Corriere dello Sport

Coppe volley

Vedi Tutte
Coppe volley

Volley: Champions League, Perugia vince la battaglia del PalaLottomatica

Volley: Champions League, Perugia vince la battaglia del PalaLottomatica

Spettacolare semifinale fra gli umbri e la Lube Civitanova conclusasi al tie break 3-2 (25-19; 22-25; 25-19; 21-25;15-9) dopo cinque incandescenti set. Domani gli uomini di Bernardi sfidano i russi dello Zenit Kazan

Sullo stesso argomento

 

sabato 29 aprile 2017 22:00

ROMA- E’ la Sir Safety Perugia che, al primo tentativo, conquista nella bolgia di un PalaLottomatica sold out, la finale di Champions League, superando al termine di un incandescente partita la Lube Civitanova trovando le risorse per spezzare l’equilibrio, dopo quattro set in altalena, nel tie break nel quale la formazione di Bernardi è stata superiore per grinta, determinazione e unità di squadra. Tra i protagonisti assoluti un Podrascanin che contro la sua ex squadra ha sfoderato la partita della vita, un Ivan Zaytsev davvero strepitoso in attacco ma anche muro al cospetto di Sokolov che in questa serata ha sofferto molto la forza fisica dello Zar anche se è stato capace di mettere venti palloni a terra, e naturalmente Atanasijevic autore di venti pesantissimi punti. Nelle file di Civitanova sotto tono Juantorena che stasera non ha offerto il solito contributo alla formazione di Blengini. Domani alle 19.00 la squadra del presidente Circi può compiere la grande impresa nella sfida che vale il trofeo contro gli imbattibili dello Zenit Kazan.

LA CRONACA DEL MATCH-

La Sir Safety si aggiudica il primo set dominando in tutti i fondamentali. Equilibrio fino a quota 11, poi sono un contrattacco di Atanasijevic e il successivo ace di Zaytsev a scrivere il +3 per la squadra di Bernardi. Perugia forza con successo in battuta, sporca una infinità di palloni a muro e soprattutto è molto concreta in attacco (60% di efficacia contro il 36% dei cucinieri), specie sulle bande (7 punti col 70% per Atanasijevic, 6 punti col 57% per Zaytsev). Tutto l’opposto invece nella metà campo della Lube, che sul 15-16 si guadagna e sciupa l’occasione per riportare la situazione in parità, e continuando a balbettare sulle schiacciate si scioglie con largo anticipo dinanzi ai muri dell’ex Podrascanin (4 vincenti). Sul 16-22 Blengini dà respiro a Juantorena inserendo Kaliberda, ma il trend del parziale non cambia. Finisce 25-19 per gli umbri.

Nel secondo parziale la squadra di Bernardi subisce inizialmente il ritorno della Cucine Lube, brava a scappare sul 18-14 con i muri di Sokolov (su Atanasijevic) e Candellaro, ma riescono a ricucire lo strappo a quota 20, con un blocco vincente di Podrascanin e un ace dell’onnipresente opposto serbo. Nel punto a punto finale, però, stavolta la zampata vincente la trova la squadra di Blengini, che sfodera un Sokolov positivo in attacco al 71%, e dopo aver sciupato il contrattacco del possibile 22-20 riesce a ritrovare il break con un clinico mani out di Kovar su De Cecco (24-22). Quindi chiude alla prima occasione, sul 25-22, con un muro di Candellaro su Zaytsev.

L’avvio di terzo parziale è da incubo per i biancorossi, che subiscono la battuta di Zaytsev (2 ace) e vedono Perugia portarsi subito avanti 5-1, quindi 10-3, dopo un attacco out di Kovar. Tornano a farsi vivi i problemi in attacco della cucine Lube, che fatica oltremodo a mettere palla a terra anche con le sue bocche da fuoco più pregiate. Vedi Juantorena, murato per il punto del 4-12. Blengini cambia al centro inserendo Cester per Candellaro, ma la rincorsa della cucine Lube arriva soltanto al -4 (13-17), raggiunto con gli ace di Sokolov e Kovar. La Sir, che grazie alla buona ricezione (69% di positive contro 47%) sfodera un cambio palla regolare (75% di squadra in attacco, con Podrascanin al 100% su 4 primi tempi), firma il 25-19 finale senza affanni. 

Civitanova non brilla neppure nel quarto parziale, ma riesce ugualmente a raddrizzare la situazione prendendo subito un break con un errore di Zaytsev (3-1), allunga sul 10-6 con Juantorena che di prima intenzione sfrutta la buona battuta flottante di Candellaro, quindi raggiunge il massimo vantaggio sul 15-10 con un pregevole pallonetto di Kovar, marcatissimo dal muro perugino. La Sir riapre comunque le ostilità siglando il 15-16 con De Cecco, a ristabilire le distanze ci pensano allora prima Juantorena murando Atanasijevic per il 19-16, poi Christenson e Sokolov siglando il 22-18 rispettivamente con un ace e un attacco vincente di prima intenzione. Finisce 25-21 per i cucinieri.

Il tie break è un monologo di Perugia, che resetta immediatamente dopo l'esito del set precedente. Al  cambio di campo sono già tre le lunghezze di vantaggio per Birarelli e compagni, un margine che la Lube non riesce più a colmare.Un boato saluta il quindicesimo punto degli umbri, messo a terra con una bomba da Atanasijevic. La finale, da sogno, è diventato realtà...

I PROTAGONISTI-

Ivan Zaytsev (Sir Safety Perugia)- « Sapevamo che di fronte a questo pubblico e in questa atmosfera dovevamo dare il meglio di noi stessi, lo abbiamo fatto, ce la siamo goduta. Ora festeggiamo con i nostri tifosi prima di affrontare una squadra che quest’anno non ha mai perso. Cercheremo di fare un altro miracolo. Roma è un posto speciale per me, mi emoziono ogni volta che entro in questo impianto. A livello di club questa è una delle vittorie più belle nella mia carriera ».

Emanuele Birarelli (Sir Safety Perugia)-  « Spero che sia un crampo sono veramente contento, partivamo da sfavoriti ma ci abbiamo messo tanto cuore e forse loro non se lo aspettavano di avere così filo da torcere contro di noi. Partita equilibrata ma noi avevamo qualcosa in più. Siamo stati bravi a resettare dopo aver perso il quarto set e nel tie break ci abbiamo creduto. Domani vogliamo provare a vincere per entrare nella storia ».

Gianlorenzo Blengini (Allenatore Cucine Lube Civitanova)- « In questo momento prevale la delusione per una semifinale che volevamo vincere ma che purtroppo è finita al tie-break e che avremmo voluto giocare meglio. Perugia ha i suoi meriti, ci hanno messo nelle condizioni di non giocare al nostro meglio, sono stati bravi e questa sera nonostante le nostre buone battute sono riusciti a conquistare una regolarità in ricezione. Questo con un alzatore creativo e di qualità come De Cecco ha fatto la differenza. Siamo arrivati al tie-break in cui loro sono stati più bravi a tenere duro. Si sono scontrate due squadre di qualità e determinate, loro sono stati più bravi di noi, come detto, in ricezione. Domani abbiamo una partita da giocare e adesso ci concentriamo su quella ».

Osmany Juantorena (Cucine Lube Civitanova)- « Questa sera non abbiamo giocato come sappiamo, abbiamo sbagliato molto sia in battuta che in attacco. Loro invece hanno giocato molto bene quindi complimenti a Perugia che ha fatto una grande partita ed ora è in finale. Volevamo vincere ma non ce l’abbiamo fatta, giocheremo per il terzo posto e poi penseremo allo scudetto. Ora bisogna analizzare bene quello che non è andato e pensare alla finale scudetto, dimenticando il rammarico per questa sconfitta perché non si vince mettendo in campo la rabbia ma giocando di squadra ».

IL TABELLINO-

SIR SICOMA COLUSSI PERUGIA - CUCINE LUBE CIVITANOVA 3-2 (25-19, 22-25, 25-19, 21-25, 15-9)

SIR SICOMA COLUSSI PERUGIA: Atanasijevic 20, Berger 7, De Cecco 6, Zaytsev 15, Podrascanin 17, Birarelli 8, Bari (L), Tosi (L), Mitic 0, Chernokozhev 0, Buti 0. N.E. Della Lunga, Paris, Franceschini. All. Bernardi.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Christenson 3, Juantorena portuondo 11, Stankovic 7, Sokolov 20, Kovar 15, Candellaro 7, Grebennikov (L), Di silvestre (L), Cebulj 0, Kaliberda 0, Pesaresi 0, Cester 0. N.E. Casadei, Corvetta. All. Blengini.

ARBITRI: Akinci, Simonovic.

NOTE - durata set: 31', 37', 28', 35', 21'; tot: 152'.

RISULTATI SEMIFINALI-

Berlin Recycling Volleys (GER) - Zenit Kazan (RUS) 0-3 (21-25, 22-25, 13-25)
Sir Sicoma Colussi Perugia (ITA) – Cucine Lube Civitanova (ITA) 3-2 (25-19, 22-25, 25-19, 21-25, 15-9)

PROGRAMMA DOMENICA 30 APRILE-

?ore 16.00 Finale 3°-4° posto

Berlin Recycling Volleys-Cucine Lube Civitanova
?Diretta Fox Sports (ch. 204 del decoder Sky) commento di Fabrizio Monari e Samuele Papi – Studio pre partita dalle ore 15.30

ore 19.00 Finale 1°-2° posto-

Zenit Kazan-Sir Sicoma Colussi Perugia
?Diretta Fox Sports (ch. 204 del decoder Sky) commento di Stefano Locatelli e Andrea Zorzi - Studio pre partita dalle ore 18.30

Articoli correlati

Commenti