Volley: Champions League, la Lube vince il derby con Modena
© Cev
Coppe volley
0

Volley: Champions League, la Lube vince il derby con Modena

All'Eurosole i cucinieri si impongono 3-0 (25-22; 30-28; 25-22) nella sfida che li opponeva alla formazione allenata da Julio Velasco

CIVITANOVA MARCHE (MACERATA)- Splendido esordio della Cucine Lube Civitanova nella 2019 CEV Volleyball Champions League. I cucinieri battono l’Azimut Leo Shoes Modena in tre set nella prima gara del girone, di fronte ai 4000 entusiasti dell’Eurosuole Forum, ottenendo in chiave girone un primo fondamentale successo raggiungendo in vetta lo Zaksa vincente ieri con il Karlovarsko.

 E’ vera battaglia in campo, con la Lube brava a venire fuori con grande agonismo e puntualità nei momenti decisivi di ogni parziale. Juantorena è il top scorer con 19 punti e il 53% in attacco.

LA CRONACA DEL MATCH

Senza limiti di stranieri in campo, Medei sceglie Bruno-Sokolov, Stankovic-Simon al centro, Juantorena-Leal in banda, Balaso libero. Velasco opta per Urnaut-Bednorz a schiacciare e Holt-Mazzone al centro.

Grande equilibrio in avvio, con i cambi palla delle due squadre che funzionano bene e soltanto un paio di break (ace di Mazzone, contrattacco di Juantorena) a spezzare l’andamento del match (8-7). Holt e Christenson trovano per la prima volta un +2 per i gialli (11-13), Zaytsev contrattacco il 12-15, ma Juantorena e Sokolov tengono la Lube lì 16-16. Il solito Zaytsev riporta Modena a + 3 sfruttando bene due difese dei modenesi, con la stessa arma (più un ace di Bruno) i cucinieri rientrano ancora una volta con Sokolov che chiude in diagonale il 19-19. A lanciare la Lube ci pensa l’ace (con il nastro) di Juantorena (7 punti nel set) per il 21-20, poi sale in cattedra Leal con un lungolinea super e un muro su Zaytsev (23-21), chiude Simon con il primo tempo del 25-22.

Cucine Lube Civitanova che parte alla carica nel secondo set mettendo in difficoltà Modena con la battuta, Bruno si diverte con Juantorena e Leal (7-3). C’è Kaliberda in campo per Bednorz e da due difese modenesi arriva il -1 (7-6) concretizzato da Urnaut, Mazzone trova in primo tempo la parità a quota 8. Modena resiste nonostante la Lube continui a spingere dai nove metri e torna avanti grazie al muro su Sokolov (10-11) e all’ace di Kaliberda (12-14). Ancora Mazzone viene chiamato da Christenson in contrattacco (14-17) ma due errori in attacco da posto quattro di Zaytsev sul turno al servizio di Sokolov riportano sotto la Lube (17-17). Leal prova a spaccare il set in battuta (20-18), Zaytsev si riscatta con due contrattacchi (20-20 e poi 23-23) dopo il +2 Lube (23-21) firmato Juantorena e Sokolov. Si va ai vantaggi con la Lube sempre avanti, alla sesta occasione chiude un errore in attacco di Kaliberda (30-28). Simon 100% in attacco.

Modena prova a reagire guidata da Holt (contrattacco del 3-6) ma capitan Stankovic sale in cattedra e dai nove metri porta i suoi al sorpasso (8-7), Mazzone risponde ancora (11-13) con il servizio. Un po’ di nervosismo in campo spinge l’arbitro a dare un giallo per parte a Bednorz e Bruno, da lì la Lube infila un break di 5-0 e vola sul 16-13. Break decisivo? Sì, perché Juantorena rintuzza con un ace il tentativo di rimonta di Modena (18-15), c’è un brivido sulla palla out di Sokolov del 22-21 ma il bulgaro si riscatta alla grande con il muro del 24-21, chiude Juantorena 25-22.

I PROTAGONISTI-

Bruno (Cucine Lube Civitanova)- « Siamo due squadre che sono fatte per arrivare in finale e per vincere; noi stiamo migliorando tanto, ma non possiamo mai abbassare il nostro agonismo e la nostra tecnica di gioco. All’inizio della stagione dovevamo avere un po’ di pazienza, le cose non stavano accadendo come avevamo programmato ma ora si, e per questo ce lo meritiamo. Questa Lube ha dimostrato una nuova prova di forza ». 

Julio Velasco (Allenatore Azimut Modena)- « Noi non abbiamo battuto bene e su quello dovremo lavorare, la metteremo a posto questa battuta, la metteremo a posto, nel gioco non siamo stati inferiori assolutamente. Quando gli avversari hanno fatto pressione a Bednorz occorreva dargli il pallone, non ha avuto modo di reagire a quella pressione, lavoreremo anche su questi aspetti. Le due sconfitte con la Lube? Non mi interessa niente, i conti li faremo alla fine, non abbiamo paura della Lube, né di nessun’altro, lo ripeto… i conti li faremo alla fine. Il nervosismo sotto rete? Quando ho visto che ci volevano mettere sotto dal punto di vista psicologico facendo i duri, divento duro anche io, non me ne frega un ca**o, e sto dalla parte dei miei ragazzi, io non ci sto ed è questo che ho urlato, anche in spagnolo, che non pretendano di metterci paura perché noi non abbiamo paura di nessuno ». 

IL TABELLINO-

CUCINE LUBE CIVITANOVA-AZIMUT LEO SHOES MODENA 3-0 (25-22 ; 30-28; 25-22)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 10, D'Hulst, Marchisio (l) n.e., Juantorena 19, Massari n.e., Stankovic 7, Diamantini, Leal 13, Sander n.e., Cantagalli n.e., Cester n.e., Simon 9, Bruninho 1. All. Medei.

AZIMUT LEO SHOES MODENA: Bednorz 8, Pierotti n.e., Rossini (l), Pinali, Zaytsev 16, Christenson2, Holt 2, Anzani n.e., Urnaut 6, Mazzone 10, Kaliberda 5, Keemink. All. Velasco.

ARBITRI: Zenovich (Rus); Mokry (svk).

NOTE: 4100 spettatori, incasso: 41.256,00 Euro. Lube 13 battute sbagliate, 6 aces, 8 muri vincenti, 58% in ricezione (25% perfette), 47% in attacco. Modena: 14 b.s., 3 aces, 8 m.v., 42% in ricezione (26% perfette) 54% in attacco.

Vedi tutte le news di Coppe volley

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti