Coppa Italia: Conegliano in Finale

Superata Busto in quattro set 3-1 (25-16 24-26 25-16 25-23), sugli scudi la solita Egonu che ha marcato 32 volte. Domani alle 17.30 l'atto conclusivo con la sfida tra le pantere e Novara
Coppa Italia: Conegliano in Finale© Legavolley Femminile/Rubin
TagsProsecco DocUnet E Work

ROMA- Ancora una finale per la Prosecco Doc Conegliano che nella semifinale della Coppa Italia Frecciarossa giocata questa sera al PalaEur di Roma ha superato in quattro set una buona Unet e-Work Busto Arsizio che, nonostante le assenze, ha giocato una buona partita strappando un set alle detentrici del trofeo. Domani alle 17.30 le pantere sfideranno l'Igor Gorgonzola Novara, ennesimo capitolo di una sfida infinita. La Prosecco DOC Imoco che è campione in carica della Coppa Italia da due stagioni, sarà alla sesta finale in questa competizione (3 vittorie). Con la storica rivale di Novara (qualificatasi senza giocare per il forfait dell’ultima ora di Chieri, causa covid), finora tre finali giocate nella storia con una vittoria delle venete (2021) e due delle piemontesi (2018 e 2019).

Coach Santarelli parte con Wolosz-Egonu, Plummer-Sylla, De Kruijf-Folie, libero De Gennaro, l’Unet Busto Ariszio inizia con Poulter-Mingardi, Gray-Bosetti, Stevanovic-Herrera Blanco, libero Zannoni.

Buona partenza gialloblù, prima con Sylla, poi con un super turno di battuta di Rapha Folie che crea sconquassi nella ricezione lombarda (2 aces e …mezzo) le Pantere avanzano subito sul 7-2. L’Unet però reagisce con Mingardi e il muro della serba Stevanovic (8-5), ma anche Conegliano fa vedere il suo muro: De Kruijf e Wolosz rispondono bene con due blocks, poi la difesa fa il resto per un nuovo break:11-5 e time out di coach Musso. Capitan Wolosz però ha l’abito delle grandi occasioni, altro muro della polacca per il 13-6. Si fa sentire anche Egonu a suon di bordate dalla seconda linea.

Poulter prova a velocizzare il gioco di Busto smarcando Mingardi e Gray (14-9), ma un altro muro, stavolta di Folie, riporta le Pantere in controllo (16-10). C’è Gray ispirata nell’attacco delle lombarde, ma dall’altra parte il muro-difesa di Conegliano funziona bene (6 blocks a 1 nel set) , così come i primi tempi di Folie che continua a bucare il campo avversario. Ora la Prosecco DOC Imoco dilaga (21-14), due muri di De Kruijf e un’altra serie di battuta efficacissima di Rapha Folie che chiuderà il set con 6 punti, 3 aces e 1 muro. La chiusura è con Egonu al servizio (7 punti nel set per Paola) e Sylla che firmano i punti del 25-16.

Nel secondo set la prevedibile reazione di Mingardi e compagne che partono forte e sul 3-6 coach Santarelli chiede time out. Alla ripresa del gioco si scatena Egonu, due aces dinamitardi dell’azzurra e arriva subito la parità 6-6. Miriam Sylla difende tutto il possibile, poi va in battuta e propizia il sorpasso di De Kruijf (9-8), poi è De Gennaro a fare un mezzo miracolo concretizzato da Egonu, il trend si è invertito (10-8) ed ora è l’Unet a chiedere time out mentre i tifosi gialloblù si fanno sentire nell’immenso PalaEur. La gara in questa fase è equilibrata, Busto gioca con intensità e Mingardi firma il sorpasso (11-12) e il punteggio resta in altalena. Sul 14-14 entra Courtney in seconda linea, mentre De Kruijf continua a chiudere la saracinesca a muro (16-14). Paola Egonu oggi è “on fire” (7 punti anche nel secondo set) e spara l’ace del 18-15, ma un paio di imprecisioni gialloblù riavvicinano Bosetti e compagne a -1 (18-17). Ma anche Busto sbaglia, Mingardi va out e la Prosecco DOC Imoco è di nuovo a +3 (20-17). Nonostante le prodezze di Poulter, le Pantere con le magie di Wolosz e un bel tocco di Plummer restano avanti fino al 24-21. Sembra fatta, ma l’Unet non molla ed è brava a crederci perchè le campionesse d’Europa sul più bello si inceppano in attacco. Busto con muro e contrattacco annulla due set point per il 24-23. Il time out di coach Santarelli non basta, Mingardi (7 punti nel set, come Gray) d’astuzia pareggia, poi le gialloblù faticano in attacco ed è ancora Mingardi, scatenata nel finale, a siglare il sorpasso e poi dopo una bella difesa il clamoroso “chiodo” sul secondo set: 24-26 e tutto da rifare per Conegliano.

Dopo il clamoroso epilogo del secondo parziale, il terzo set parte con l’Unet E-Work ancora bella pimpante, con Zannoni e Lucia Bosetti ispirate in difesa e sempre brave a controbattere i tentativi di allungo gialloblù. Assorbito lo “schiaffo” della rimonta precedente la Prosecco DOC Imoco prova a riprendere il filo del discorso cercando il ritmo di gioco di inizio gara, De Kruijf e Folie sono attente a muro e permettono un minibreak (9-7). L’Unet però ha preso coraggio e con una Mingardi in versione bomber riesce a riagganciare le Pantere (10-10). Gray affianca Miganrdi e continua a passare con regolarità, fino al “monster block” di Egonu che poi impiomba anche il +2 (13-11). C’è in campo Courtney e cresce la difesa delle venete con De Gennaro a salvare palloni impossibili, ringraziano Egonu e De Kruijf (quinto muro del suo match) che siglano i punti del nuovo tentativo di fuga: 15-12 e time out delle lombarde. Robin De Kruijf continua a crescere nell’efficenza, oltre al muro è incisiva anche in attacco, poi Egonu (9 punti nel set)piazza il suo quinto ace per il 17-12.

La Prosecco DOC Imoco non si ferma, muro di Wolosz (18-12), mentre entra Battista per Bosetti. Stavolta le Pantere non si voltano più indientro e continuano a spingere fino alla fine del set, memori della lezione del parziale precedente. La chiusura 25-16 con l’errore finale di Mingardi e la Prosecco DOC Imoco vola avanti 2-1 riprendendo il comando delle operazioni.

Il quarto set è ancora battaglia con la Prosecco DOC Imoco che in avvio prova a scappare con un paio di break, ma l’Unet è brava con le difese di Zannoni e i colpi vincenti di Gray e Stevanovic a restare agganciata. Paola Egonu spara forte per un altro tentativo di allungo delle venete (12-10), poi coach Santarelli rimescola le carte cambiando la diagonale delle schiacciatrici inserendo in prima linea Omoruyi e dietro Courtney. Mingardi riprende a colpire, ma dopo il primo punto di Loveth Omoruyi arriva l’ennesimo aces (saranno 6 alla fine) di Paola Egonu ed è +3 (15-12). La squadra di coach Musso però ha tanto orgoglio e con grande carattere ritrova ritmo con una scatenata Gray e con il muro di Herrera Blanco che pareggia a quota 15.  Si combatte al PalaEur, Omoruyi piazza una bella parallela e c’è un nuovo +2 gialloblù (17-15), ma l’Unet è sempre lì. Trascinate dalla grinta di Poulter e Mingardi le lombarde si riprendono la testa (17-18) e coach Santarelli preoccupato chiede time out. Sul 18-18 entra Lara Caravello per la battuta (è anche rientrata Plummer in prima linea), ma Bosetti d’astuzia tiene avanti Busto (18-19), pareggia Egonu che però sul contrattacco successivo trova il muro avversario. Tensione alle stelle nel finale, Gray scardina il muro gialloblù e l’Unet vede il tie break (20-22). Folie al centro dimezza il gap, poi Egonu pareggia con una delle sue proverbiali diagonali strette, 22-22. Ora le Pantere tirano fuori le unghie, Egonu (33 punti alla fine)fa la voce grossa a muro e sorpassa (23-22), poi fa esplodere il braccio per il 24-22. La chiusura è affidata a Omoruyi che con un morbido tocco manda le Pantere in finale di Coppa Italia!

I PROTAGONISTI-

Raphaela Folie (Prosecco Doc Conegliano)- « Stasera abbiamo fatto una bella partita, di squadra, siamo tornate a divertirci. Abbiamo fatto qualche errore ma ne siamo uscite da squadra. Lavoriamo sempre duramente, ab La sfida con Novara sarà difficile, avremo una partita in più nelle gambe ma nessun alibi, dobbiamo giocarcela come sempre, sarà un’altra grande battaglia ».

Loveth Omoruyi (Prosecco Doc Conegliano)- « Abbiamo fatto una buona partita . Nel secondo set abbiamo fatto qualche errore di troppo che ci è costato il parziale, poi abbiamo ripreso a giocare come sappiamo. Domani abbiamo un impegno complicato contro Novara, siamo pronte ad affrontarlo al massimo della concentrazione ».

Camilla Mingardi (Unet e-Work Busto Arsizio)- «Abbiamo fatto tutto quello che potevamo contro una squadra fortissima, abbiamo cercato di metterle in difficoltà, a volte ci siamo riuscite a volte no. Ce la siamo giocata fino alla fine e non abbiamo nulla da recriminare. Abbiamo certamente pagato le assenze ma Conegliano ha fatto un’eccellente partite niente da dire ».

IL TABELLINO-

PROSECCO DOC IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO 3-1 (25-16 24-26 25-16 25-23)

PROSECCO DOC IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Wolosz 4, Plummer 13, Folie 12, Egonu 32, Sylla 5, De Kruijf 13, De Gennaro (L), Omoruyi 3, Courtney, Gennari, Caravello. Non entrate: Butigan, Frosini (L), Vuchkova. All. Santarelli.

UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Bosetti 5, Stevanovic 8, Poulter 1, Gray 20, Herrera Blanco 2, Mingardi 16, Zannoni (L), Battista, Monza. Non entrate: Ungureanu, Olivotto, Colombo, Bressan (L). All. Musso.

ARBITRI: Curto, Braico.

NOTE – Durata set: 23′, 27′, 24′, 29′; Tot: 103′.

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti