Volley: Champions Femminile, Conegliano è grande, la finale è sua

Nella seconda semifinale della Final Four contro la Dinamo Mosca la formazione di Mazzanti è impeccabile, soffre ma doma le russe in quattro set 3-1  (25-18; 25-15; 15-25; 27-25)
Volley: Champions Femminile, Conegliano è grande, la finale è sua© Cev
8 min
TagsChampions LeagueFinal FourImoco

TREVISO- L’Imoco Volley Conegliano compie il primo passo verso la CEV Volleyball Champions League. In un PalaVerde infuocato, le pantere di Davide Mazzanti conquistano la finale del massimo torneo continentale a spese della Dinamo Mosca, fin qui imbattuta nella competizione e ko per 3-1. Dopo due set a senso unico in favore delle gialloblù, le russe si scuotono e riaprono la contesa. Nella volata del quarto set, però, le padrone di casa tirano fuori gli artigli e al secondo match point festeggiano. Domenica alle 18.00, in diretta su Sportitalia, sarà sfida al VakifBank Istanbul di Giovanni Guidetti, che ha spazzato l’Eczacibasi di Massimo Barbolini per 3-0 e per il secondo anno consecutivo si giocherà la medaglia d’oro (l’anno scorso dovette cedere alla Pomì Casalmaggiore).

Top scorer è un’immensa Serena Ortolani con 20 punti, ma ottime cose le hanno prodotte le due statunitensi Kelsey Robinson (19) e Nicole Fawcett (17), orchestrate da una Kasia Skorupa in grande spolvero. Ottima prestazione delle centrali, sorprendente Anna Danesi per la personalità con cui ha fronteggiato Poljak e le altre bocche da fuoco delle russe. Infine menzione per De Gennaro, semplicemente la migliore nel suo ruolo.

LA CRONACA DEL MATCH-

Lo starting six dell’Imoco Volley Conegliano è quello visto negli ultimi impegni di Campionato, con Fawcett opposta a Skorupa, Ortolani e Robinson in banda, Folie e Danesi al centro e De Gennaro libero. Parziale da 1-3 a 5-3 con due primi tempi di Danesi e l’errore di Shcherban, il PalaVerde è già caldo. Muro gialloblù su De La Cruz, 6-5. Errore di Goncharova, 8-6 al primo time out. Splendido primo tempo servito da Skorupa in ginocchio per Folie, 10-8. Goncharova ancora fuori dal match, pipe lunga e 13-10 (time out Panchenko). Picchia due volte Fawcett e mette ulteriore aria tra le squadre, 16-12. Anche De La Cruz in difficoltà, stampata prima da Fawcett e poi da Folie: 18-12. La Dinamo si fa sotto, Ortolani estrae una diagonale potente e precisa per il 20-15. Altro block-in, di Robinson sulla fast di Poljak, per il 23-17. Robinson firma il punto numero 24, da un prodigio di De Gennaro la rigiocata per Ortolani: 25-18 e 1-0.

Lo 0-2 di inizio secondo set diventa immediatamente 3-2 con l’ennesima invenzione di Skorupa e poi 5-3 con l’alzata di Folie per il mani out di Robinson. Pantere in palla, Goncharova affonda in rete e sul 6-3 Panchenko chiama già il time out. Ortolani di potenza, Fawcett usa le mani del muro: il risultato è lo stesso e dopo l’invasione di Petrova è 12-8. Sale in cattedra Robinson, con il muro su Goncharova e la schiacciata sopra il muro russo (17-10). L’assolo gialloblù è nelle mani di Danesi, sempre presente sotto rete, e nell’incostanza di Goncharova, di nuovo out (20-12). Nemmeno il Video Check corre in aiuto della Dinamo Mosca, completamente fuori fuoco: 22-12. Protagonista assoluta del parziale è Danesi, che stoppa anche Shcherban. Fawcett rialza il pallone in difesa e poi realizza il 25-15 con il muro. Finora è dominio, 2-0.

Prova a scuotersi la Dinamo, ace di De La Cruz e primo allungo del match (1-4). Massimo sforzo russo, l’Imoco rallenta in attacco e va sotto 3-8 al primo time out tecnico, anche a causa di qualche leggerezza in fase di ricostruzione. Ace di Shcherban, 4-10. Entra Cella in seconda linea per assestare la ricezione, Folie in primo tempo e 7-12. Scappano le ospiti, il set appare compromesso e coach Mazzanti cambia qualcosa con Malinov in regia (9-16). L’Imoco continua a giocarsela, mentre le russe evidentemente hanno preso confidenza con il match ed elevano il proprio rendimento, in tutti i fondamentali. Muro di Fetisova e 13-23. Chiude Shcherban con la parallela, il match si riapre.

Si rimette in carreggiata Conegliano, Fawcett lancia un aquilone ma poi con attacco e muro sorpassa 4-3. Il gioco è meno fluido nella metà campo gialloblù, il Video Check mostra un tocco del muro sull’attacco out di Shcherban e Goncharova firma il 4-7. Mazzanti ferma il gioco e sprona le sue a non avere paura. Le pantere rispondono: pipe di Robinson, attacco profondo di Fawcett e -2 (7-9). Più lucida la Dinamo sul lungo scambio che conduce al 9-12 scolpito dal pallonetto di Goncharova. Non copre la difesa Imoco sul muro su Ortolani, Goncharova punisce nuovamente e 10-14. Sberla di Ortolani, che carica le compagne sul 13-15. Shcherban è sempre l’attaccante più continua, ma Conegliano torna ai livelli del primi due set con la magia di Skorupa per Folie (16-17). La centrale bolzanina mura ed è parità. Goncharova spolvera la riga, allungo Dinamo sul 18-20. Pallonetto di Ortolani, ace di Folie e 20-20 per il boato del PalaVerde. Contrattacca di potenza la numero 1 gialloblù, sorpasso 21-20. Straordinaria Ortolani, più forte delle difese russe: 22-20 e tutti in piedi. De Gennaro impallinata da Kosianenko, 22-22. Robinson spinge, Goncharova impatta. Punto pazzesco, Kosianenko difende con la faccia e chiude Fetisova per il 23-24. Skorupa salva in copertura, Robinson concretizza il 24-24. Fawcett c’è, match point. Annulla Shcherban. Di nuovo la bionda statunitense per il 26-25, è la volta buona perché arriva anche il punto successivo ed è festa. Solo per qualche ora, visto che da subito le pantere dovranno pensare all’armata VakifBank.

I PROTAGONISTI-

Davide Mazzanti (Allenatore Imoco Conegliano)- « Abbiamo giocato molto bene nel primi due set, sono molto soddisfatto, perché non era così facile affrontare una squadra forte come la Dinamo Mosca. Quando abbiamo vinto il secondo set però per noi qualcosa è cambiato. Loro hanno alzato il livello di gioco ed abbiamo avuto molte difficoltà cercando di trovare nuove soluzioni di gioco.  Siamo così andati al quarto set che a mio parere è stato fantastico, uno spettacolo di grande pallavolo di cui hanno potuto godere tutti gli spettatori del PalaVerde. Entrambe le squadre hanno giocato al massimo delle loro rispettive capacità. Domani sarà molto difficile, il VakifBank è una grande squadra. Sono contento di affrontare Giovanni Guidetti, un allenatore per il quale nutro ammirazione rispetto e considero uno dei più grandi allenatori italiani »

Kelsey Robinson (Imoco Conegliano)- « Sono veramente stremata. Abbiamo appena chiuso un set combattutissimo, non oso pensare come sarebbe andato a finire il match se non l’avessimo spuntata noi. E’ stata in ogni caso una partita difficilissima, molto di più di quanto dica il punteggio finale. Onore anche alla Dinamo ».

IL TABELLINO-

DINAMO MOSCOW – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 1-3 (18-25, 15-25, 25-15, 25-27)

DINAMO MOSCOW: Kosianenko 2, De La Cruz de Pena 12, Fetisova 7, Goncharova 19, Shcherban 19, Poljak 4, Malova (L), Vetrova 1, Morozova 2. N.E. Lyubushkina, Raevskaia, Crncevic. All. Panchenko.

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Fawcett 17, Skorupa 5, Robinson 19, Danesi 10, Ortolani 20, Folie 11, De Gennaro (L), Malinov 0, Cella 0, Barazza 0, Costagrande 0. N.E. Fiori. All. Mazzanti.

ARBITRI: Maroszek, Cambre.

NOTE – durata set: 26′, 28′, 25′, 37′; tot: 116′.


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti