Volley: Supercoppa Femminile, il primo trofeo lo alza Conegliano
© Legavolley Femmmile/Rubin
Coppe volley
0

Volley: Supercoppa Femminile, il primo trofeo lo alza Conegliano

Prova di forza, davanti al pubblico del PalaVerde, della formazione di Santarelli che si impone 3-1 (25-21; 25-17; 17-25; 25-23) su un eccellente Novara e mette in bacheca il prestigioso trofeo

TREVISO- L’Imoco Conegliano è una vera e propria corazzata, costruita per vincere tutto. Una dimostrazione della sua grandissima potenzialità la squadra di Barbolini l’ha data stasera, davanti allo straordinario pubblico del PalaVerde, alzando la Supercoppa Italiana, primo trofeo dell’anno, al cospetto dell’Igor Volley Novara, altra formazione imbottita di stelle, che stasera però si è dovuta arrendere 3-1 sotto i colpi chirurgici di Fabris e socie.

 Le Pantere, dopo aver dominato i primi due set, hanno dovuto subire il ritorno della squadra di Barbolini, capaci di imporsi nel terzo, ed hanno poi dovuto lottare per vincere il quarto, decisamente il più equilibrato del match.

LA CRONACA DEL MATCH-

Venete in campo con Wolosz in palleggio e Fabris opposta, De Kruijf e Danesi centrali, Easy e Sylla schiacciatrici e De Gennaro libero. Novara con Egonu in diagonale alla regista Carlini, Chirichella e Veljkovic al centro, Nizetich e Bartsch-Hackley in banda e Sansonna libero.

Il primo break è di Novara (1-3, Egonu) ma sul turno in battuta di Fabris le gialloblù invertono l’inerzia (4-3, muro di Wolosz) innescando un punto a punto segnato dai muri di Veljkovic e Sylla e costante fino al 13-12. Il nastro aiuta prima l’Imoco (17-13), poi Novara (19-18, ace di Bartsch-Hackley) ma è Fabris a trovare il break decisivo con il diagonale del 22-18; le azzurre ci provano (23-20) ma non riescono a rompere il ritmo alle venete che chiudono 25-21 con De Kruijf.

Come nel primo set, parte meglio Novara, avanti con due punti in successione di Chirichella (3-6) e poi capace di mantenere il cambio palla fino all’8-11; un errore in appoggio favorisce il break delle padrone di casa (11-11, De Kruijf) che poi scappano 15-12 con un muro di Wolosz su Bartsch-Hackley. Dentro Piccinini al posto dell’americana ma Conegliano allunga ancora con Easy (17-13) e due ace consecutivi di De Kruijf (20-14), mentre Barbolini si gioca anche la carta Bici per Nizetich. Finisce senza ulteriori scossoni, 25-17, con un muro delle venete.

In sestetto, per le azzurre, c’è Piccinini e Novara parte ancora più forte: prima 1-3 (parallela di Egonu), poi Veljkovic (3-7, primo tempo) si prende il servizio e porta la Igor fino al 4-13 con due ace e una serie infinita di battute insidiose che Santarelli non riesce a fermare nemmeno con il timeout. Conegliano cambia le schiacciatrici (dentro Tirozzi e Hill) e rientra 10-15 (muro) ma dopo il timeout di Barbolini è Chirichella a riprendere la marcia, chiudendo con un muro su Hill uno scambio infinito. Piccinini ferma De Kruijf (13-20), Egonu avvicina il traguardo (ace, 15-23) e dopo il primo tempo di Chirichella (17-24) è un servizio vincente del capitano azzurro a fare 17-25.

Conegliano riparte con Tirozzi ma è sempre Novara ad avere il miglior approccio al parziale e a portarsi subito 1-4 con la diagonale di Egonu e poi 3-7 con il primo tempo di Chirichella; Santarelli cambia di nuovo le bande (dentro Sylla e Hill) e Conegliano rientra da 5-10 fino al -2 con il muro di De Kruijf (8-10). Nuovo break azzurro (9-13, muro di Egonu), ma Danesi e Fabris ricuciono lo strappo (14-15) e Hill, in parallela, impatta nel punteggio per poi replicare ancora sul 19-18 e sul 21-19. Di Fabris l’allungo decisivo (24-21), Egonu è l’ultima ad arrendersi (24-23, due punti in successione) ma Sylla in diagonale chiude il match sul 25-23. 

I PROTAGONISTI-

Daniele Santarelli (Allenatore Imoco Conegliano)- « Ci tenevamo a partire bene. La sconfitta dello scorso anno ci aveva seccato molto e oggi cercavamo il riscatto che è arrivato al termine di una grande partita. E’una vittoria importante perché non siamo ancora al 100% ma abbiamo saputo esprimere una splendida pallavolo. Non era facile davanti ad una grandissima squadra  come Novara».

Miriam Sylla (Imoco Conegliano)-  « E’stata una partita che sembrava potessimo controllare poi Novara è cresciuta e non ha mollato nulla. E’stata la vittoria del gruppo, oggi abbiamo giocato da grande squadra. Il pubblico ci ha dato una grande mano, in campo sembrava fossimo in sette grazie alla spinta dei nostri tifosi ».

Massimo Barbolini (Allenatore Igor Gorgonzola Novara)- « Penso che di Conegliano abbia avuto il merito nei primi due set di aver approfittato al massimo dei nostri errori. Poi, dal terzo set abbiamo cominciato a giocare meglio e ci siamo rimessi in partita. Non voglio scusanti ma siamo ancora all’inizio, oggi in campo c’erano quattro nuovi acquisti. Siamo rammaricati ma ora dobbiamo metterci a lavorare per colmare il gap che ci separa da questa Imoco  ».

IL TABELLINO-

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – IGOR GORGONZOLA NOVARA 3-1 (25-21 25-17 17-25 25-23)

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Easy 7, Danesi 7, Fabris 21, Sylla 16, De Kruijf 11, Wolosz 3, De Gennaro (L), Hill 10, Nagaoka 1, Tirozzi, Fersino. Non entrate: Moretto, Folie, Bechis. All. Santarelli.

IGOR GORGONZOLA NOVARA: Bartsch 10, Veljkovic 11, Egonu 30, Nizetich 3, Chirichella 13, Carlini, Sansonna (L), Piccinini 2, Bici, Zannoni. Non entrate: Plak, Camera, Stufi. All. Barbolini. ARBITRI: La Micela, Cerra.

NOTE – Spettatori: 3900, Durata set: 27′, 25′, 24′, 26′ ; Tot: 102′.

Vedi tutte le news di Coppe volley

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti