L'Italia inaugura la Allianz Cloud battendo la Serbia
Nazionali volley
0

L'Italia inaugura la Allianz Cloud battendo la Serbia

Prova di carattere della nazionale di Blengini che, nella prima partita delle tre previste nel nuovo impianto, supera nettamente la formazione di Grbic per 3-0 (26-24, 25-19, 25-22)

MILANO-Tutto facile per l’Italia nella gara d’esordio all’Allianz Cloud di Milano. Nel primo match del quarto round della Volleyball Nations League gli azzurri battono la Serbia per 3-0 (26-24, 25-19, 25-22).

LA CRONACA DEL MATCH-

Per l’avvio di gara il ct Chicco Blengini schiera in campo il palleggiatore Simone Giannelli, gli schiacciatori Oreste Cavuto e Oleg Antonov, i centrali Matteo Piano e Roberto Russo, l’opposto Giulio Pinali e il libero Fabio Balaso.
La Serbia risponde con Cirovic, Lisinac, Luburic, Kujundži?, Krsmanovic, Jovovic e il libero Pekovic.
Domani l’Italia sarà di nuovo in campo alle 20 all’Allianz Cloud di Milano per la seconda partita della Pool 14 contro l’Argentina.

 E’ targato Italia il primo vantaggio di serata: un ace di Cavuto vale il +2 (5-3). Pronta la reazione avversaria: la Serbia pareggia i conti (6-6) e si porta in vantaggio (6-8). Sono i ragazzi di coach Grbi? a tenere la testa avanti (11-14), ma un attacco vincente di Antonov e due muri azzurri consecutivi a segno ristabiliscono la parità (14-14). Due ace consecutivi di capitan Giannelli ridanno slancio alla manovra italiana (17-16). Nel concitato finale di set Russo annulla il primo set point per la Serbia, Pinali sigla il vantaggio azzurro e un ace di Giannelli chiude il primo set a favore degli azzurri (26-24).
E’ Pinali a trascinare gli azzurri in avvio di seconda frazione: un attacco vincente e un ace del numero 24 italiano fissano lo score sul 4-1. Continua con efficacia la manovra dei ragazzi del ct Blengini che sostituisce Cavuto con Lavia: Antonov a segno e l’ace di Giannelli portano la Nazionale tricolore sul +5 (10-5). Il vantaggio azzurro resta pressoché invariato: l’ace di Russo vale il 13-8, il punto messo a segno da Piano il 15-10, Giannelli firma il 17-12, Antonov e Pinali rispettivamente il 18-13 e il 19-14. Il vantaggio permette agli azzurri di chiudere senza patemi anche la seconda frazione (25-19). 

E’ la Serbia a partire col piede giusto nella terza frazione (0-3). Ma la reazione azzurra non tarda ad arrivare: due muri consecutivi ristabiliscono la parità (5-5) e siglano la ripartenza decisiva dei ragazzi di Blengini. Giannelli e compagni allungano il passo (12-8) e con il contributo di tutto il sestetto non permettono agli avversari di riavvicinarsi (20-15). Negli ultimi minuti fa il suo esordio ufficiale in maglia azzurra anche lo schiacciatore Francesco Recine. E’ Matteo Piano a siglare il punto della vittoria azzurra (25-22).

I PROTAGONISTI-

Chicco Blengini (Allenatore Italia)- « Soddisfatto di come i ragazzi hanno approcciato alla gara. I ragazzi sentono di valere, stanno lavorando davvero bene e durante le partire trovano le risorse psicofisiche per uscire anche dalle difficoltà. Il risultato è sempre importante quando si fa questo lavoro. Continuiamo a cercare di migliorarci passo dopo passo e fino ad ora si stanno togliendo delle belle soddisfazioni ».

Simone Giannelli (Italia)-« Giocare in Italia è sempre bello, siamo stati bravi, abbiamo interpretato bene la gara contro una Serbia che come noi ha tanti giovani e nomi nuovi. A mio avviso dobbiamo migliorare ancora in tante cose ma stiamo facendo davvero bene in questa VNL. Vincere è sempre bello, ma dobbiamo continuare così perché non abbiamo fatto ancora nulla ».

Matteo Piano (Italia)- « Contento di come abbiamo interpretato la gara e di questo nostro ulteriore passo in avanti. Poi giocare qui a Milano in questo impianto rinnovato mi ha fatto davvero piacere ».

IL TABELLINO-

ITALIA-SERBIA 3-0 (26-24, 25-19, 25-22)

ITALIA: Antonov 14, Russo 7, Pinali 10, Cavuto 2, Piano 6, Giannelli 10; Balaso (L), Lavia 7, Polo, Recine. Ne: Spirito Mazzone, Argenta, Pesaresi (L). All. Blengini.

SERBIA: Cirovic 4, Lisinac 9, Luburic 9, Kujundži? 7, Krsmanovic 10, Jovovic; Pekovic (L), Katic, Todorovic, Mehic, Vucicevic 6. Ne: Okolic, Simic, Negic (L). All. Grbi?.

ARBITRI: Juraj Mokry (SLO) e Vladimir Oleynik (RUS).

DURATA SET: 30’, 26’, 29’.
ITALIA: 8 a, 14 bs, 7 mv, et 20.
SERBIA: 1 a, 17 bs 5 mv, et 20.

Tutte le notizie di Nazionali volley

Per approfondire

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...