Esordio vincente di Scandicci in Challenge Cup

Nella gara di andata dei sedicesimi di finale la squadra di Barbolini si impone 0-3 (11-25, 15-25, 21-25) contro l'ASP Thetis Voulas Atene
Esordio vincente di Scandicci in Challenge Cup© Savino Del Bene
TagsSavino Del BeneASP Thetis Voulas

SCANDICCI (FIRENZE)-Esordio in CEV Challenge Cup imperioso per la Savino Del Bene Volley Scandicci, che nell’andata dei sedicesimi di finale della competizione si impone nettamente al Palazzetto di Scandicci per 3-0 sull’ ASP Thetis Voulas Atene.

Savino Del Bene che parte mischiando le carte in tavola, schierando uno starting six che vede Milanova palleggiatrice, Lippmann opposto, Orthmann e Angeloni in banda, centrali Alberti e Lubian, Napodano libero.

ASP Thetis Voulas Atene che risponde schierando Rusnachenko pallegiatrice, Anthouli Opposto, Aktas schiacciatrice, Apostolaki schiacciatrice, Shirinina e Papageorgiou centrali, Maniatogianni libero.

Scandicci parte subito forte nel suo debutto stagionale in Challenge Cup, e la centrale Lubian con due ace porta sul 4-0 la Savino Del Bene, anche se Atene prova a entrare in partita con il proprio opposto Anthouli e l’ace di Papageorgiou (5-3). Le padrone di casa non si fanno intimidire però, ricominciano a ingranare, e con l’ace di Alberti e la free ball finalizzata da Lubian si portano sul 10-4: timeout Atene. La pausa non inficia sul cammino della Savino Del Bene, che prende il via, preme sull’acceleratore e vola sul 15-6 dopo la schiacciata di Orthmann ed il monster block di Lubian: altra pausa chiamata da coach Georgios Rousis. Al rientro Anthouli schiaccia, ma il pallonetto sopra il muro di Atene di Lippmann ed i servizi out delle greche consentono a Scandicci di avvicinarsi a fine set (18-9). A questo punto gioca sul velluto la Savino Del Bene che sfrutta l’ace di Orthmann e le iniziative di Alberti e Angeloni (23-10), per poi chiudere il set sul 25-11.

Scandicci che anche nel secondo periodo inizia in scioltezza, trovando la onnipresente Lubian che con due ace consecutivi allunga sul +4 (5-1), ed Orthmann che costringe Atene al primo timeout del set (6-1). In uscita schiaccia Anthouli, Aktas sbaglia il servizio, e Scandicci scappa con la complicità di Alberti e Lippmann (11-5). Alberti commette invasione, ed Angeloni sbaglia la ricezione (11-8), ma è la stessa schiacciatrice di Scandicci a farsi subito perdonare con la spike del 12-8. La Savino Del Bene fugge ancora con il muro vincente di Lubian e la schiacciata di Lippmann (15-10), Napodano è attenta in difesa, ed il muro out di Atene dopo l’affondo di Lippmann vale il 17-10: timeout per le greche.  La Savino Del Bene gioca con fiducia, Alberti schiaccia e fa +9 (20-11), Anthouli prova a dare speranza alle proprie compagne con l’ace, ma Lippmann sale in cielo e scaglia i suoi dardi (22-13). Scandicci vuole chiudere e ci riesce, è Lubian infatti a concludere il set sul 25-15.

Nel terzo set Atene prova a scuotersi in avvio, e si porta sul -1 grazie alla solita Athouli (5-4), ma Scandicci non ci sta e continua a tenere a distanza le ospiti con le iniziative di Alberti e di Orthmann, con la tedesca che con l’ace porta la Savino Del Bene sul 10-7.  Lubian è in giornata e continua nei suoi affondi (12-8), Dragoumanou mura, ma Lippmann e Orthmann sono letali e coach Georgios Rousis chiama timeout (15-10). Al rientro le greche provano a farsi sotto con la solita Anthouli che accorcia con la spike del 17-14, ed il muro di Aktas poi porta coach Barbolini a chiamare la pausa. Lo stop produce il risultato sperato perché Angeloni affonda due volte (20-17), e questa volta è Atene a chiamare la pausa. Successivamente il monster block di Lubian ed il servizio sbagliato dalle greche valgono il 22-18, greche che provano ad affondare con Aktas, e la solita Anthouli non vuole mollare portando ad un altro timeout coach Barbolini sul 24-21. Il servizio finale di Atene è out però e la Savino Del Bene chiude definitivamente i conti sul 25-21.

Adesso Scandicci proverà a centrare la qualificazione nella partita di domani, sempre alle ore 19.00 al Palazzetto di Scandicci, nella quale le ragazze di coach Massimo Barbolini cercheranno l’approdo agli ottavi di finale.

I PROTAGONISTI- 

Massimo Barbolini (Allenatore Savino Del Bene Scandicci)- « Penso che i primi due set sono sembrati facili perchè siamo stati bravi a sbagliare poco e ad approfittare delle occasioni che abbiamo avuto. Nel terzo set siamo un po’ calati d’attenzione e ci siamo adeguati ai loro errori. Ci deve servire da lezione, perchè è domani quella che conta. La prima gara conta relativamente. Domani dobbiamo cercare di fare qualcosina in più, non solo per il risultato, ma anche per migliorare e crescere ».

 IL TABELLINO-

ATHENS ASP THETIS VOULA – SAVINO DEL BENE SCANDICCI 0-3 (11-25, 15-25, 21-25)

ATHENS ASP THETIS VOULA: Shirinina 2, Anthouli 17, Rusnachenko 1, Apostolaki, Aktas 6, Papageorgiou 6, Maniatogianni (L), Panagopoulou, Aplada 1, Dragoumanou 1. Non entrate: Chatzigrigoriou, Oikonomou (L). All. Rousis.

SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Angeloni 8, Alberti 7, Lubian 13, Lippmann 13, Orthmann 9, Milanova 2, Napodano (L), Camera. Non entrate: Silva Correa, Malinov, Pietrini, Pereira, Bartolini, Castillo (L). All. Barbolini.

ARBITRI: Minins, Teixeira.

NOTE – Durata set: 20′, 20′, 30′; Tot: 70′.

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti