Coppe volley
0

Coppa Italia A2 Maschile: la finale è Brescia-Bergamo

In semifinale la squadra di Zambonardi spegne le ambizioni di Grottazzolina, formazione di A3, mentre quella di Spanakis va a vincere al tie break, dopo durissima lotta, sul campo di Siena capolista del campionato 

Coppa Italia A2 Maschile: la finale è Brescia-Bergamo
© Legavolley

ROMA- Le semifinali di Coppa Italia di A2 Maschile hanno decretato i nomi delle due finaliste che giocheranno a Bologna il 23 febbraio l’ambito trofeo. Sarà derby fra Sarca Italia Brescia, che ha spento le ambizioni della Videx Grottazzolina formazione di A3, e Olimpia Bergamo, capace di andare ad espugnare il campo della capolista del torneo Emma Villas Siena al termine di un match ricco di emozioni e di episodi.

 LE DUE SFIDE-

SARCA ITALIA CHEF CENTRALE BRESCIA - VIDEX GROTTAZZOLINA-

Sarca Italia Chef Centrale si impone in tre set in un match tiratissimo con Grottazzolina, fino ad oggi imbattuta. Tenacia e cuore portano l’Atlantide per la prima volta alla finale.

Brescia sente il match e paga la tensione agonistica in avvio, permettendo agli ospiti prima il recupero del primo parziale e poi un buon vantaggio nel secondo. Quando si trova a rincorrere, però, Cisolla e Tiberti prendono per mano i compagni e ridanno fiducia al gruppo, tenendo i nervi saldi nei finali di set. Il muro bresciano sale in cattedra, il servizio torna a fare male e i Tucani, con testa e cuore, volano verso la loro prima storica finale della  Del Monte Coppa Italia .

Il tecnico bresciano schiera Tiberti incrociato a Malvestiti, Cisolla e Galliani in banda, Festi e Mijatovic al centro con Zito a difesa della seconda linea.

Per Ortenzi, sestetto base con Giannotti opposto al regista Marchiani, Snippe e Vecchi in banda, Arienti e Gaspari al centro con Romiti libero.

Malvestiti sigla l’ace 3-1, ma Brescia è meno efficace sul cambio palla e paga una partenza un po’ contratta: Videx ne approfitta, difendendo con caparbietà e ricostruendo con Snippe  e Giannotti per il primo vantaggio (11-12). I Tucani ritrovano linfa dopo l’errore a rete della banda olandese, che subisce poi il muro del capitano e le botte dai nove metri di Cisolla (17-12). Di Bonaventura e Marchiani infastidiscono la ricezione bresciana e due errori in attacco da posto due ridanno ai grottesi il pareggio a 20. Sblocca Cisolla in pipe e poi con un lungolinea che vale il 23-21, ma Snippe restituisce e impatta. E’ sempre il 15 bianco blu che guadagna il primo set ball, sciupato da un servizio out. Vecchi difende tutto e ribalta il fronte (24-25); errori al servizio da entrambe le parti, poi è una difesa pazzesca di Cisolla a permettere a Brescia di chiudere il primo set 28-26.

Videx riparte molto determinata e difende ogni pallone: Giannotti piazza l’ace del 2-6 e gli ospiti crescono anche a muro, fermando Galliani e non sbagliando niente in attacco. Brescia subisce (5-11) e sembra contare solo su Cisolla – che arriva in copertura in tuffo – e su Tiberti, che mura Vecchi per il 12-15. I due condottieri ridanno grinta ai Tucani che risalgono con pazienza: Malvestiti mette l’ace del 18-19 e Festi blocca Giannotti. Cisolla mette avanti la testa con una palla in controtempo (20-19), ma non è finita: Brescia non trova il cambio palla e deve rincorrere ancora (21-23). Palla out di un soffio di Snippe e il sorpasso passa ancora dalle mani di Cisolla, prima enorme a muro su Vecchi (26-25), poi sulla riga in diagonale. La chiude Malvestiti con un monster–block su Snippe (28-26).

