiamo portata a casa grazie all’entusiasmo e di questo sono contenta. Adesso sfidiamo Pesaro e questa volta saranno loro le favorite... noi ci proveremo e tutto quello che verrà sarà ben accetto ».

Sara De Lellis (SAB Grima Legnano)- « Siamo felicissime, abbiamo fatto quello che serviva per centrare l’obiettivo. Grande soddisfazione per i primi due set ma anche per le “piccole” che sono entrate nel terzo e hanno potuto dimostrare il loro livello. Stiamo migliorando partita dopo partita, le vittorie portano un’allegria indescrivibile in palestra: si lavora bene e speriamo di continuare così ».

IL TABELLINO-

SAB GRIMA LEGNANO – VOLLEY SOVERATO 3-0 (25-22, 25-20, 25-23)

SAB GRIMA LEGNANO: Figini 1, Paris (L), Furlan 5, Muzi 7, Mingardi 9, Coneo 10, Grigolo 9, Facchinetti 1, Kosareva 2, Bossi, De Lellis 2, Mazzotti 1. All. Pistola.

VOLLEY SOVERATO: Vujko 2, Travaglini 3, Caforio, Caravello 8, Bertone 8, Demichelis 2, Zanotto 6, Manfredini 16, Gennari 2, Bisconti (L). All. Saja.

ARBITRI: Pozzi, Pristerà.

NOTE – Spettatori 210, durata set: 22′, 22′, 23′; tot: 67′.

MYCICERO PESARO-FENERA CHIERI-

La myCicero cede un set a Chieri ma si aggiudica la partita e l’accesso alle semifinali di Coppa Italia che la vedrà di fronte a Legnano l’8 febbraio.

Il match si apre con la battuta di Isabella Di Iulio e il punto pesarese arrivato con la schiacciata di Kiosi. Chieri pareggia subito i conti e dopo uno scambio infinito riesce a portarsi in vantaggio (3-2). La myCicero riporta i conti in parità sul 4-4, si prosegue punto a punto. Le battute di Serena portano in vantaggio Chieri che mette a segno un parziale di 5-0 (da 8-9 a 13-9). Il coach pesarese ferma il gioco sul 9-13 ma le rossoblù faticano a fermare l’avanzata piemontese, Chieri raggiunge un vantaggio di +7 (20-13). Nelle file pesaresi Bussoli, Rimoldi e Pamio sostituiscono Degradi, Kiosi e Di Iulio e la squadra pesarese riesce a assottigliare il distacco (15-21). Pesaro accorcia le distanze fino a 18-23, il coach piemontese chiama time out e Fenera riprende in mano il gioco chiudendo il set.

Anche il secondo parziale si apre con il punto pesarese subito pareggiato da Chieri. Pesaro guadagna un vantaggio di 3 punti (5-2) e il coach piemontese chiama time out ma le battute di Degradi e le schiacciate di Kiosi portano la myCicero a +6 (8-2). Fenera riesce a accorciare le distanze ma Mastrodicasa e compagne non cedono e sull’11-5 coach Giudetti ferma nuovamente il gioco. Chieri mette a segno un parziale di 3-0 (12-8) e adesso è Bertini a chiamare time out. Le piemontesi riducono il vantaggio pesarese a +2 (14-12). Con le battute di Degradi, Pesaro si riprende il vantaggio  con un parziale di 5-1 (19-13). Chieri riesce nuovamente a recuperare il distacco (22-18) ma Pesaro non demorde e grazie all’errore di Serena in attacco chiude il set e si aggiudica il passaggio alle semifinali di Coppa.

Formazioni rimaneggiate per la terza frazione con le due squadre che schierano in campo le seconde linee. Il primo punto è a favore delle ospiti con le pesaresi che pareggiano subito il conto, le due squadre proseguono punto a punto fino al 3-3, Pesaro guadagna un vantaggio di 2 punti (5-3); Chieri prova a recuperare ma la myCicero allunga ancora le distanze con un parziale di 3-0 (9-6). Guidetti ferma il gioco e Fenera riesce a riportarsi in parità con un contro parziale di 3-0 (9-9). Mastrodicasa e compagne si riportano in vantaggio, sul 15-12 coach Guidetti chiama nuovamente time out ma Pesaro non arretra e si porta a +7 (21-14). Chieri accorcia le distanze con un parziale di 3-0 e sul 21-17 Bertini ferma il gioco. La partita procede punto a punto ma è un attacco di Pamio a chiudere il set in favore di Pesaro.

E’ pesarese il primo punto della quarta frazione, messo a segno da Alice Pamio: Pesaro si porta velocemente a +2 (3-1), Chieri raggiunge la myCicero sul 3-3, si prosegue punto a punto. Con un parziale di 3-0 Pesaro prova a scappare (9-6) e il coach piemontese ferma il gioco. La squadra di Bertini prosegue la sua corsa e sul 12-7 Guidetti chiama nuovamente time out: la Fenera riesce a accorciare le distanze fino al 13-10. Ma con un parziale di 6-0 le rossoblù allungano le distanze (21-13), Chieri prova a rimanere ancorata al set ma con un attacco di Bussoli, la myCicero chiude set e partita.

I PROTAGONISTI-

Viola Tonello (myCicero Pesaro)- « Ho tanta voglia di giocare e sono contenta della mia prestazione di stasera siamo partite un po’ tese ma poi ci siamo sciolte e abbiamo portato a casa il risultato facendo vedere anche una buona pallavolo ».

IL TABELLINO-

MYCICERO PESARO – FENERA CHIERI 3-1 (18-25, 25-18, 25-20, 25-16)

MYCICERO PESARO: Mastrodicasa 6, Degradi 6, Ghilardi (L), Gamba (L), Kiosi 10, Di Iulio, Bussoli 7, Santini 11, Pamio 13, Rimoldi, Tonello 14. Non entrate Olivotto. All. Bertini.

FENERA CHIERI: Bresciani (L), Mezzi 10, Leggs 4, Errichiello 9, Provaroni 4, Scapati 1, Serena 8, Nenkovska 9, Armando, Caneva 9, Vingaretti 2. Non entrate Tasca. All. Guidetti.

ARBITRI: Sessolo, Piubelli.

NOTE – durata set: 25′, 26′, 24′, 20′; tot: 95′.

 I RISULTATI-

Lardini Filottrano-Golem Software Palmi 3-2 (25-19, 22-25, 22-25, 25-14, 15-11) Giocata ieri ;

Lilliput Settimo Torinese-Delta Informatica Trentino 2-3 (27-25, 25-23, 13-25, 19-25, 17-19);

myCicero Pesaro-Fenera Chieri 3-1 (18-25, 25-18, 25-20, 25-16);

Sab Grima Legnano-Volley Soverato 3-0 (25-22, 25-20, 25-23)

LE DUE SEMIFINALI 08/02/2017 Ore: 20.30-

Delta Informatica Trentino-Lardini Filottrano;

Sab Grima Legnano-myCicero Pesaro

Articoli correlati

Commenti