Coppe volley
0

Supercoppa: Busto sfiderà Conegliano

Nel proseguo della partita sospesa ieri la formazione di Fenoglio vince due set e chiude la semifinale su Novara per 3-1 (23-25; 25-18; 25-22; 25-22). Stasera la sfida alle 21.15 per alzare il trofeo

Supercoppa: Busto sfiderà Conegliano
© Legavolley Femminile/Rubin

VICENZA- Sarà l'Unet E-Work Busto Arsizio di coach Fenoglio a giocare la finale di Supercoppa Femminile contro Conegliano. L'atto conclusivo andrà in scena questa sera alle 21.15 al Pala Goldoni di Vicenza, constatata l'impraticabilità del taraflex allestito in Piazza Dei Signori. Nella ripresa della semifinale interrotta ieri le farfalle si sono dimostrate più forti e determinate delle avversarie, dimostrando di essere più squadra dell'Igor Gorgonzola Novara in tutti i fondamentali. Decisive una sempre più convincente Mingardi, che ha messo giù 20 palloni vincenti, ben sostenuta da Stevanovic e Gennari entrambe protagoniste di una eccellente prestazione. Dall’altra parte della rete non è bastata una scintillante Herbots, autrice di 21 punti.

LA CRONACA DEL MATCH-

Fenoglio schiera Mingardi in diagonale a Bonelli, Olivotto e Stevanovic centrali, Gennari ed Escamilla schiacciatrici e Leonardi libero; Lavarini si affida a Hancock in regia con Zanette opposta, Washington e Bonifacio al centro, Herbots e Daalderop in banda e Sansonna libero.

Il primo break è di Busto Arsizio con Gennari a segno due volte (2-0), Daalderop aza il ritmo e mette la freccia con due maniout (4-5) con l’ace di Washington che regala il doppio vantaggio alle azzurre (8-10) e Zanette che firma l’8-11. Herbots fa +4 (9-13), Fenoglio ferma il gioco e Busto Arsizio torna a pungere portandosi prima 17-19 con l’ace di Bonelli e poi firmando addirittura il sorpasso (da 18-22 a 23-22) mentre Lavarini si gioca le carte Bosetti e Smarzek. Tocca proprio alla polacca firmare il sorpasso (23-24) prima che Herbots chiuda il set con l’ace del 23-25.

Busto reagisce e parte forte (3-0, poi 5-1 con Stevanovic a segno a muro e in attacco) mentre Novara si affida a Herbots (6-3); Bonelli allunga con l’ace del 9-4 e propizia il 10-4 di Olivotto, Lavarini ferma il gioco ma nonostante l’ace di Hancock (12-8) Busto Arsizio scappa con il tecnico azzurro che inserisce Smarzek e Bosetti sul 14-8. Hancock accorcia (16-13) ma Busto non si ferma più e prima allunga ancora 21-16, poi chiude di slancio con il maniout di Mingardi sul 25-18.

Sul 2-1 del terzo parziale lo stop al match, a seguito dell’ennesima scivolata registrata. Nella notte l’allestimento del campo al Pala Goldoni di Vicenza, con il match che è ripreso poi alle 11.30, dallo 0-0 del terzo set.

Parte bene Novara (0-2) ma Busto ribalta subito con Stevanovic (4-2) prima di una lunga fase di testa a testa segnato dal bel duello proprio tra la centrale serba di Busto e la schiacciatrice novarese Daalderop (7-7). Chirichella sorpassa a muro (7-8), Mingardi replica (11-10) in diagonale e due errori pesanti della Igor lanciano le lombarde sul 14-11; Smarzek e Bonifacio firmano la rimonta (15-15), Herbots tiene il ritmo in pipe (16-17) ma dopo il muro di Hancock (17-19) è Busto a trovare il break del sorpasso con due errori azzurri e la diagonale di Mingardi (22-20). Di fatto, è l’affondo decisivo con il set chiuso da Stevanovic con un muro su Smarzek (25-22).

Novara riparte con Zanette in sestetto, Busto riprende dal ritmo di fine parziale e fa 5-3 con Stevanovic che poi trova un break pesante con un ace (7-4) e un punto in appoggio (8-4); Busto scappa ancora (ace di Ana Escamilla, 12-6), Novara reagisce con Daalderop (12-9) e rimane attaccata al match con l’ace di Herbots (14-11) mentre tra le azzurre c’è in regia Battistoni. La Igor rientra fino al 19-18 (Bonifacio a rete) e rimane in scia delle lombarde fino al 23-22: poi un punto in attacco di Stevanovic e un muro della rientrante Olivotto chiudono il match sul 25-22 per Busto.

I PROTAGONISTI-

Marco Fenoglio (Allenatore Unet E-Work Busto Arsizio)- « Questo è per noi un risultato straordinario, senza Poulter e con Asia che arriva da un campionato di serie A2: ha giocato in maniera molto positiva. Per noi questo vuol quasi dire aver vinto la finale, senza contare la fatica che abbiamo fatto a riprendere la gara stamattina dopo l’interruzione di ieri. Il campo ha detto che siamo più forti noi, sia ieri sera in cui abbiamo perso solo il primo set all’ultimo, sia questa mattina ».

Camilla Mingardi (Unet E-Work Busto Arsizio)-  « E’ stato tutto strano e difficile, ma il nostro obiettivo era entrare in campo e finire quello che avevamo iniziato ieri. Non era semplice, ci mancava la palleggiatrice titolare ma Asia ha fatto una super prestazione e abbiamo meritato di vincere ».

Asia Bonelli (Unet E-Work Busto Arsizio)-  « Un esordio complicato per me, insolito, ma altrettanto emozionante. Sono felice di come è andata e della squadra che abbiamo dimostrato di essere. Grazie alle mie compagne per la fiducia che mi hanno dato da subito e che mi ha fatto stare tranquilla. Abbiamo una forza di gruppo assurda ».

IL TABELLINO-

UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO – IGOR GORGONZOLA NOVARA 3-1 (23-25 25-18 25-22 25-22) 

UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Escamilla 6, Olivotto 4, Mingardi 20, Gennari 12, Stevanovic 14, Bonelli 4, Leonardi (L), Herrera Blanco 4, Piccinini. Non entrate: Poulter, Bulovic, Cucco. All. Fenoglio.

IGOR GORGONZOLA NOVARA: Washington 6, Hancock 6, Herbots 21, Bonifacio 5, Zanette 2, Daalderop 15, Sansonna (L), Smarzek 11, Bosetti 1, Chirichella 1, Battistoni, Populini. Non entrate: Costantini, Napodano (L). All. Lavarini.

ARBITRI: Lot, Florian.

NOTE – Durata set: 34′, 30′, 28′, 27′; Tot: 119′.

Tutte le notizie di Coppe volley

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti