Volley: A2 Femminile, la Coppa Italia la alza Sassuolo
© Legavolley Femminile/Rubin
Coppe volley
0

Volley: A2 Femminile, la Coppa Italia la alza Sassuolo

Sorpresa a Verona. Nella finale contro Mondovì la squadra di Barbolini, che giocherà Pool Salvezza, si toglie la soddisfazione di battere al tie break 2-3 (25-23 17-25 16-25 25-18 15-17) il favorito Mondovì

VERONA- È la Canovi Coperture Sassuolo la regina dell’edizione 2019 della Samsung Galaxy A Coppa Italia di Serie A2: all’AGSM Forum di Verona, la squadra emiliana si aggiudica il trofeo per la prima volta nella sua storia, battendo in una spettacolare finale la LPM Bam Mondovì con il punteggio di 3-2 (23-25, 25-17, 25-16, 18-25, 17-15). Davanti a più di 4000 spettatori, la Canovi Coperture si rende protagonista di una straordinaria rimonta nel tie break, recuperando dal 6-11 al 13-13 e annullando anche un match point prima di chiudere ai vantaggi. Gioia incontenibile per le neroverdi e delusione per gli oltre 500 tifosi di Mondovì, che per il secondo anno consecutivo deve capitolare in finale (nel 2018 si era arresa di fronte a San Giovanni in Marignano). Il trionfo di Sassuolo è completato dal premio di MVP della manifestazione assegnato alla giovane opposta Josephine Obossa, classe 1999, autrice di 27 punti. Con un punto in più all’attivo chiude invece la top scorer dell’incontro, Elisa Zanette.

LA CRONACA DEL MATCH-

La LPM Bam Mondovì scende in campo con Valpiani in palleggio, Zanette opposto, Rebora e Tonello centrali, Schlegel e Biganzoli schiacciatrici e Agostino libero. Risponde la Canovi Coperture Sassuolo con il sestetto composto da Lancellotti in regia, Obossa opposto, Crisanti e Squarcini al centro, Bordignon e Joly schiacciatrici e Zardo libero.
Il primo break della partita è della Canovi Coperture: Squarcini e Obossa firmano l’1-3. Biganzoli e Tonello rimediano per Mondovì, ma ancora Obossa con attacco e muro sigla il 5-7, e il muro a uno di Crisanti regala a Sassuolo il break del 6-10. Le emiliane allungano fino al 7-12 con un ace della stessa centrale e si mantengono saldamente avanti con Squarcini (10-15). Coach Delmati ferma il gioco sul 12-17 e la LPM, grazie anche al contributo del Video Check che decreta in una palla di Schlegel chiamata fuori, riesce a risalire fino al 16-18. Elisa Zanette entra in partita e con due punti consecutivi trascina Mondovì alla rimonta, completata da Biganzoli per il 19-19. La Canovi Coperture non molla e con Obossa e Bordignon mantiene il set in equilibrio fino al 23-23; un errore in battuta di Joly regala alla LPM la prima chance per chiudere, subito sfruttata da Schlegel con l’attacco del 25-23.

Nel secondo set è ancora Sassuolo a partire forte sulla battuta di Lancellotti (0-3), e una scatenata Josephine Obossa realizza tre punti consecutivi per il 2-7. Il vantaggio delle emiliane aumenta ancora: Bordignon sigla il 3-10 e un doppio attacco di Crisanti porta il punteggio sul 4-12. Gli ingressi di Valli e Midriano non aiutano la LPM e le neroverdi restano nettamente avanti (8-15), toccando il massimo vantaggio sul 10-20 grazie al servizio di Squarcini. Mondovì, trascinata da Rebora, recupera 5 punti, ma non è abbastanza per evitare il 17-25 firmato da Squarcini che porta l’incontro in parità.

L’avvio del terzo parziale è all’insegna dell’equilibrio: il primo break arriva nuovamente sul servizio di Lancellotti, che permette alla Canovi Coperture di portarsi avanti 7-11. Obossa continua a brillare in attacco e, con la collaborazione di Bordignon a muro, incrementa il vantaggio delle emiliane fino al 9-17; ancora l’opposta di Sassuolo mette a segno il punto del 10-19. Mondovì non riesce a rientrare e Joly a muro firma il 13-22; è sempre la numero 12 a procurare il set point alla Canovi Coperture, che chiude con l’attacco al centro di Squarcini per il 16-25.

La reazione della LPM Bam arriva nel quarto set con un micidiale turno di servizio di Tonello, che porta subito il punteggio sul 5-1. Zanette consolida il vantaggio di Mondovì firmando prima il 7-2 e poi l’11-4; Barbolini prova il doppio cambio con Galletti e Gatta, ma i punti della giovane opposta classe 2000 non bastano a cambiare indirizzo al set (14-8). Rebora e Zanette fanno volare le piemontesi sul 18-10, Biganzoli firma l’attacco del 22-14 e Sassuolo si arrende al pallonetto del 25-18 di Rebora che porta la finale al tie break.

Il set decisivo si apre con due punti di Schlegel che portano avanti Mondovì; ci pensa poi Zanette a far volare le rossoblu sul 6-2 con un mani-out vincente. Al cambio di campo la LPM Bam è in vantaggio 8-3, e sempre Zanette permette alle piemontesi di restare avanti (9-4, 11-6). Sassuolo non si arrende e accorcia le distanze sul 12-10 con Squarcini e Obossa: due errori piemontesi e una clamorosa difesa di piede terminata in campo permettono alla Canovi di completare la rimonta sul 13-13. Rebora si procura comunque il primo match point, annullato da Obossa per il 14-14. Ai vantaggi sono le emiliane a guadagnare due chance: sul 15-16 è Joly a chiudere la partita, regalando il trofeo a Sassuolo.

IL TABELLINO-

LPM BAM MONDOVI’ – CANOVI COPERTURE SASSUOLO 2-3 (25-23 17-25 16-25 25-18 15-17)

LPM BAM MONDOVI’: Schlegel 11, Rebora 13, Zanette 28, Biganzoli 14, Tonello 2, Valpiani, Agostino (L), Valli 2, Midriano 1. Non entrate: Ambrosio, Mandrile, Angelini, Bovolo. All. Delmati.

CANOVI COPERTURE SASSUOLO: Lancellotti 3, Joly 11, Squarcini 20, Obossa 27, Bordignon 3, Crisanti 12, Zardo (L), Gatta 4, Bici, Galletti, Kosareva. Non entrate: Martinelli, Mambelli. All. Barbolini.

ARBITRI: Sessolo, Verrascina.

NOTE – Spettatori: 4080,

Durata set: 28′, 25′, 22′, 24′ , 25′ ; Tot: 124

Vedi tutte le news di Coppe volley

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti