Volley: Mondiali Femminili, l'Italia doma la bestia nera Turchia
© Fivb
Nazionali volley
0

Volley: Mondiali Femminili, l'Italia doma la bestia nera Turchia

Prova di forza della nazionale di Mazzanti che si impone 3-0 (25-19; 25-21; 25-12) sulla squadra di Giovanni Guidetti, centrando il quarto successo consecutivo del torneo, in attesa della sfida di domani con la Cina

SAPPORO (GIAPPONE)- La bestia nera Turchia è domata. L’Italia gioca una partita senza sbavature disinnescando la squadra di Giovanni Guidetti che pure le ha studiate tutte per metterci in difficoltà. Sono tre punti pesanti nell’economia della Pool B e per il proseguo del torneo. Le azzurre possono guadare alla sfida con la Cina (ore 12.20, diretta TV su RaiSport+Hd), che deciderà il primo posto del raggruppamento, portandosi dietro da questo match diverse certezze importanti per quel che concerne la funzionalità di alcuni fondamentali, soprattutto la ricezione, spesso tallone d’Achille della nostra formazione, che stamattina ha funzionato a dovere. Non abbiamo fatto ancora nulla ovviamente ma ci siamo. Il netto 3-0 (25-19; 25-21;25-12) la dice lunga sull’andamento del match. Ora dobbiamo volar bassi, senza guardare troppo lontano, ma possiamo e dobbiamo crederci.

LA CRONACA DEL MATCH-

Mazzanti ovviamente, per questa prima sfida importante del torneo, si affida al collaudato 6+1 con Malinov in regia, Egonu restituita al ruolo di opposta dopo aver giocato in posto 4 contro Cuba, Sylla e Bosetti di banda, Danesi e Chirichella centrali, De Gennaro libero.

Sul filo dell’equilibrio la prima parte del match, poi l’Italia sale di rendimento. Il muro fa la differenza. Allunghiamo subito dopo il primo time out tecnico conquistando un tesoretto di quattro punti (12-8) che diventano cinque (14 -9) di li a poco. Molto positive in attacco Egonu e Sylla in questa fase ma Malinov è brava a sollecitare a turno le nostre attaccanti, leggendo bene la chiave tattica del match. Ozbay e socie sono in difficoltà in ricezione e nella ricostruzione. Le turche tentano di riavvicinarsi puntando Sylla in ricezione ma l’Italia tiene e grazie a due bombe di Egonu al servizio chiude senza problemi i conti nel primo parziale.

Partenza con il piglio giusto nel secondo set. 4-0, con due muroni che danno subito il break alle azzurre. La Turchia però non è morta e si riavvicina ed annulla lo svantaggio grazie a quattro punti consecutivi. Sul 12-13 c’è il sorpasso. Paghiamo qualche errore in attacco ed una ricezione che in questa fase va a corrente alternata. Ma è solo un momento, c’è un nuovo break 5-0 per noi, con Sylla al servizio e punteggio che si colora di nuovo di azzurro. Mazzanti da il cambio alla stessa Sylla in ricezione inserendo Parrocchiale. Il finale è in discesa. Il set point lo firma Sylla, rientrata in prima linea.

Il terzo parziale parte con un break a favore delle nostre che si portano subito avanti arrivando 8-3 al time tecnico, implementando con un’ace di Chirichella al ritorno delle squadre in campo. Filiamo via con sicurezza approfittando anche del progressivo spegnersi di una Turchia che ha confermato tutte le difficoltà, soprattutto nella ricezione, già palesate contro la Cina. Il punto che sancisce la vittoria è di Anna Danesi, premiando una giocatrice che è stata positiva per tutto il match, soprattutto a muro.

I PROTAGONISTI-

Davide Mazzanti ( Allenatore Italia)- « Oggi abbiamo giocato veramente bene, in più è stata una gara in crescendo. Nel terzo set le ragazze mi hanno impressionato, hanno tenuto sempre sotto pressione la Turchia e inoltre hanno tirato fuori colpi ancora più coraggiosi. L'unico momento di difficoltà è stato nel secondo set, in alcune situazioni potevamo osare di più, però poi poi abbiamo recuperato alla grande. La nostra è stata davvero un gran prestazione. Domani ci giocheremo al meglio delle nostre possibilità il primo posto nel girone con la Cina. Sarà fondamentale scendere in campo con lo stesso atteggiamento di oggi, sinora abbiamo fatto molto bene e vogliamo continuare su questa strada ».

Myriam Sylla (Italia)- « Quella di oggi è stata proprio una bella vittoria, abbiamo giocato molto bene: era fondamentale conquistare la vittoria e i tre punti. In stagione avevamo già affrontato diverse volte la Turchia e sapevamo che è una squadra che non molla mai, ma io e le mie compagne abbiamo messo in mostra una gran pallavolo. Alla vigilia del torneo ero fiduciosa sul fatto che sarebbe venuto fuori tutto il lavoro fatto negli ultimi mesi e spero che questo sia soltanto l'inizio. In campo tutte stiamo dando il massimo e sono felice chi i risultati stiano premiando i nostri sforzi. Qualche ora di riposo e poi si pensa subito alla Cina ».

Anna Danesi (Italia)- « Nelle precedenti sfide la Turchia ci aveva creato sempre qualche problema, ma oggi ci siamo riscattate alla grande. Sono felice di aver dato il mio contributo a muro, adesso voglio crescere anche in tutti gli altri fondamentali. Domani c'è subito un'altra sfida molto impegnativa con la Cina, nella quale ci giocheremo il primo posto del girone. Sappiamo il valore delle nostre avversarie, sono forti e possono contare su un terminale d'attacco come Zhu Ting che dobbiamo limitare. Giocare come oggi ci darebbe una grande mano. Siamo molto cariche e poi c'è tanta gente, una su tutte Myriam, che porta ancora più energia: un fattore molto importante in questo tipo di gare ».

IL TABELLINO-

ITALIA-TURCHIA 3-0 (25-19, 25-21, 25-12)

ITALIA: Malinov 3, Bosetti 9, Chirichella 7, Egonu 15, Sylla 13, Chirichella 7. Libero: De Gennaro. Parrocchiale, Cambi. N.e: Ortolani, Nwakalor, Fahr, Pietrini e Lubian. All. Mazzanti

TURCHIA: Boz 2, Ercan 7, Erdem 8, Ozbay, Ismailoglu 7, Gunes 7. Libero: Akoz. Baladin 4, Akin, Karakurt 6, Orge (L), Cebecioglu. N.e: Arici, Sarioglu. All. Guidetti

ARBITRI: Makshanov (Rus) e Rolf (Usa).

Spettatori: 400. Durata set: 25', 26', 20'.
Italia: 3 a, 7 bs, 10 m, 11 et.
Turchia: 2 a, 7 bs, 6 m, 19 et.

Vedi tutte le news di Nazionali volley

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti