Conegliano c'è, battuta Scandicci e finale di Supercoppa

All'esordio stagionale la formazione di Santarelli si impone 3-0 (25-17, 25-14; 25-22) nella prima semifinale giocata a Piazza dei Signori a Vicenza ed ora attende la vincente della sfida fra Busto e Novara

VICENZA- L'Imoco Conegliano, nella prima semifinale di Supercoppa Italiana, dimostra che sei mesi di stop non hanno mutato i valori in campo. La squadra di Santarelli supera nettamente per 3-0 (25-17, 25-14; 25-22) la Savino Del Bene Scandicci e conquista la finale di domani che la opporrà alla vincente della sfida fra Busto Arsizio e Novara. Le pantere hanno dimostrato stasera di aver già oliato i meccanismi di gioco, in tutti i fondamentali, di poter contare su una Paola Egonu,top scorer del match con 14 punti, sempre travolgente in attacco e di aver trovato nel nuovo acquisto Adams una giocatrice concreta, in grado di integrarsi immediatamente nel gioco della squadra. Da rivedere invece Scandicci, cambiata molto rispetto al passato ed affidata alle esperte mani di Barbolini. La squadra, a sprazzi, ha fatto vedere buone cose, soprattutto nel terzo set, ma è chiaro deve migliorare in alcuni fondamentali, in attesa di recuperare Malinov, appena operata al ginocchio, in cabina di regia.

LA CRONACA DEL MATCH-

Il primo punto della nuova stagione di Conegliano, dopo sei mesi di stop, è della nuova americana dell’Imoco Volley Mckenzie Adams, che inaugura così la “rinascita” del volley con la prima semifinale di Supercoppa Italiana tra Conegliano e Scandicci nella meravigliosa cornice “outdoor” della Piazza dei Signori di Vicenza. Dopo i primi scambi di “studio”, le Pantere di coach Santarelli, in campo con Wolosz-Egonu, Adams-Sylla, Folie-De Kruijf, libero De Gennaro, cercano il primo allungo con due muri di Rapha Folie e un’invenzione di captan Wolosz (7-3). Ma la squadra toscana torna sotto con Stysiak e un muro di Pietrini (9-7). La squadra di coach Santarelli stringe le maglie e torna aggressiva, piazzando un break 3-0 propiziato dalle bordate della “solita” Paola Egonu e uno smash di De Kruijf: 12-7 e time out per la Savino del Bene. L’Imoco continua a martellare con buona ricezione e due punti in fila di Adams, entrata bene nello scacchiere gialloblù, e le Pantere volano a +6 (14-8).  Ancora la schiacciatrice USA, scatenata, piazza l’ace del 16-10. Se c’erano dubbi sulla “ruggine” possibile dopo tanti mesi di pausa, vengono spazzati via dalle giocate deliziose di Asia Wolosz che manda le sue schiacciatrici a segno con continuità, Miriam Sylla firma il +7 (19-12). Le Pantere non si fermano più, Folie mura ancora, Pietrini prova a tenere viva la Savino, ma la ricezione di Sylla e De Gennaro continua a marciare spedita e le campionesse del Mondo possono chiudere senza patemi il primo set per 25-17 con l’ace finale di Mckenzie Adams (top scorer del set con 6 punti).

Nel secondo set la Savino del Bene si aggrappa ancora a Pietrini per tenersi appaiata, ma Folie è implacabile a muro (6-4). Gli scambi si allungano, le squadre prendono confidenza con il gioco all’aperto e si vedono anche grandi difese. Coach Barbolini inserisce al centro Cecconello per Lubian, ma le Pantere non si fermano e volano +3 con l’ace di Wolosz (8-5). Il quarto muro di una scintillante Folie e la replica di Egonu permettono a Conegliano di scappare via con decisione (10-5). Il muro dell’Imoco non fa sconti e continua a scavare il solco, adesso tocca ad Adams, sempre “sul pezzo” all’esordio con la maglia gialloblù, bloccare l’attacco toscano e le Pantere allungano ancora (13-7). Time out. Camera e compagne continuano a lottare, ma Egonu ed Adams sono implacabili in attacco. Sussulto di Scandicci con la bomba che dà l’ace a Stysiak (15-11), ma Sylla con grinta difende e attacca il 17-11. Entra Markovic per Courtney in casa toscana, poi anche Lucia Bosetti, ma sotto la Basilica Palladiana la musica non cambia e l’Imoco con le battute di De Kruijf, i muri tentacolari di Folie (3 nel set) e qualche errore delle avversarie fugge ancora ormai irraggiungibile (22-12). Il secondo parziale si chiude 25-14.

Si riprende e subito le battute di Paola Egonu sconquassano la ricezione di Scandicci, il primo break (4-2) è siglato da Robin De Kruijf al centro. Moki De Gennaro “spolvera” il taraflex di Piazza dei Signori mentre scendono le luci della sera sulla piazza vicentina. Cambia l’effetto luminoso, ma non il divario in campo con la stessa De Gennaro che, improvvisatasi regista, manda Adams a schiacciare senza muro, poi De Kruijf mura bene al centro per il +3 (11-8). Courtney prova a spingere, poi Popovic riporta la Savino a -2 (12-10). Scandicci con Lubian e Courtney tiene in equilibrio il set e la schiacciatrice americana porta per la prima volta avanti le toscane (14-15), pareggia subito Wolosz vincendo una contesa a rete, poi si scatena Egonu e Conegliano torna con la testa avanti. Risponde Stysiak e il set resta equilibrato. Le toscane prendono il doppio vantaggio (16-18) e coach Santarelli chiede time out.  Sul 18-19 esordio per Lara Caravello in battuta,  poi bella difesa per la friulana vanificata però da un’invasione (18-20). Conegliano non si scompone e pareggia con una sassata di Paola Egonu, che poi si carica sulle spalle come spesso le accade le responsabilità offensive nei momenti caldi e sorpassa 21-20. Parziale 3-0 per le Pantere e coach Barbolini ferma il gioco.  Ma Egonu non si ferma e sigla anche il 22-21, entra Giulia Gennari per la battuta, ma pareggia Stysiak.  Il rush finale è caldissimo, Sylla mura il 24-22 e Conegliano chiude.

I PROTAGONISTI-

Paola Egonu (Imoco Conegliano)- « Siamo molto felici nonostante la situazione che ci crea qualche problema a noi come alle altre. E’ stato emozionante, ci siamo adattate a questa nuova realtà, non è stato difficile. Abbiamo fatto una bella partita trovando le giuste intese, le cose in campo sono andate bene, dobbiamo ancora crescere ma la squadra ha saputo esprimere una buona pallavolo. Dopo i primi tre palloni ci siamo lasciate andare, è venuto tutto facile, anche se erano tanti mesi che non scendevamo in campo. Tra Busto e Novara non preferisco nessuno. Sono due grandi squadre ».

Mina Popovic (Savino Del Bene Scandicci)- « Oggi non abbiamo giocato una grande partita, potevamo far meglio dall’inizio. Siamo una squadra nuova dobbiamo migliorare in tante cose. Conegliano gioca molto veloce e questo ci ha sorpreso, nel terzo set ci siamo riprese ma era già tardi. Comunque sono convinta che per noi potrà essere una buona stagione, puntiamo a far bene sia in Champions che in campionato ».

IL TABELLINO-

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – SAVINO DEL BENE SCANDICCI 3-0 (25-17 25-14 25-22)

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Sylla 9, Folie 9, Egonu 14, Adams 13, De Kruijf 5, Wolosz 5, De Gennaro (L), Gennari, Caravello. Non entrate: Butigan, Fahr, Gicquel, Natalizia, Omoruyi. All. Santarelli.

SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Courtney 5, Popovic 2, Stysiak 12, Pietrini 9, Lubian 2, Camera, Merlo (L), Markovic 1, Samadan 1, Bosetti, Cecconello, Drewniok. Non entrate: Carocci. All. Barbolini.

ARBITRI: Luciani, Frapiccini.

NOTE – Durata set: 21′, 24′, 32′; Tot: 77′.

Da non perdere







Commenti