Corriere dello Sport

Nazionali volley

Vedi Tutte
Nazionali volley

Volley: Europei, l'Italia contro la Germania si arrende al tie break

Volley: Europei, l'Italia contro la Germania si arrende al tie break
© Fivb

Gli azzurri, nella gara d'esordio contro la formazione allenata da Giani, giocano a sprazzi, bene nel secondo e terzo set, ma è troppo poco per arginare Grozer e compagni. Finisce 2-3 (22-25; 25-21; 25-19; 19-25; 8-15) per i tedeschi

Sullo stesso argomento

 

venerdì 25 agosto 2017 20:32

STETTINO (POLONIA)- Nella gara d’esordio ai Campionati Europei, l’Italia di Blengini, imbottita di esordienti ed orfana di Zaytsev e Juantorena, si arrende al tie break alla Germania per 2-3 (22-25;  25-21; 25-19; 19-25; 8-15) al termine di un match che ha visto la nostra squadra giocare a corrente alternata, bene nel secondo e terzo set in cui il livello di gioco e di attenzione sono stati massimi, male negli altri parziali quando Grozer e soci hanno dimostrato maggiore potenza sotto rete e la capacità di leggere al meglio le situazioni di gioco, soprattutto nei momenti più delicati.

Nulla è perduto per il gruppo azzurro che ora però contro Slovacchia e Repubblica Ceca non potrà più sbagliare.

Occorre subito una sterzata che dia le giuste motivazioni dopo un’estate tormentata e dopo il duro lavoro sostenuto dai nostri nei collegiali che hanno fatto seguito alla non certo brillante World League. E’ presto ovviamente per stilare giudizi ma si può senz’altro dire che la nostra nazionale dovrà crescere ancora nel rendimento per mettersi all’altezza delle migliori formazioni del continente.

Blengini ha scelto la formazione che aveva già schierato nelle ultime uscite in Olanda: Giannelli in regia, Vettori sulla sua diagonale, Lanza e Antonov coppia di schiacciatori, Piano e Mazzone al centro con Colaci libero. Dall’altra parte della rete Giani ha dato fiducia alla diagonale Kampa-Grozer, Fromm e Kaliberda martelli, Andrei e Krick centrali con Zenger libero.

L’Italia ha iniziato il match in maniera contratta, costellando la propria prestazione del primo set di troppi errori, soprattutto in ricezione e in battuta, subendo non poco l’efficace gioco in attacco di Kaliberda, Grozer e Fromm, fermati sempre con grande difficoltà dal nostro muro. Il parziale restava comunque in bilico fino alle battute finali quando la Germania piazzava lo sprint decisivo chiudendo a proprio favore con una bomba di Hirsch, entrato al servizio dalla panchina, che impallinava la ricezione azzurra. 22-25 il finale a favore dei tedeschi.

Il riscatto azzurro comincia in un secondo set iniziato sulla falsariga del primo con le due squadre punto a punto per lunghi tratti del parziale. Giannelli e compagni nel finale trovavano finalmente la continuità mancata fino a quel momento. Il break decisivo si registrava sul 19-19 con gli azzurri che con tre punti consecutivi conquistati grazie ad una bomba di Vettori, ad un muro di Piano e a un'altra conclusione vincente di Vettori si portavano sul 22-19. Una conclusione straordinaria di Pippo Lanza da seconda linea inchiodava il set sul 25-21.

La partita sembra mettersi in discesa per la nostra nazionale. Nel terzo set, sulla regia di Giannelli capace di distribuire il gioco scegliendo sempre le soluzioni tattiche migliori, gli azzurri costruivano il loro vantaggio. Subito 3-0 Italia con Antonov al servizio e parziale sempre dalla parte dei ragazzi di Blengini che si mantenevano costantemente tre punti avanti, nonostante qualche sbavatura di troppo al servizio. I tedeschi, con una bella reazione si riavvicinavano nel punteggio sul 18-17 e poi sul 19-18 ma due ace di Pippo Lanza ristabilivano le distanze. Chiudevano il set due attacchi vincenti di un positivissimo Antonov che fissavano il punteggio sul 25-19 per gli azzurri.

Ma la Germania era tutt’altro che finita e nel quarto set è tornata prepotentemente in sella al match. Dopo un iniziale equilibrio i tedeschi prendevano il largo. Improvviso break a favore dei nostri avversari, con Andrej al servizio, che portava la formazione di Giani avanti quattro punti sul 12-8. L’Italia calava, si disuniva e subiva i colpi di Grozer e Kaliberda estremamente determinati e precisi. Il 25-19 a favore della squadra di Giani rimetteva tutto in discussione portando la partita al quinto set.

Il tie break non aveva storia. Grozer e compagni, sicuramente in fiducia e in migliore condizione rispetto ai nostri, andavano a prendersi i primi due pesantissimi punti senza nulla concedere ai nostri incapaci di esprimere ancora quel gioco efficace fatto vedere questa sera soltanto in alcuni frangenti del match.

Resta la delusione per aver buttato al vento una possibile e corroborante vittoria.

Gli azzurri torneranno in campo domenica alle 17.30 (diretta su Rai 2) contro la Slovacchia, battuta nella prima giornata 3-1 (25-19, 28-30, 25-16, 25-17) dalla Repubblica Ceca.

IL TABELLINO-

ITALIA-GERMANIA 2-3 (22-25; 25-21; 25-19; 19-25; 8-15)

ITALIA: Randazzo, Vettori 18, Spirito, Giannelli 5, Balaso (L), Mazzone 10, Lanza 17, Colaci (L), Piano 7, Antonov 11, Ricci. Non Entrati: Buti, Botto, Sabbi. All. Blengini

GERMANIA: Fromm 9, Shott, Kaliberda 17, Andrej 9, Boheme, Grozer 28, Weber, Kampa, Hirsch 1, Zenger (L), Zimmermann 1, Krick 12. Non Entrati: Karlitzek, Weber, Baxpohler  All.Giani

Arbitri: Akinci (Turchia)-Nastase (Romania)

Durata set: 31’, 32’, 32’, 31’, 17’  Spettatori: 3420 

Germania: a 7 bs 23 mv 13 et 37 
Italia: a 6 bs 19 mv 10 et 28
I RISULTATI-

Pool B (Stettino)

Repubblica Ceca-Slovacchia 3-1 (25-19, 28-30, 25-16, 25-17),

Germania-Italia 3-2 (22-25, 25-21, 25-19, 19-25, 8-15)

IL CALENDARIO-

27/8 Slovacchia-Italia (ore 17.30 diretta RAI 2), Repubblica Ceca-Germania (ore 20.30)

28/8 Slovacchia-Germania (ore 17.30), Italia-Repubblica Ceca (ore 20.30 diretta RAI 1)

Classifica: Repubblica Ceca 1v (3p), Germania 1v (2p), Italia 0v (1p), Slovacchia 0 v (0p)

Articoli correlati

Commenti