Grottazzolina subisce il contraccolpo e sbaglia qualcosa in attacco, mentre Sarca Italia Chef Centrale cresce in sicurezza e blocca ogni tentativo degli ospiti di rialzarsi (8-4). La determinazione si vede dal servizio: tutti più efficaci dalla linea di fondo, tutti più sciolti in attacco: Malvestiti pennella la riga laterale per il 15-9. Starace è in campo per Vecchi e la Videx ci prova, ma Ostuzzi e Tiberti sono molto ostinati in difesa. Giannotti è il più concreto dei suoi, ma contro il Cisolla di stasera – a segno per il 19-14 da seconda linea – non è facile per nessuno. Una rotazione che non gira in ricezione fa riavvicinare gli ospiti da 20-15 a 21-20 per un finale carico di tensione: è ancora Ciso a rilanciare il break che, grazie all’errore di Giannotti (23-20), permette ai Tucani di chiudere con una botta di Festi per il match point e l’errore dal centro degli ospiti (25-21).

I PROTAGONISTI-

Alberto Cisolla (Sarca Brescia)- « Tecnicamente non la nostra migliore partita, era una gara secca con parecchia tensione. Vincere due set così, in rimonta e ai vantaggi è doppiamente tosto. Non è la mia prima finale, ma questa è la ciliegina sulla torta per l’Atlantide, per il percorso che stiamo facendo insieme ».

IL TABELLINO-

SARCA ITALIA CHEF CENTRALE BRESCIA - VIDEX GROTTAZZOLINA 3-0 (28-26, 28-26, 25-21)

SARCA ITALIA CHEF CENTRALE BRESCIA: Tiberti 3, Galliani 14, Mijatovic 3, Malvestiti 12, Cisolla 18, Festi 9, Franzoni (L), Ostuzzi 0, Zito (L), Crosatti 0. N.E. Bergoli, Ceccato, Mattinzoli, Gavotto. All. Zambonardi.

VIDEX GROTTAZZOLINA: Marchiani 0, Vecchi 6, Gaspari 4, Giannotti 21, Snippe 17, Arienti 6, Minnoni 0, Di Bonaventura 1, Romiti (L), Starace 1. N.E. Pulcini, Romagnoli. All. Ortenzi.

ARBITRI: Talento, Piperata.

NOTE - durata set: 30', 30', 31'; tot: 91'.

­EMMA VILLAS AUBAY SIENA - OLIMPIA BERGAMO-

L’Olimpia raggiunge la terza finale consecutiva di Coppa Italia e vola a Bologna! Dopo un match che ha dell’incredibile, vinto 2-3 (24-26, 25-21, 22-25, 26-24, 17-19): dopo essere stati in vantaggio sul 2-1, e aver rimontato nel quarto fino a 23-24, Olimpia ha ceduto alle battute dell’ex Romanò, ma è riuscita a rimontare dallo svantaggio al tie break di 8-5 portando ai vantaggi. Una vittoria anche di esperienza, la bravura di non cedere fino all’ultima palla ha premiato il team più coriaceo sia di carattere che di maturità.

Prestazione corale dunque, ma un plauso a Wagner top scorer del match con 29 punti.

La finale a Bologna alla Unipol Arena sarà il 23 febbraio e sarà un derby contro la compagine bresciana che ha battuto la Videx per 3-0 in semifinale.

Olimpia comincia con il sestetto base Garnica-Wagner in diagonale, Cargioli-Erati al centro, Della Lunga-Tiozzo in 4 libero Fusco

Emma Villas parte con Falaschi-Romanò, Gitto-Zamagni al centro, Milan e Mariano in posto 4, libero Marra

Inizio con ottimi spunti al centro con Gitto nel campo senese, che mura Della Lunga per il 4-3. Un ace di Della Lunga firma il 4-6. Cargioli mura Romanò per il 5-8 Wagner mura Milan per il 6-10. Risponde Zamagni con un bel primo tempo. Siena si riporta a -1 con un errore di Wagner 10-11, e a seguire un attacco out di Della Lunga permette il pareggio. 11-11. Un errore in battuta di Romanò permette il sorpasso di Bergamo 13-14. Wagner mette a segno una palla scottante dopo uno scambio lunghissimo per il 16-18 Wagner firma il 18-19. Siena sorpassa sul 20-19. Dore tiene il passo per il 20 pari. Wagner fa ace per il 20-21. Romanò sbaglia per il 21-22. Mariano pareggia 22-22. Mariano sbaglia il servizio ma poi Milan firma i 23-23, e il 23-24. Wagner porta ai vantaggi 24-24. Tiozzo per il 24-25. Invasione senese decreta il 24-26.

Partenza scoppiettante per Bergamo che si porta subito sul 4-7, poi 4-8. Siena si riavvicina a 6-4. Siena raggiunge a 10-10, con qualche errore di troppo bergamasco. Wagner riporta il break 10-12.  Siena sorpassa sul 15-14 con un muro di Gitto su Della Lunga, poi Romanò sbaglia il servizio. Milan viene murato per il 16 pari. Preti entrato su Tiozzo viene murato per il 16-18, poi passa per il 18-17. Wagner accorcia a 21-19. Romanò spara out per il 23-21.Romanò fa un pallonetto per il 24-21. Della Lunga viene murato per il 25-21.

Equilibrio nel terzo set 5-5. Siena si porta avanti sull’8-7. Mantiene sempre un punto di vantaggio con Gitto 12-11. Un muro su Wagner decreta il 14-11 per Siena. Entra Preti su Tiozzo che firma il 15-13, Wagner accorcia a 15-14. Milan in lungolinea per il 16-14. Un’invasione senese decreta il 17-15, poi Preti fa ace per il 17-16. Wagner fa pallonetto per il 17 pari. 18 pari sull’errore di Milan al servizio. Della Lunga mantiene la parità per il 19-19. Della Lunga mura Romanò per il sorpasso 19-20. Romanò sbaglia il servizio per il 20-21. Romanò spara out per il 20-23.  Siena si riavvicina 22-23, ma Wagner firma il 22-24 e anche il 22-25.

Il quarto set comincia con Olimpia che si porta a +3, 3-6, Gitto continua a mietere vittime a rete, 8-7. Wagner murato per il 12-10. Milan in pipe per il 14-12. Pessoa in ace per il 15-12. Signorelli accorcia per il 15-13.Siena allunga ancora 17-13. Con Milan 19-13. Tiozzo mura Milan per il 19-15. Poi Tiozzo accorcia ancora a 19-16. Sempre Tiozzo per il 20-17. Dore per il 21-18. Pessoa per il 22-18. Wagner  fa ace per il 22-20 Altro servizio ottimo di Wagner finalizzato da della Lunga per il 22-21 Tiozzo in pipe 22-22. Wagner ace per il 22-23. Wagner fa punto 22-24. Romanò porta ai vantaggi e fa 2 ace. Chiude anche il set al servizio 26-24.

Il tie break comincia 3-1 per Siena. Romanò mette a terra un altra serie al servizio che porta a 5-2. Della Lunga risponde con un ace che accorcia a 6-4. Wagner mantiene 7-5. Gitto firma il punto del cambio campo 8-5. Cargioli per il 8-6. Wagner tiene vivo 9-7. Invasione di seconda linea per Wagner che porta 10-7. Zonta fa ace e accorcia 10-9. Wagner per il 10-10. Romanò per il 11-10. Wagner per 11-11. Romanò sbaglia il servizio per il 12-12. 12-13 di Wagner. Wagner 13-14. Cargio non riesce a murare Pessoa e si va ai vantaggi. Il punto finale è un errore di Zamagni in primo tempo out 17-19.

I PROTAGONISTI-

Alessandro Spanakis (Allenatore Olimpia Bergamo)- « Un match incredibile, complimenti ai ragazzi ma complimenti anche a Siena che ha dato tutto ».

IL TABELLINO-

EMMA VILLAS AUBAY SIENA - OLIMPIA BERGAMO 2-3 (24-26, 25-21, 22-25, 26-24, 17-19)

EMMA VILLAS AUBAY SIENA: Falaschi 4, Milan 21, Zamagni 8, Romanò 27, Mariano 8, Gitto 17, Marra (L), Pessoa 4, Lucconi 1. N.E. Zanni, Cappelletti, Smiriglia. All. Graziosi.

OLIMPIA BERGAMO: Garnica 2, Tiozzo 8, Cargioli 11, Pereira Da Silva 33, Della Lunga 18, Signorelli 9, Saturnino (L), Fusco (L), Gritti 0, Zonta 1, Preti 5. N.E. Alborghetti, Battaglia. All. Spanakis.

ARBITRI: Merli, Rolla.

NOTE - durata set: 33', 30', 30', 34', 24'; tot: 151'.

 



Tutte le notizie di Coppe volley

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti